MissiOnewsTrasporti

Offerte a misura di aziende

  

Il mercato del noleggio a breve termine gode di buona salute. Secondo i dati pubblicati lo scorso aprile da FiseAniasa, Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici, nel 2005 i rent a car hanno registrato un fatturato complessivo di 829 milioni di euro, in crescita del 3%. Rispetto al 2004 è rimasta stabile la durata media dei noleggi (7,2 giorni), mentre è diminuito del 6% il prezzo medio, grazie alle strategie messe in atto dai rent a car per contenere i costi e proporre tariffe più accessibili (vedi tabella in formato Pdf).

Ma quali target di clientela contribuiscono in maggior misura a questo risultato? Nonostante le società di noleggio a breve termine puntino tradizionalmente sul turismo leisure, proponendo un’ampia gamma di tariffe dedicate (basti pensare alle classiche tariffe week-end, o alle promozioni legate a eventi sportivi e manifestazioni), una percentuale elevata di contratti è stipulata da chi viaggia per lavoro. Interpellati da noi, ad esempio, Maggiore Rent, Europcar e Italy by Car dichiarano che circa il 55% della loro clientela è composta da viaggiatori d’affari. Sicily by Car e Targarent, invece, si attestano al 40%. Identica la percentuale per Avis, che mantiene un’elevata componente business, nonostante negli ultimi anni abbia concentrato le proprie strategie sul rafforzamento del turismo individuale. Più “vacanziera”, invece, la clientela di Budget Autonoleggio: l’azienda, fondata negli Usa alla fine degli anni Cinquanta e sbarcata in Italia da pochi mesi, in fase di start up ha “catturato” una clientela composta per circa il 20% da viaggiatori d’affari.

Alle aziende i noleggiatori propongono un ampio ventaglio di formule contrattuali, dai noleggi giornalieri a quelli plurimensili (ad esempio Maxirent di Avis, o il nuovo Rent3+ di Europcar). Offrono, inoltre, servizi dedicati, programmi fedeltà e pagine online accessibili tramite password, sulle quali è possibile visualizzare le tariffe negoziate, i termini di pagamento ed effettuare direttamente le prenotazioni.

Avis Autonoleggio

Per comprendere meglio le offerte delle società di noleggio a breve termine per il segmento corporate abbiamo interpellato i principali operatori del settore, a cominciare da Avis Autonoleggio. Nata nella seconda metà degli anni Cinquanta come filiale del colosso americano Avis, la società dipende dal gruppo Avis Europe, che si è distaccato dalla casa madre americana nel 1986 ed è quotato alla Borsa di Londra. Attualmente il suo azionariato è composto dalle società D’Ieteren, General Motors e Avis Inc.

Nel nostro paese Avis è operativa con una flotta di circa 19mila autovetture, a cui si aggiungono camper e veicoli commerciali. Presente in maniera capillare sul territorio (conta oltre 235 uffici in tutta la penisola), la società ha chiuso il 2005 in positivo, nonostante, come altre realtà del settore, abbia risentito dello sciopero delle bisarche che, nel mese di maggio, ha impedito le consegne delle case automobilistiche. Sostenuto, in particolare, l’incremento dei noleggi individuali, a conferma della validità delle strategie messe in atto negli ultimi anni per potenziare proprio questo segmento. «Il cambio di strategia operato da Avis negli ultimi anni e volto potenziare il segmento dei noleggi individuali ha parzialmente ridotto il peso della clientela business sul totale dei nostri contratti: tuttavia, il 40% dei nostri clienti sono viaggiatori d’affari– spiega Giulio Montelatici, marketing and sales director di Avis Italia -. Attualmente il 35% dei noleggi Avis viene effettuato attraverso le agenzie di viaggio, di queste il 10% sono travel management company. Va detto, però, che molte imprese effettuano le prenotazioni direttamente sul nostro sito Internet.

«Per le aziende che stipulano convenzioni con noi abbiamo creato delle pagine in rete ad hoc, che consentono una prenotazione facilitata – prosegue Montelatici -. Accedendo alla pagina, il cliente trova il profilo dell’azienda, con le tariffe negoziate e le indicazioni sulle modalità di fatturazione».

