AccomodationMissiOnewsPersone

La piena espansione italiana di Rocco Forte Hotels

“Siamo in piena espansione italiana e oggi abbiamo più hotel che in altri Paesi: sono contento di questo, sono nato in Inghilterra e sto facendo molto di più nel Belpaese perché è la migliore destinazione turistica del mondo. Cultura, persone, buon cibo: l’Italia ha tutto. Le presenze nelle nostre strutture sono per il 40% italiane, quindi la mia intenzione è coprire il Paese con alberghi Rocco Forte”, così il presidente e AD della catena che porta il suo nome, Sir Rocco Forte, ieri sera a Milano per presentare i tre nuovi gioielli.

Entrano nel portafoglio di lusso, teatri di scena per eventi della moda e dell’automotive tra i settori industriali più fedeli, il Torre Maizza in Puglia, il De La Ville a Roma (apre il 23 maggio) e il Villa Igiea a Palermo, che fino a settembre rimane operativo per evadere le prenotazioni e gli eventi confermati, per poi chiudere fino a giugno 2020 quando riaprirà completamente rinnovato.

In buona sintesi, la catena raddoppia da tre hotel a sei e questo sancisce il momento d’oro dopo le iniziali delusioni che forse si ricorderanno, di quando le lungaggini burocratiche irritavano Sir Forte che vuole restituire all’Italia la “catena di lusso che manca”, per sua reiterata ammissione.

“Sì, in Sicilia ho avuto molte difficoltà, in generale è difficile per uno straniero comprendere come muoversi nella burocrazia – spiega a Mission -, ma oggi va bene rispetto agli anni della crisi fra il 2008 e 2009 quando il nostro fatturato crollò del 40%. Ho dovuto recuperare e da due anni l’andamento è positivo. L’Italia è nel mio cuore, qui posso chiedere tariffe alte e non crediate che sia così altrove. Nel Regno Unito o in Germania, fuori dai grandi centri il pricing non tiene. Invece le mete stagionali italiane esclusive spaziano e ci permettono quell’ospitalità di lusso-boutique come piace a noi. Non avevo mai realizzato una struttura da 40 camere come a Savelletri di Fasano (Brindisi) e mi è piaciuto tantissimo”. Nei prossimi dieci anni, Forte intende aprire in altre città che offrono cultura, unicità e bellezza.

Rocco Forte

A Roma, l’hotel De La Ville

Rocco Forte in Puglia, Sicilia e in cima alla scalinata eterna

Le new entry sono tre, la prima è la masseria Torre Maizza aperta il 1° maggio scorso. Fra bianca pietra di Trani e bouganville, la struttura appena riaperta ha affrontato un ampliamento di 10 camere per sei milioni di euro d’investimento. Ogni suite ha un giardino privato. In Sicilia è presente il Verdura resort a Sciacca, noto per il campo da golf, l’immensa Spa e per essere stato la location di uno dei quattro blindatissimi “Google Camp” nel 2018 (il primo, sempre al Verdura, si è tenuto nel 2015), con 300 ospiti illustri invitati dal gigante di Mountain View, che e quest’anno sembra abbia scelto Trapani per l’edizione 2019. L’isola è un chiodo fisso anche di Rocco Forte che ha rilevato dai complessi immobiliari in liquidazione di Amt Real Estate Spa e di Acqua Marcia Turismo il Villa Igiea di Palermo per 25,5 milioni di euro con il sogno di ri-trasformarlo in un altro avamposto da favola.  Infine, l’imminente bis romano: dopo l’hotel De Russie aperto vent’anni fa, celebre per tutte le presentazioni delle maison della moda, ecco l’hotel De La Ville che apre fra due settimane. Si trova in cima alla scalinata di Trinità dei Monti, ospiterà le prime cinque suite private affacciate su Piazza di Spagna e in tutto ha 104 camere. Tre i ristoranti e altrettanti bar tra cui l’immancabile rooftop, spazi per il Mice e una corte interna sui giardini di Villa Borghese, la Spa.

Vedi qui il video teaser del nuovo albergo a Roma.

Il futuro di Sir Forte è di continuare il mestiere di hotelier ampliandosi in Italia, con nuovi indirizzi a Milano e a Venezia, tra gli altri, per portare avanti l’eredità di papà Carmine, che emigrò in Scozia da Frosinone ai primi del Novecento, divenne barone nel 1981 con il nome di Charles e membro della Camera dei lord con Margareth Thatcher. Gli alberghi oggi sono 11: il Savoy, Firenze; The Balmoral, Edimburgo; Assila Hotel, Gedda; Astoria, San Pietroburgo; Hotel Amigo, Bruxelles, Brown’s a Londra; Villa Kennedy a Francoforte; Hotel de Rome, Berlino; The Charles a  Monaco, oltre a quelli citati.

Per approfondire sull’hospitality, a questo link aggreghiamo le notizie con la keyword “hotel”.

Ndc
Precedente

NDC sempre più scalabile: Amadeus prova una nuova interfaccia

convention Gattinoni
Successivo

Gattinoni in convention, per un salto nel futuro