AutoServiziSguardo sul futuroVideospace

Telematica nella mobilità: un ruolo sempre più centrale

Il ruolo della telematica nella mobiltà: quale evoluzione? Ne parliamo con Alberto Falcione, vice president sales di Targa telematics, primaria azienda di soluzioni tecnologiche che ha appena siglato un’intesa pluriennale con Fca. L’accordo riguarda la gestione delle flotte dei clienti business sul mercato europeo.

«La mobilità ha iniziato una rivoluzione prima dell’emergenza Coronavirus ed è destinata a cambiare una delle abitudini più consolidate delle persone – osserva -: ecco, la tecnologia è l’elemento abilitante dell’innovazione. Lo abbiamo visto con la telefonia. Con la mobilità sta accadendo lo stesso: nelle aziende l’auto era ed è ancora un benefit, mentre la smaterializzazione del possesso si sta ampliando ad altre fasce di popolazione. L’utente si sta abituando ad acquistare uno spostamento, che diventerà una combinazione di più modalità».

Telematica nella mobilità: nuovi player nell’arena

Tra gli argomenti di cui abbiamo parlato nella video intervista con il manager di Targa Telematics c’è l’evoluzione degli operatori di mobilità. Uno spazio in cui entrano le assicurazioni, ad esempio (leggilo qui). E ancora, i noleggiatori integrano il car sharing e le formule di medio termine. «Vari player si sono accorti che per avere un ruolo da protagonisti nella mobilità non basta più vendere un’auto, ma proporre viaggi e il fattore abilitante è proprio la telematica», incalza Falcione.

Come sta cambiando, quindi, la telematica dell’automotive: perché avrà un ruolo sempre più centrale nella mobilità? E ancora, l’esperienza Coronavirus quale nuova responsabilità le ha assegnato oppure ha sottolineato? Infine, quali sono gli strumenti a disposizione delle aziende per agevolare la mobilità privata dei dipendenti facendo leva sui propri asset?

Guarda e ascolta la video intervista

Targa Telematics e l’accordo con FCA

Tutti i modelli di auto connesse di Fca nell’area Emea (32 mercati) disporranno di My Fleet Manager, collegato all’omonimo portale web creato per l’occasione. E’ stata predisposta un’interfaccia semplice, intuitiva e totalmente accessibile da remoto. Per il controllo sulle attività, lo stato di servizio, la manutenzione e l’assistenza di ogni veicolo. «Tutto questo in tempo reale, senza muoversi dall’ufficio», spiegano da Targa Telematics. Sia per veicoli a motore termico sia a propulsione elettrica.

Continua la nota: «Gli obiettivi sono molteplici: spingersi oltre la semplice installazione di una black box capace di registrare e trasmettere i dati del veicolo e creare una vera e propria architettura tecnologica capace di dialogare con i singoli mezzi, integrare progressivamente su di essi servizi e soluzioni finalizzate a renderne la gestione e la manutenzione più efficaci ed efficienti, infine assicurare un’esperienza di utilizzo migliore, sia per il driver, sia per il fleet manager».

Accordo fra Targa Telematics ed FCA

Vanto della nuova soluzione “My Fleet Manager” saranno le funzionalità specifiche del portale per le vetture elettriche in arrivo quest’anno.

Infatti, Fca includerà un periodo di prova gratuito della soluzione My Fleet Manager in occasione del lancio del nuovo Ducato elettrico.

Nel caso dei veicoli elettrici, in particolare, la connettività è fondamentale. In quanto necessita di informazioni e di comunicazioni in tempo reale che solo un’auto connessa può fornire.

Ad esempio consente al fleet manager di:

  • Verificare il livello e lo stato di carica dei veicoli
  • Far partire la sessione di ricarica da remoto
  • Pianificare slot di ricarica avendo visione d’insieme di tutta la flotta
  • Impostare orario di partenza dei mezzi e fare in modo che i guidatori li trovino ad una temperatura di comfort (pre-conditioning)

i conti in tasca all'automotive
Precedente

I conti in tasca all'automotive: il Global Outlook 2020 di Alix Partners

Torna That's Mobility
Successivo

Torna That’s Mobility per far luce su lockdown e inquinamento