E veniamo agli accordi stipulati dalla società con le imprese. «Concordiamo con le aziende tariffe negoziate – dichiara Montelatici -. Proponiamo un ampio ventaglio di soluzioni, dai noleggi brevi ai contratti plurimensili, dal noleggio dei furgoni a quello con autista. La nostra clientela è variegata e comprende aziende di tutte le dimensioni, dalle multinazionali alle pmi, che non raggiungono ingenti volumi. Spesso, però, le pmi trovano soluzioni adatte alle proprie esigenze anche senza negoziare tariffe preferenziali, accedendo alle numerose soluzioni prepagate disponibili sul sito Avisautonoleggio.it».

Numerosi i servizi per il segmento corporate, dall’assistenza tramite call center, alle carte Wizard, che consentono di accedere da tutti gli uffici di Avis nel mondo al profilo del cliente e ai suoi dati. «Di recente, inoltre, abbiamo rilanciato il Servizio 24 ore – conclude Montelatici -: il cliente può noleggiare una vettura in qualsiasi momento dell’anno, 24 ore su 24. Il servizio è disponibile in tutti i capoluoghi, ma anche in numerose altre province».

Budget Autonoleggio

E veniamo a Budget Autonoleggio, compagnia fondata nel 1958 da Morris Mirkin, in California. Di proprietà del gruppo Avis plc, la società dispone di oltre 3000 uffici (800 dei quali ubicati nei principali aeroporti) in oltre 120 paesi e di un parco auto di 150mila auto e furgoni.

L’ingresso di Budget Autonoleggio in Italia risale alla fine dello scorso anno. Attualmente il rent a car conta 15 stazioni distribuite in tutta la penisola, ma entro la fine del 2006 intende raggiungere quota 50 uffici e una flotta di 1500 autovetture. Ambiziosi anche gli obiettivi sul lungo periodo: a detta del management, nell’arco dei prossimi cinque anni verrà quintuplicata la rete e raggiunto il 5% del market share. «Non vogliamo competere con i giganti del mercato – ha dichiarato il presidente della società, Fausto Federici –, ma raggiungere le nicchie che hanno bisogno di un nuovo tipo di servizio. Prima caratteristica dell’offerta Budget è l’introduzione del “noleggio di prossimità”: alle stazioni di noleggio si affiancheranno i Budget point, che consentiranno di ritirare e restituire le vetture non lontano da casa o dall’ufficio, evitando inutili perdite di tempo. E ancora, dedicheremo molta attenzione alla flotta, il cui 30% sarà costituito da vetture di categoria medio-alta».

«Attualmente la nostra flotta propone dieci categorie di autovetture, per un totale di oltre 30 modelli delle maggiori case autonobilistiche – spiega Marco Calzavara, responsabile attività e sviluppo -: partiamo dalle economy (ad esempio la Ford K), per arrivare alle luxury (Audi A6 3.0 e Bmw serie 5)».

Numerose le formule contrattuali proposte alle aziende. «Fiore all’occhiello di Budget Italia – continua Calzavara – è il noleggio a medio termine, da 3 a 9 mesi, ideale per la clientela business».

Europcar

Proseguiamo con Europcar, società fondata nel 1949 a Parigi e attualmente presente in circa 143 paesi in tutto il mondo. In Italia la società è attiva dal 1974 e oggi conta 227 uffici in tutta la penisola, con una flotta di circa 26mila veicoli. «Gli accordi stipulati da Europcar – spiega Silvia Desideri, travel trade manager del rent a car – hanno in genere validità di un anno. Alla scadenza possono essere prorogate o rinegoziate. Alcuni clienti, a fronte di determinati impegni di fatturato, hanno diritto a condizioni speciali in aggiunta a quelle standard (scalette sconto, commissioni ecc.). Inoltre, possono essere stipulate promozioni speciali valide per particolari periodi (ad esempio la bassa stagione), applicate a determinate aree o categorie di vetture».

