AutoEventiGreenServiziSguardo sul futuroSocietà Nlt

Sifà apre a Torino e a Padova dopo un 2018 a 60 milioni

Sifà apre a Torino e a Padova, forte di un 2018 andato a gonfie vele. La Società italiana flotte aziendali anticipa l’apertura di nuove strutture anche in Sicilia e in Sardegna, nonché il rafforzamento del presidio in Puglia (a Bari). Anche nel caso del Veneto si tratta di un rinforzo, vista l’esistente sede di Padova.

Dopo aver  raggiunto un fatturato di circa 60 milioni di euro e un parco veicoli che ha superato le 10mila unità (qui anticipava la chiusura 2018 a 50 milioni, dunque ha superato le stime), l’azienda guidata da Paolo Ghinolfi, in partnership con l’azionista di riferimento Bper Banca, imposta il 2019 con progetti di ampliamento, che prevedono l’inserimento di nuove figure professionali, grazie a un progetto dedicato alle università.

“Siamo una società giovane con prospettive ambiziose spiega il direttore commerciale Sabino Fort stiamo proseguendo la nostra crescita in linea con le previsioni del piano pluriennale. Il tutto è possibile grazie al supporto del nostro azionista di riferimento, grande e solida banca nazionale, profondamente radicata nei territori in cui opera. Coltiviamo quindi quotidianamente il valore dell’italianità nella nostra attività di presidiodal Nord al Sud del Paese”.

Continua Fort:“L’investimento sul territorio avrà come naturale beneficio quello di stimolare l’innesto di nuove risorse all’interno del team: l’azienda crede molto nell’energia e nel talento dei giovani, meritevoli e motivati, ed è a loro che si rivolge in primo luogo”.

Ecco Tacc, Training for automotive companies creation, un percorso di studio per gli studenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia, interessati a realizzare un’idea imprenditoriale. Il progetto propone agli studenti lezioni in lingua inglese con docenti accademici, manager imprenditori, project work, meeting aziendali e laboratori per lo sviluppo della propria idea di startup nel settore automotive. Tra i promotori c’è Avl, la più grande impresa privata nel mondo per lo sviluppo, la simulazione e il testing di sistemi powertrain. Tacc è realizzato grazie al supporto di BPper Banca, Sifà e Kohler Lombardini. I partner sono Tecnopolo di Modena, Democenter Foundation, Marco Biagi e Stars & Cows Foundation.

Alla giornata di lancio della seconda edizione, il 6 marzo, ha partecipato Roberto Parlangeli, direttore centrale di Sifà, ispirando gli studenti con un keynote su intermodalità, ‘sensible city’ e re-innovazione dei servizi, stimolando la platea a rendersi parte attiva da subito per iniziative, anche locali, volte a una crescita sostenibile. Parlangeli seguirà, assieme ad altri tutor, l’intero progetto nello sviluppo successivo.

Infine, sempre con le accademie universitarie, è attiva una convenzione tramite la quale la società milanese attingerà a un bacino di profili qualificati per stage e tirocini.

Sifà è stata scelta da Barilla che ha richiesto un’attenzione speciale alla sostenibilità, per una flotta di ibride ed elettriche. Come spiega il blog della società in questo articolo.

automotive e lavoro
Precedente

Web e digital, in queste aree l'automotive offre lavoro

Brebemi
Successivo

Solo per Tir elettrici, è Brebemi dal 2021