Con Cava del Sole Matera diventa destinazione per eventi

Cava del Sole è la location che fa di Matera non solo la Capitale Europea della Cultura ma anche una destinazione per eventi e congressi (leggi qui la descrizione della venue). Ricavata da una cava settecentesca da cui è stato estratto il tufo per costruire i Sassi, Cava del Sole è un centro polifunzionale da 1.000 ospiti, un’arena da 7.000 posti per spettacoli all’aperto e un villaggio servizi.

Il complesso è frutto di un intervento durato poco più di 120 giorni per un budget di 3 milioni di euro coordinato da Ega. L’agenzia di eventi e congressi ha infatti coordinato il raggruppamento temporaneo di imprese-RTI composto da 3 aziende del settore dei grandi eventi che gestiranno la location fino al 2022 . “Oltre a ospitare mostre, concerti e spettacoli internazionali Cava del Sole sarà la sede più moderna e affascinante in Italia per convention e meeting aziendali, lanci di nuovi prodotti, convegni, nonché scenario ideale di format televisivi e cinematografici”, commenta Claudia Maria Golinelli, professore ordinario di Management degli eventi all’Università Tor Vergata di Roma e vicepresidente di Ega.

Con Cava del Sole Matera diventa destinazione per eventi con un auditorum capace di accogliere sino a 1.000 persone

Gli spazi di Cava del Sole sono organizzati in 3 grandi aree: la Serra, l’auditorium modulare in grado di accogliere fino a 1.000 persone sedute a platea; l’Arena, che con un palco di 24 metri di larghezza e 18 metri di profondità, è in grado di accogliere 7.000 spettatori in piedi e 3.500 seduti e il Villaggio, dove sono ubicati tutti i servizi: bar, bistrot, bike sharing, bookshop, temporary store, biglietteria e infopoint.

Cava del Sole è una location green: i materiali impiegati sono solo legno, TFE e acciaio e per la sua realizzazione è stata compensata oltre una tonnellata di emissione di CO2.

Vedi qui anche una nuova location milanese.

vanGoGh
Precedente

Ad AIM Group la maggioranza dell’agenzia di comunicazione vanGoGh

musei
Successivo

I musei italiani sempre più location per eventi