La piazza di Tel Aviv apre agli eventi rispettando le nuove norme di sicurezza

  

A Tel Aviv la fase 2 comprende anche la possibilità di organizzare eventi nella piazza principale della città.

Nel rispetto delle linee guida del Ministero della salute e della legislazione di emergenza in relazione all’epidemia Covid19, l’amministrazione comunale ha infatti posizionato nella famosa Rabin Square 250 adesivi di 60 per 60 centimetri.

Gli adesivi sono posizionati a 2 metri di distanza così da garantire ai cittadini il rispetto distanziamento sociale durante lo svolgimento di attività pubbliche ed eventi.

Inoltre, a partire dalla prossima settimana, il comune metterà a disposizione kit da utilizzare per l’organizzazione di eventi e manifestazioni. Il kit include: un sistema di amplificazione portatile, un microfono, e un podio mobile.

Scopri le linee guida di Federcongressi&eventi per organizzare eventi in sicurezza.

«La città di Tel Aviv ha sempre santificato la libertà di parola e la piazza centrale della città è stata il luogo prescelto per importanti raduni e manifestazioni», commenta il sindaco della città Ron Huldai. «Il rispetto della democrazia è particolarmente importante in questo momento e quindi abbiamo deciso di organizzare Rabin Square e le altre piazze della città in modo che siano a disposizione di chiunque voglia far sentire la propria voce».

Il centro congressi di Tel Aviv progetta un nuovo business hotel

Tel Aviv negli ultimi anni ha guadagnato popolarità a livello internazionale imponendosi come un hub di arte, innovazione e multiculturalismo. La città metropolitana è il principale centro economico di Israele. Ha 11.000 camere d’albergo e il suo Expo Tel Aviv è il centro congressi più conosciuto del paese. Si compone di 8 padiglioni e 20 sale congressi, per una superficie complessiva di 25.000 metri quadrati.

Tel Aviv

Il rendering di una delle 500 camere del business hotel che sorgerà adiacente al centro congressi

Attualmente è in fase di progettazione la realizzazione di un business hotel adiacente al centro congressi: avrà 500 camere e 5 tra ristoranti e caffetterie.

Il riferimento per i planner è il Tel Aviv Convention Bureau: scopri qui mission e servizi.

Approfondisci qui gli incentivi per gli organizzatori che scelgono Israele per il proprio evento.

musei per eventi
Precedente

Musei per eventi che raccontano la storia e la passione per le automobili

linee guida fiere
Successivo

Linee guida fiere: ecco i protocolli UFI e Aefi per riaprire in sicurezza