Per la clientela business, e in special modo per le piccole e medie imprese, di recente Europcar ha messo a punto la nuova formula di contratto a medio termine Rent3+. Le aziende possono scegliere tra tre differenti tipologie di contratto: Rent 3+ è la formula base che permette il noleggio semestrale di una delle vetture disponibili nella flotta; Rent 3+ Gold, invece, consente di ordinare un’auto nuova, scegliendo il modello e il colore; Rent 3+ Platinum, infine, offre all’azienda l’opportunità di ordinare l’auto nuova scegliendo non solo il modello e il colore, ma anche alcuni accessori. Qualunque sia l’opzione prescelta, il cliente riceve due carnet con voucher validi per i noleggi durante il week-end e per il lavaggio gratuito delle auto presso le stazioni di Europcar in Italia. Tutte le auto sono dotate di navigatore satellitare e ai clienti viene offerto un buono sconto di 500 euro per l’acquisto dell’usato. Ulteriori vantaggi per i clienti derivano dalla partnership con catene alberghiere, banche e altri fornitori: ad esempio la copertura assicurativa per i bagagli e la protezione in caso di infortuni.

Hertz

Passiamo a Hertz, rent a car fondato a Chicago nel 1918. A livello mondiale, la compagnia conta 8100 agenzie in tutto il mondo ed effettua 25 milioni di noleggi all’anno. La filiale italiana, attiva dal 1960, conta 230 uffici. «Il business travel è un settore che ci vede protagonisti da sempre – spiega Gianluca Pinto, marketing manager di Hertz -. Anche in momenti di non favorevole congiuntura economica, le aziende si rivolgono a noi per contenere i costi dei propri spostamenti.

«Nell’attuale congiuntura economica le aziende hanno bisogno di sempre maggiore flessibilità – prosegue Pinto -. Per venire incontro a tale esigenza Hertz propone formule di noleggio giornaliere, settimanali, mensili e plurimensili, con una durata fino a undici mesi rinnovabili e il cambio della vettura ogni 7-9 mesi. Con il noleggio plurimensile le aziende non sprecano tempo prezioso in pratiche burocratiche: noi ci facciamo carico della manutenzione ordinaria e dei tagliandi, e, in caso di sinistro, della riparazione della vettura. Con il noleggio mensile, invece, l’azienda non è impegnata e può liberamente scegliere se rinnovare il contratto, cambiare il modello (provando i nuovi modelli delle migliori case costruttrici) o restituire la vettura in base alle specifiche esigenze del momento».

Hertz fornisce alla clientela strumenti informatici che velocizzano e semplificano le prenotazioni. «Abbiamo ideato dei “microsite”, pagine in rete dedicate alle singole aziende con i codici di prenotazione pre-inseriti – afferma Pinto -. Basta inserire il luogo e la data per avere subito una quotazione e prenotare la vettura in 8100 agenzie Hertz nel mondo, 24 ore su 24. Per risparmiare tempo è disponibile, inoltre, anche il club Hertz #1 Gold: basta prenotare e recarsi nei punti di noleggio Hertz in tutto il mondo per trovare l’auto già pronta nel parcheggio».

Italy by Car

La società di noleggio Italy by Car è stata fondata dalla famiglia Dragotto Pitruzzella nel 1980. Nel 1995 è diventata licenziataria per l’Italia di Thrifty Car Rental, colosso americano dell’autonoleggio. Risale al 2004 l’acquisizione anche del marchio Dollar Rent a Car, società americana di autonoleggio che conta oltre 260 licenziatari in tutto il mondo. Oggi Italy by Car, sotto la guida di Francesco e Giuseppe Dragotto, opera nella penisola con circa 40 uffici, una flotta di 3000 autovetture, 110 dipendenti e circa 20 milioni di euro annui di fatturato.

Per i business traveller la società ha messo a punto un programma fedeltà basato sull’emissione di carte Identification che garantiscono l’accesso a servizi e tariffe privilegiate. A questa iniziativa si aggiungono le carte Gold, che consentono il pagamento a ricezione della fattura. Sono previste anche convenzioni con le associazioni di categoria (tra le altre, Confindustria). Ampia, infine, la gamma di tariffe speciali su determinati segmenti di autovetture e di offerte promozionali.

