Un giugno da record per le immatricolazioni di auto in Europa

Un giugno da record per le immatricolazioni di auto in Europa, chiuso a più 5,2%, per un totale di quasi 1,6 milioni di autovetture nuove, sesto mese dell’anno che  ha segnato il il numero più alto mai registrato fino ad oggi secondo i dati Acea. Risultati però ben diversi nei cinque principali mercati dell’Unione che insieme assorbono il 71,3% delle immatricolazioni dell’area: ancora in calo il Regno Unito (meno 3,5%) ma anche l’Italia (a meno 7,3%, leggi qui), mentre ottimo l’andamento di nuove autovetture in Francia (più 9,2%), Spagna (più 8,%) e Germania (più 4,2%). Nel primo semestre dell’anno il segno più si è così attestato sul 2,9 per cento, raggiungendo le 8.449.247 unità. Crescita a doppia cifra per i nuovi Stati membri dell’UE, a più 11,4%, con la  Spagna a più 10,1%, la Francia a più 4,7% e la Germania a più 2,9%. Ancora segno negativo invece per Regno Unito, a meno 6,3%, e in Italia, a meno 1,4%.

Un giugno da record per le immatricolazioni di auto in Europa; FCA in calo ma boom per la Jeep

Il gruppo Fca ha venduto nel giugno da record dell’Europa dei 28 più i Paesi dell’Efta, 104.102 auto, ovvero il 2,6% in meno rispetto allo stesso mese del 2017, con una quota di mercato che scende dal 6,9% al 6,4%. Un calo salvato dal marchio Jeep che, con oltre 16 mila nuove immatricolazioni, registra un boom di vendite a più 72,1%. Per il brand, le immatricolazioni year-to-date sono state 90.300, in aumento del 67,6 per cento. Bene anche l’Alfa Romeo che, con 50.300 registrazioni, mette a segno un più 8,8 per cento. E 500 e Panda che dominano le vendite tra le city car, con una quota insieme intorno al 29 per cento nel semestre. Bene anche Renegade, Compass, Stelvio e Giulia. Nei primi sei mesi dell’anno il Gruppo ha immatricolato 596.800 auto, il 2,1% in meno rispetto allo stesso periodo 2017. La quota scende così al 6,9% dal 7,2% di prima.

Tra le Case costruttrici a giugno nuovo segno più del gruppo Volkswagen, al 12,7 per cento, arrivando nel primo semestre a un market share del 24,5%.Segue il Gruppo PSA in grande crescita grazie all’integrazione di Opel ma anche alle ottime perfomance di tutti i brand e di DS in particolare (più 27,3 per cento a giugno), con un 16,1% del mercato. Sul podio l’altro gruppo francese della Renault, al 10,6 per cento, seguito appunto da FCA e da Ford, anch’essa in calo al 6,9 per cento del mercato (era 7,2 per cento nel primo semestre 2017 nei paesi UE più i tre dell’EFTA). Leggeri cali anche per BMW e Daimler, prima di arrivare all’ottavo posto occupato da Toyota, con un ottimo più 13 per cento a giugno (più 5,8 per cento nel primo semestre), di Hyundai, più 5,5 e più 7,5 per cento. Chiude la Top ten Nissan, in consistente calo (meno 12,9 per cento a giugno e meno 9,6 per cento nei primi sei mesi dell’anno). Tra le altre ottima la perfomance a giugno di Volvo, con un più 29 per cento, che fa chiudere il primo semestre del brand cino-svedese a più 7 per cento.

modelli elettrici in arrivo
Precedente

L'avanzata delle auto elettriche - I modelli elettrici in arrivo (2)

Maserati My19
Successivo

Le Maserati My19 al Goodwood Festival of Speed