AutoGreen

La nuova Fiat 500 elettrica debutta con tre look per lasciare il segno

La nuova Fiat 500 elettrica sceglie Milano per presentarsi al mondo. Di ieri la “world première” della city car che nelle tre versioni “One-Off” presentate mettono insieme il meglio dell’italianità: la bellezza unita allo stile inconfondibile, il top dell’artigianalità, il richiamo alla gioia di viaggiare che proprio in questo momento sta vivendo una parentesi infelice. In una parola, la nuova Fiat 500 elettrica celebra il design made in Italy. La classe di Giorgio Armani, il trionfo di colore del gioielliere romano Bulgari e la praticità di Kartell hanno contaminato la piccola di casa Fiat che già ha trovato il suo posto di meritato rilievo al Moma di New York.

Del resto, Fiat 500 nasce icona ed è stato facile tradursi nei tre pezzi unici creati con materiali naturali, riciclati e rigenerati. La One –Off di Bulgari si chiama “B.500 Mai Troppo” e inneggia alla Dolce Vita, già nel colore. Si veste di una vernice micalizzata color “saffron”, una tonalità esclusiva di Bulgari ispirata alla varietà cromatica dei tramonti romani. E se gli inserti di foulard nella plancia sembrano di per sé un tocco esclusivo, che dire delle tre pietre preziose di ametista, topazio e citrino, incastonate in una spilla removibile, realizzata dalla maestria orafa dei gioiellieri e posizionata al centro del volante?

Più sobria la 500 Armani, nel segno della sartorialità senza tempo e della sostenibilità. Mix di materiali per la 500 Kartell che monta interni in polipropilene riciclato 100%, come le sedie dell’ultima collezione dell’azienda milanese, e i tessuti dal look naturale, in poliestere completamente riciclato.

Nuova Fiat 500 elettrica, guida autonoma di Livello 2

Ma oltre a stupire per l’estetica, la nuova Fiat 500 elettrica si fa notare per essere «equipaggiata con il sistema di guida autonoma di Livello 2, per la prima volta su una vettura nel segmento delle city car», spiegano da Fca.

Anche il suo grado di connettività è avanzato. «Dialoga con il guidatore dentro e fuori dall’auto – si è detto durante la presentazione in live streaming -, permette di impostare in anticipo il percorso di navigazione, di trovarla climatizzata all’arrivo. E una volta aperta l’auto, il cellulare sarà connesso in soli 5 secondi e non sarà più necessario utilizzare il cavo di ricarica».

Lo schermo da 10,25 pollici offre l’infotainment UConnect 5, utilizza Android mentre Apple Carplay è disponibile in modalità wireless. «La Nuova 500 propone una perfetta integrazione con il proprio smartphone offrendo uno schermo touch ad alta definizione, con sviluppo orizzontale che si integra perfettamente nella plancia della vettura, seguendone le linee».

Della nuova Fiat 500 elettrica la versione di lancio “La Prima” è in pre-booking da ieri, 4 marzo, e comprensiva di Easy Wallbox costa 37mila900 euro (cabrio), esclusi gli ecobonus. Le prime cinquecento vetture avranno il badge numerato “1 di 500” affiancato al nome del Paese in cui è stata acquistata oltre alla capote con il monogramma Fiat.

Approfondisci qui sugli Ecobonus 2020.

Nuova Fiat 500 elettrica, i sistemi Adas della launch edition

  • Intelligent Adaptive Cruise Control (iACC) and Lane Centering
  • Traffic-sign recognition
  • Autonomous Emergency Brake con riconoscimento pedoni e ciclisti
  • Intelligent Speed Assistant
  • Lane Control
  • Telecamera posteriore ad alta risoluzione
  • Sensori crepuscolari e abbaglianti automatici
  • Chiamata di emergenza
  • Freno di stazionamento elettronico

La tecnologia di monitoraggio con telecamera frontale monitora longitudinalmente e lateralmente tutti i dintorni della vettura. L’Intelligent adaptive cruise control frena o accelera, facendo attenzione a tutto: auto, ciclisti, pedoni. Il Lane centering mantiene la vettura al centro della corsia, quando vengono correttamente identificate le linee di demarcazione della stessa. L’Intelligent speed assist, invece, legge i limiti di velocità e suggerisce al conducente di impostarli, mentre l’Urban blind spot attraverso sensori ultrasonici controlla gli angoli ciechi e avvisa con un segnale luminoso triangolare – che appare sullo specchietto laterale – se ci sono degli ostacoli.

