AutoGreen

Kia EV6, nuovo crossover elettrico che si ricarica in 18 minuti

Nel nuovo corso di Kia Italia, la EV6 arriva per stupire e aprire una breccia nel segmento flotte che guardano all’elettrico per i vertici di management. Siamo nel segmento D con un crossover di grandi dimensioni e a zero emissioni, pronto a settembre in concessionaria. Attualmente, la quota di mercato italiano di queste imponenti vetture EV è di appena il 2%. Uno scenario ancora tutto da scoprire, in cui Kia EV6 rivaleggia con Ford Mustang Mach-E, tanto per citare uno dei modelli da poco on the road lungo le strade del Belpaese.

«Kia EV6 è il simbolo della nostra elettrificazione, un prodotto che fa da apripista agli 11 modelli elettrici che verranno e rappresentare un acceleratore per il futuro dei dealer Kia», argomenta Giuseppe Mazzara, marketing communications e Crm director della filiale italiana della casa coreana.

Kia EV6, il Suv elettrico a 800 Volt

Il crossover è il primo costruito sulla piattaforma E-Gmp, che significa Electric global modular platform, realizzata dal gruppo Hyundai-Kia esclusivamente per le auto a batteria. «Si presenta con un pianale allungato e privo di ingombri per 2,90 mt su una vettura lunga 4,68 mt e questo offre la migliore abitabilità del segmento», spiega Carmelo Tringali, product planning senior manager di Kia Italia.

Kia Ev6

Carmelo Tringali, roduct planning senior manager di Kia Italia

Con una batteria da 77kWh, raggiunge un’autonomia fino a 510 km e si ricarica in tempi rapidissimi grazie ad una tecnologia da 800 Volt. Infatti, alla colonnina fast charge da 350 kW recupera 100 km di energia in appena 4,5 minuti. Invece, bastano meno di 18 minuti per portare la batteria dal 10 all’80%.

Infine, ad un punto di ricarica in corrente alternata da 11 kW occorrono 6 ore.

Configurata sia in trazione posteriore sia in 4WD, Kia EV6 è anche la prima vettura che funge da “centrale elettrica mobile”. Eroga energia elettrica quanto una casa: 3,5 kW e, compatibilmente con la tenuta della rete, è in grado di alimentare gli elettrodomestici.

Le batterie sono garantite per 7 anni e chilometri illimitati, per la stessa durata è inclusa la manutenzione e anche il sistema di bordo Uvo Connect – di serie su tutte le versioni – è garantito sette anni.

Le tre versioni di Kia EV6

La sigla EV caratterizzerà tutte le auto elettriche del nuovo corso di Kia, che non ha più “Motors” nel nome perché non produrrà solo auto, ma servizi di mobilità sempre più articolati.

Aperti gli ordini ad aprile scorso, ecco che la EV6 è disponibile in tre versioni per diverse potenze. La trazione posteriore da 229 CV con batteria da 168 kW percorre il massimo, cioè 510 km con una ricarica. La trazione integrale da 325 CV con batteria da 239 kW arriva a 490 km. Infine, una versione AWD da 585 CV e batteria da 430 kW percorre 400 km.

I prezzi di Kia EV6, crossover elettrico anche a noleggio

I prezzi partono da 49.500 euro per la EV6 RWD e toccano il punto più alto con la EV6 GT a quattro ruote motrici per cui ci vogliono 69.500 euro.

Con il noleggio di Kia Renting, è disponibile per 30 mesi e 40mila chilometri complessivi a 396 euro, Iva esclusa, al mese.  Assicurazione e soccorso stradale compresi. L’anticipo da versare parte da 5.500 euro.

Gli interni: tanto spazio e display doppio ricurvo

Se le linee esterne catturano per l’innegabile slancio e il frontale per la grande presa d’aria inferiore che accentua il look hi tech, gli interni colpiscono per un display doppio e curvato. Il tunnel centrale è “sospeso”, i sedili sono rivestiti di materiali riciclati.

Nell’insieme un abitacolo molto spazioso, con un bagagliaio da 520 litri. Nella versione a trazione posteriore, si aggiunge un vano anteriore da 52 litri che scende a 20 litri per la trazione integrale, in quanto i motori elettrici sono su ognuno degli assi.

I costi della ricarica: 29 centesimi kWh

Con l’acquisto di Kia EV6, la Casa propone tariffe preferenziali di ricarica per il primo anno.

Alle colonnine Ionity (Kia è diventata azionista della rete ad alta potenza europea nel 2019, ndr) si pagano 29 centesimi kWh con prezzi Inclusivi di Iva. In particolare, la fattura è esente Iva perché emessa dalla società Digital Solutions GmbH (tedesca) con la quale Kia Italia ha una partnership. Per ricaricarsi alla rete italiana di Enel X, invece, si pagano 34 centesimi kWh.

Come accennato, queste soluzioni valgono un anno, se il cliente non rinnova può optare per un abbonamento “Ionity power” mensile da 13 euro.

Go to market e flotte

Le fasi del go to market prevedono le presentazioni tra giugno e agosto, nel frattempo gli ordini proseguono. «La campagna di lancio ha prodotto 5mila leads (contatti interessati su Facebook e Youtube) e il 5% di essi ha convertito in un ordine: si tratta di un dato soddisfacente, in quanto solitamente le campagne precedenti ci portavano il 3,5% di conversione», sottolinea il direttore marketing.

Il managing director e chief operating officer di Kia Italia, Giuseppe Bitti, si aspetta più risultati dalle flotte auto aziendali che ancora devono esprimere la propria scelta decisiva sulle emissioni zero. Osserva: «La crescita EV nel segmento fleet sarà significativa, oggi il 49% delle immatricolazioni di auto elettriche è dei privati, mentre le company cars rappresentavano il 16% nel 2020 e l’8% nei primi mesi di quest’anno».

Intanto il market share di Kia Italia si attesta al 2,6%, senza potere contare sul florido segmento B che nel nostro Paese realizza il 40% del totale. Solo 3-4mila unità della piccola Kia Rio, infatti, sono destinate al mercato italiano e solo a Milano.

LeasysGO! a Milano
Precedente

LeasysGO! a Milano: il car sharing della Fiat 500 elettrica ricarica al MiCo

Renault Arkana in Italia
Successivo

Mille le Renault Arkana vendute in Italia: il Suv coupé anche ibrido E-Tech