MissiOnewsTech & WebTrasporti

Pagamenti in trasferta, se ne occupa un nuovo programma Visa

Nasce il Transportation Center of Excellence, nuovo programma Visa che si prefigge di reinventare i pagamenti di auto, treni e aerei durante le trasferte, migliorando l’esperienza dei viaggiatori.

Realizzato in collaborazione con i fornitori di servizi di trasporto (tra gli altri compagnie aeree, produttori di auto, società di noleggio e che gestiscono i parcheggi e le stazioni di rifornimenti di carburante) e sviluppato dall’Innovation Center di Londra, il programma Visa mette insieme le capacità e le finalità degli altri servizi Visa (Visa Developer Platform, Visa Token Service, Visa Ready for Transit e Visa Global Transit Solutions) con il suo network globale di Studi e Centri per l’Innovazione (riguardo a Visa, leggi qui l’annuncio dell’acquisizione di Fraedom).

“I consumatori di oggi vogliono semplicemente raggiungere la loro prossima destinazione in modo facile e veloce, sia quando devono spostarsi quotidianamente per andare al lavoro, sia quando stanno andando in vacanza – ha dichiarato Bill Gajda, Senior Vice President, Innovation and Strategic Partnerships di Visa -. Sfortunatamente, acquistare i biglietti, pagare il parcheggio o far benzina è spesso scomodo, dato che può comportare lunghe code, l’uso di macchine complicate e di sistemi antiquati per l’emissione dei biglietti. Il Centro di Eccellenza per i Trasporti studia come le nuove tecnologie possono trasformare l’esperienza dell’utente attraverso l’utilizzo delle credenziali digitali al fine di rendere più semplice per i fornitori di servizi di mobilità l’integrazione senza interruzioni della fase di pagamento durante gli spostamenti”.

Migliorare l’esperienza di viaggio, ecco l’obiettivo del programma Visa

Facendo leva sulla capacità di Visa nel lavorare con le aziende di trasporti come Transport for London (il servizio di trasporto pubblico londinese) e Uber, il Centro di Eccellenza per i Trasporti è progettato per migliorare l’esperienza del consumatore durante gli spostamenti. Come parte integrante del nuovo programma, Visa ospita sessioni di coproduzione nel suo Innovation Centre di Londra con i suoi partner nell’ambito dei trasporti, dei servizi bancari e nel retail, con l’obiettivo di rimuovere le difficoltà tecniche insite negli spostamenti e creare nuovi e più semplici modi attraverso cui i consumatori possono accedere e pagare. Utilizzando un design human-centred, il programma incorpora le nuove tecnologie emergenti al fine di sviluppare le competenze nei settori chiave dei trasporti.

Focus sulle auto con il programma Visa

Secondo il report “The Business Intelligence Connected Car“, ci saranno più di 293 milioni di auto connesse sulla strada entro il 2025, motivo per cui Visa sta lavorando con alcuni dei più grandi produttori mondiali per trovare le modalità per inserire in maniera sicura e senza rischi, i pagamenti all’interno dei sistemi computerizzati di bordo.

programma VisaGli esempi di un primo impiego comprendono il pagamento del carburante, il cibo e l’assicurazione. Dal momento che i comportamenti dei consumatori continuano ad evolvere, i casi di utilizzo futuri potranno includere l’uso delle credenziali di Visa per condividere una corsa, pagare un’assicurazione in base ai chilometri, e ricaricare un‘auto elettrica mentre si è in viaggio.

Parcheggi e trasporti pubblici

Nell’Innovation Center di Londra, Visa sta collaborando con start up e società fintech per implementare nuove tecnologie che possono aiutare a eliminare i punti problematici sia quando si tratta di trovare un parcheggio sia quando si tratta di pagarlo. Inoltre, il servizio Visa si sta concentrando anche sui trasporti pubblici grazie al programma Visa Global Transit Solutions, che ha identificato i pagamenti contactless come modo per semplificare il viaggio dei pendolari. Allo stesso tempo, Visa sta valutando come sarà la prossima generazione di trasporti pubblici, in cui servizi di localizzazione, bluetooth e biometria potranno rendere il viaggio ancora più semplice.

Compagnie aeree

Visa ha ospitato sessioni di coproduzione con le compagnie aeree più grandi del settore, collaborando con loro nell’esaminare le fasi che compongono il viaggio come pianificazione, acquisto del biglietto, esperienza di volo resa possibile dalle nuove tecnologie, tra cui la realtà virtuale.

A proposito di pagamenti virtuali, scopri i risultati dell’ultimo studio di HRS sul settore alberghiero.

discover Italy
Precedente

Alitalia presenta Discover Italy e rilancia su Bt e su Cargo

Ryanair, accordo con i sindacati
Successivo

Ryanair, accordo con i sindacati e nuove rotte in arrivo