Lexus UX Hybrid è nuova e super connessa

Lexus UX Hybrid si rinnova andando a caratterizzarsi con una connessione totale, per soddisfare un cliente che dallo smartphone preferisce interagire anche con la propria auto. “Urbana, dinamica e ibrida” è il pay off della nuova gamma UX che in aggiunta alla piattaforma di connessione Data Communication Module (DCM), in grado di registrare alcuni dati di utilizzo della vettura e aggiornare in tempo reale il cliente sullo stato d’uso del veicolo, oggi si arricchisce di un nuovo sistema multimediale. E’ l’MM 19 distinto dalla “smartphone integration”.

Si collega con i device Apple e Android, visualizzando le informazioni sul display della vettura con icone grandi e ben visibili sullo schermo, permettendo anche le funzioni vocali. L’aggiornamento delle mappe è automatico, grazie alla tecnologia “over the air”. Infatti, l’utente le scarica automaticamente e direttamente nel dispositivo multimedia della vettura.

Lexus UX Hybrid si rinnova

Il Data Communication Module per comunicare

Con la piattaforma di connessione Data Communication Module si creano le condizioni per un’accessibilità più ampia all’applicazione Lexus Link. Tra i vari servizi connessi offerti, spicca la nuova formula d’acquisto “Pay per Drive Connected”. In sintesi, la Casa permette di restituire la vettura in qualsiasi momento, cambiare la durata del piano, cambiare l’importo o azzerare le rate anche dopo l’acquisto. Il piano finanziario diventa in tal modo ancora più flessibile, rendendo il costo del finanziamento legato all’effettivo utilizzo dell’auto.

Inoltre, la connettività renderà disponibile anche la formula assicurativa RCA Connected, che prevede l’adattamento del piano assicurativo allo stile di guida del cliente.

Quattro allestimenti e nuovi listini

Sono quattro gli allestimenti della nuova Lexus UX hybrid e cioè Executive, Premium, l’alto di gamma con F Sport e Luxury. La versione Premium rappresenta il cuore dell’offerta e oggi ha una dotazione di serie più completa degli Adas.

Sono inclusi il Lexus Parking assist, i sensori angolo cieco, l’allerta traffico posteriore con funzione freno  e il Lexus Safety System+, un pacchetto di serie su tutta la gamma Lexus.

lexus UX hybrid si rinnova

Il Lexus Safety System+ include:

Pre-Crash system con rilevamento pedoni (anche notturno) e ciclisti (solo diurno),

Assistenza al mantenimento di corsia con funzione di allerta;

Fari abbaglianti automatici a Led per migliorare la visione notturna;

Riconoscimento segnaletica stradale e Cruise Control adattivo che regola la velocità in base al veicolo che precede e dotato anche di funzione ‘start and stop’.

I prezzi di listino partiranno da 37.400 euro per la versione Executive, prezzo che scenderà a 31.900€ grazie ai bonus per le auto ibride di 5.500€ in caso di permuta e rottamazione. “Gli hybrid bonus rappresentano l’impegno concreto del gruppo, in collaborazione con i concessionari, rivolto al rinnovamento del parco circolante italiano”, spiega la casa.

Lexus UX Hybrid  si rinnova, con la garanzia supplementare

La nuova gamma prevede una garanzia supplementare esclusiva e senza costi aggiuntivi, rinnovabile fino a 10 anni o 250.000 km. Riguarda le componenti ibride e meccaniche non soggette a usura e chilometraggio illimitato per la batteria ibrida. Il piano è valido in caso di manutenzione regolare delle vetture full hybrid electric presso le concessionarie e le officine autorizzate Lexus.

Lexus UX Hybrid si rinnova

Da Tokyo il prototipo LF-30

Da Tokyo Motor Show 2019 il futuro in un prototipo

In questi giorni del 46° Salone dell’auto a Tokyo, il brand premium di Toyota ha presentato la nuova generazione di veicoli elettrificati. Ha debuttato la concept car LF-30, che traccia il futuro di un percorso d’innovazione che ha visto nel 2005 il lancio del primo RX 400h. Fu l’avanguardia del sistema di trasmissione epicicloidale.

Oggi, invece, con il programma Lexux Electrified annunciato a Tokyo si parla di controllo integrato del powertrain. Così come del sistema sterzante, di quello frenante e delle sospensioni. Realizzando in tal modo il massimo potenziale tecnologico derivante dai tanti anni di ricerca nel campo delle vetture ibride.

“Grazie a questa tecnologia, siamo in grado di controllare la forza motrice per fornire una postura ideale del veicolo in ogni condizione di guida”, spiega la Casa.

Entro il 2025, Lexus offrirà una variante elettrificata di tutti i modelli e stima che le vendite supereranno quelle dei motori a combustione interna.

Approfondisci sui progetti di Toyota nelle flotte auto aziendali in questo articolo.

Share Now cresce
Precedente

Share Now a 2,5 milioni di noleggi a Milano, il car sharing in città funziona

Il car sharing elettrico a Bologna
Successivo

Il car sharing elettrico a Bologna spopola con Zoe