Maggiore

Proseguiamo con Maggiore, società nata in Sicilia nel 1947. Attualmente la compagnia dispone di una flotta di 20mila veicoli e comprende due realtà operative: Maggiore Rent, dedicata ai noleggi a breve termine (con e senza autista, di furgoni, scooter e auto elettriche), e Maggiore Fleet, che propone noleggi da 12 a 48 mesi.

Maggiore Rent conta oltre 170 agenzie in Italia ed è presente all’estero attraverso i partner internazionali National e Alamo. «Stipuliamo con le imprese convenzioni che consentono di accedere ai nostri servizi – spiega Stefano Gargiulo, direttore commerciale di Maggiore Rent – a condizioni particolari con la massima personalizzazione del servizio. Iniziative promozionali e tariffe speciali sono disponibili anche per i clienti business che non hanno una convenzione.

«Inoltre, Maggiore propone Maggiore Club, programma fedetà destinato ai “frequent user” – prosegue Gargiulo -. L’iniziativa consente di accedere a tariffe riservate particolarmente vantaggiose e ad altre opportunità non direttamente connesse al noleggio veicoli, grazie a importanti partnership con i principali operatori del trasporto aereo e ferroviario».

Sicily by Car

Continuiamo la panoramica con Sicily by Car. Nata in Sicilia nel 1963, la società ha perseguito, nel corso degli anni, un ambizioso programma di crescita che le ha permesso di espandersi su tutto il territorio italiano, assumendo nel 1977 il marchio Auto Europa. Attualmente conta un parco auto di circa 3500 vetture e un network di 51 uffici dislocati nelle più importanti città italiane, presso gli aeroporti e nelle località turistiche di maggiore interesse. Nel 2005 la compagnia ha registrato un fatturato di quasi 18 milioni di euro, con un incremento del 25,5% rispetto al 2004.

«In passato abbiamo proposto tariffe speciali per le aziende ma, alla fine del 2004, dopo un attento studio del mercato, abbiamo deciso di proporre ai nostri clienti un’unica tariffa promozionale, valida tutto l’anno e nettamente inferiore rispetto a quella dei nostri competitor – dichiara il management della società -. Si tratta della più bassa tra tutte le nostre tariffe, disponibile sul nostro sito o tramite call center».

Sixt

E veniamo a Sixt, società di autonoleggio fondata nel 1912 in Germania e presente in Italia dal 1998 con due sedi a Roma e a Fiumicino e oltre 150 uffici distribuiti su tutto il territorio. Nel 2005 la compagnia ha registrato un incremento del fatturato del 20% rispetto all’anno precedente. A detta del management, il 30% della clientela è composto da business traveller. Con le aziende la società stipula accordi quadro e propone un’ampia gamma di tariffe promozionali e offerte speciali.

Targarent

Concludiamo con Targarent, società del gruppo Fiat nata a supporto dell’attività delle concessionarie del Gruppo e divenuta nel 2001 una vera e propria società di noleggio a breve termine. Da allora ha creato un’ampia rete di uffici (diretti e licensee) su tutto il territorio nazionale, passando dai 25 punti di noleggio e 1800 veicoli del 2003 ai più di 90 uffici e 3000 vetture di oggi. Nel 2005 il fatturato della società è cresciuto del 20% rispetto all’anno precedente.

«Sigliamo con le aziende accordi di breve e medio termine (durata massima di sei mesi) – spiega Paolo Ruco, amministratore delegato di Targarent -. Tutte le società con le quali stipuliamo convenzioni hanno la possibilità di estendere ai propri dipendenti, per uso privato, le condizioni e le tariffe concordate. Poniamo la massima attenzione nei confronti delle esigenze della clientela. Per questo creiamo offerte “taylor made”, sia per quanto riguarda i prezzi sia per quanto concerne le condizioni e i servizi accessori, dalla consegna e ritiro della vettura, ai termini assicurativi personalizzati, alla fatturazione e reportistica mensile o annuale, ai prodotti accessori al servizio di noleggio (ad esempio, il navigatore satellitare portatile)».

Mission N. 4, maggio 2006 – testo di Arianna De Nittis

Precedente

Tyco Heathcare Italia: sinergie con i meeting

Successivo

Rent a car: contratti in breve