L’Attention assist poi, mediante avvisi sul display, consiglia di fermarsi e di prendere una pausa quando si è stanchi. Infine, i sensori a 360 gradi offrono una drone view per evitare tutti gli ostacoli, quando si parcheggia e nelle manovre più complesse.

E siccome le auto elettriche di nuova produzione devono avere obbligatoriamente un Acoustic vehicle alert system, la scelta di Fiat non è banale nemmeno in questo caso. Per richiamare ancora una volta alla Dolce Vita cui molti dettagli s’ispirano, ecco la musica di Amarcord di Nino Rota come avviso acustico per i pedoni, obbligatorio fino alla velocità di 20km/h.

Leonardo Di Caprio è il testimonial, ecco il messaggio pubblicitario

Nuova Fiat 500 “La Prima” non è soltanto la terza generazione di un’auto, è la terza reincarnazione di un’anima.

Un’anima che ispira il cambiamento dal 1957.

Un’anima pronta a ispirare il cambiamento ancora una volta.

Autonomia e ricarica: fino a 320 Km con una ricarica

L’autonomia della nuova Fiat 500 elettrica è dichiarata fino a 320 km nel ciclo Wltp, con batterie Lithium-Ion che hanno una capacità di 42 kWh. Viene consegnata il sistema fast charger da 85 kW di serie che consente di ricaricare l’auto in 5 minuti per potere percorrere 50 Km, cioè oltre la media di un utilizzo giornaliero. «Ssempre grazie alla ricarica veloce è possibile ricaricare l’80% della batteria in appena 35 minuti – spiega Fiat -. La presa “Combo 2” posizionata sulla fiancata posteriore destra della vettura consente la ricarica sia in corrente alternata sia continua, abilitando quindi il fast charger».

Per la ricarica domestica, Fiat ha rilasciato l’Easy Wallbox, un nuovo sistema che permette di collegarsi alla normale presa di casa.

Tre stili e comportamenti di guida per la migliore autonomia

Determinante per la guida elettrica è il comportamento nonché lo stile di guida del driver, anche per ottimizzare l’autonomia della vettura. Ecco che la nuova Fiat 500 elettrica è dotata di tre driving mode: Normal, Range e Sherpa.

In particolare, la modalità Sherpa consente al guidatore di arrivare a destinazione ottimizzando le risorse disponibili. Essa interviene su più elementi per ridurre al massimo il consumo energetico della vettura, proprio per assicurare il raggiungimento della destinazione impostata sul navigatore o della colonnina di ricarica più vicina. «Al pari di uno “sherpa himalayano”, che ha il controllo di tutta la spedizione e la indirizza alla meta, questa modalità di guida interviene su vari parametri».

Ad esempio, la velocità massima, che viene limitata a 80 km/h. Oppure la risposta all’acceleratore, in modo da ridurre il consumo di energia. Infine la disattivazione del sistema di climatizzazione e dei sedili riscaldabili, con la possibilità da parte del driver di riattivarli in ogni momento.

La modalità “Normal” è quella che avvicina il più possibile la guida a quella di un veicolo con un normale motore a combustione. La modalità “Range”, invece, attiva la funzione “one pedal drive”. Selezionandolo si procede con il solo pedale dell’acceleratore.

Il motore ha una potenza di 87 kW che consente la velocità massima di 150 km/h (autolimitata) e un’accelerazione in 9 secondi da 0-100 km/h e di 3,1 secondi nello 0-50 km/h.

Vedi qui la nuova Fiat 500 elettrica nel modello di lancio “La Prima”

 

Batterie veicoli elettrici
Precedente

Batterie delle auto elettriche: cosa c'è da sapere. Geotab ne misura il degrado

Rent2GO cresce
Successivo

Rent2Go cresce: due anni produttivi per il NLT dei dealer