Volkswagen Enel X joint venture

Insieme per l’elettrico: la joint venture di Volkswagen ed Enel X




Il Gruppo Volkswagen Italia ed Enel X hanno firmato un accordo per supportare la diffusione dell’elettrico tramite la creazione di una joint venture. Il piano prevede la realizzazione di oltre 3.000 punti di ricarica entro il 2025. Saranno compatibili con ogni tipo di auto e aperti a tutti i fornitori di servizi.

I charging point operator (Cpo) avranno una capacità Hpc (high power charging) fino a 350 kW e saranno 700 le località italiane in cui si potrà rifornire la propria auto elettrica con un caricatore ultra fast.

«Lo si potrà fare a Roma, a Milano, a Torino; prima in tutti i capoluoghi di provincia e via via anche in altri Comuni in Italia», afferma Francesco Venturini, ceo di Enel X.

Volkswagen ed Enel X, una joint venture per la diffusione dell’elettrico

«Questa joint venture è un ottimo esempio di lavoro di squadra». Ecco come definisce l’unione Massimo Nordio, amministratore delegato di Volkswagen group Italia.

La visione delle due compagnie è, difatti, allineata in questa partnership, il cui fine è – come detto – l’accelerazione della diffusione dell’elettrico. Obiettivo che sembra essere effettivamente raggiungibile secondo i due colossi, ma l’elemento necessario per la definitiva transizione (in linea con la mission del progetto) sta proprio nella messa a disposizione delle infrastrutture di ricarica.

«È importante far vedere che qualcosa sta accadendo» afferma Venturini. Secondo le società, solamente tramite azioni concrete, infatti, si può dare un effettivo impulso alla mobilità a zero emissioni.

Volkswagen ed Enel X, attraverso la creazione di questa joint venture – paritetica e a pieno titolo – per la diffusione dei charging point operators, faranno sì che molti italiani decidano di passare all’elettrico più rapidamente.

Entrambe le aziende sono fortemente impegnate nella transizione alla e-mobility.

Ricordiamo, infatti, che hanno già collaborato nel nuovo Enel X store a Roma, stazione di ricarica ultra veloce di corso Francia.

Inoltre, entrambe le aziende partecipano all’iniziativa European CEO alliance, un’alleanza di 12 soggetti operanti in diversi settori e nazioni per la riduzione delle emissioni, in linea con il Green deal europeo.

La rete di ricarica charging point operator

I punti di ricarica saranno accessibili a tutti, dunque fruibili anche da parte di altri fornitori di servizi, grazie a piattaforme di interoperabilità.

Le zone scelte per l’installazione delle stazioni di rifornimento sono i centri urbani, con una particolare attenzione alle tratte più percorse dai pendolari e alle principali strade extra-urbane. In questo modo, infatti, Volkswagen ed Enel X vanno incontro a qualsiasi esigenza dei clienti.

«Entro il 2025, grazie alle iniziative del Gruppo, nel continente europeo saranno installati 18.000 punti di ricarica», aggiunge Thomas Schmall, membro del board di Volkswagen.

Ciò corrisponde ad un terzo dell’infrastruttura ad alta potenza necessaria in Europa.