scioperi aerei luglio 2024

Scioperi aerei luglio 2024: disagi a Linate, Malpensa, Fiumicino e Bergamo

CUB proclama uno sciopero di 4 ore il 5 luglio che causerà disagi e ritardi a Milano Malpensa e Roma Fiumicino. Lo stesso giorno, proteste a Venezia Tessera. Gli ultimi scioperi del mese saranno poi concentrati il 21 luglio, tra cui quello a Orio Al Serio.

Ancora scioperi aerei anche a luglio 2024, in questo mese concentrati nei giorni del 5 luglio, venerdì e del 21, domenica.

Dopo la serie di agitazioni che ha scosso il mese di giugno alimentando ritardi e cancellazioni dei treni, anche questo mese assisteremo a una serie di proteste.

Vediamoli nel particolare, con singole date ed elenco di quelli trascorsi o in arrivo nel mese.

Scioperi da metà mese: proteste a Orio Al Serio e Linate il 21 luglio

Il 21 luglio assisteremo a tre scioperi. Il primo, proclamato da RSU, è di carattere nazionale e interesserà il personale della società Enav/Techno Sky a Milano Linate e Monte Settepani. Uno sciopero che durerà 4 ore, dalle 13 alle 17.

Si prosegue con una seconda protesta all’aeroporto di Bologna durante il mese, questa volta riguardante il personale di Aviapartner per 4 ore, dalle 13 alle 17.

All’aeroporto di Olbia Costa Smeralda assisteremo poi alla mobilitazione locale del personale dell’istituto di vigilanza Coopservice, per 4 ore: dalle 13 alle 17.

Concludiamo, infine, con lo sciopero interregionale di Enav Bergamo Orio Al Serio, sempre di 4 ore, dalle 13 alle 17.ù

Se aveste la partenza dall’aeroporto in questione, vi raccomandiamo di contattare la vostra compagnia prima di mettervi in viaggio.

Scioperi di fine luglio

Da rilevare che teoricamente in Italia al settore dei trasporti tricolore non è consentito scioperare tra il 27 luglio e il 5 di settembre: è quindi poco probabile che si verifichino altre interruzioni del servizio aereo nel corso del mese.

Scioperi trascorsi, inizio Luglio 2024

5 luglio: scioperi aerei a Malpensa e Fiumicino

CUB Trasporti ha indetto due scioperi aerei durante la giornata del 5 luglio che interesseranno due tra i maggiori aeroporti del Paese, Milano Malpensa e Roma Fiumicino, causando scioperi e cancellazioni per 4 ore, dalle 13 alle 17.

In seguito al rifiuto di Alha Airport Fco al tentativo di avviare un confronto su temi quali le maggiorazioni relative al lavoro straordinario calcolate sulla nuova rendicontazione delle ore, la pulizia della sala adibita per la consumazione del pasto, la tutela e la sicurezza dei lavoratori e il versamento degli aumenti dell’indennità in una soluzione unica (come leggiamo dal sito di CUB), il sindacato si è mobilitato per quattro ore.

«Non è stato possibile proclamare una astensione dal lavoro per 24 ore, in quanto la Legge 146/90 e la L.83/00, le quali definiscono le modalità e le tempistiche dell’esercizio del diritto di sciopero in Italia (normativa tra le più restrittive d’Europa!), impongono che la prima proclamazione di lotta, non possa superare le 4 ore complessive». Questo il commento del sindacato sulla durata della protesta.

Le proteste interregionali della giornata a Bologna e Venezia

Si parte il 5 luglio con lo sciopero di 4 ore (dalle 13 alle 17) del personale aziende handling e gestore dell’aeroporto di Bologna.

Osr Flai Trasporti e Servizi ha poi annunciato due scioperi della durata di 4 ore, dalle 13 alle 17, all’aeroporto di Venezia Tessera rispettivamente de:

  • I lavoratori di Sicuritalia Ivri Vigilanza 
  • Il personale di Gh Venezia
  • I lavoratori di ENAV APT

Lascia un commento

*