MissiOnewsTrasporti

Air France e KLM volano sugli Stati Uniti fino al 28 marzo (e oltre)

[In aggiornamento_Coronavirus] Air France e Klm volano verso gli Stati Uniti nonostante l’iniziativa del governo statunitense di fermare i collegamenti aerei dall’Europa. Un approccio che anche il Gruppo Lufthansa ha adottato. Da sabato 14 marzo, cioè quando scatta il divieto dell’amministrazione governativa americana, il gruppo franco-olandese informa che rimane operativo fino al 28 marzo incluso su alcune rotte transatlantiche.

Da Parigi, Air France vola su Atlanta, Chicago, Detroit, Los Angeles, New York Jfk, San Francisco e Washington.

Inoltre, la compagnia è in attesa di chiarimenti da parte delle autorità statunitensi sulla possibilità di continuare i servizi su Miami, Boston e Houston.

Per quanto riguarda Klm, nello stesso periodo, vengono operati i collegamenti da Amsterdam per Atlanta, Washington, New York Jfk, Los Angeles, Chicago e San Francisco. Sebbene su un programma modificato e verificabile sul sito oppure sull’app.

[Gli aggiornamenti della notizia si evidenziano scorrendo in basso e distinguendo il giorno dell’update]

Air France studia un piano di voli dopo il 28 marzo

Infine, Air France sta lavorando con i suoi partner Klm, Delta Air Lines e Virgin Atlantic per implementare un piano di voli verso gli Stati Uniti dopo il 28 marzo.

Una nota raccomanda: «I clienti devono essere consapevoli del fatto che i passeggeri che sono stati in un paese Schengen nelle ultime due settimane non sono autorizzati a viaggiare negli Stati Uniti a causa del Coronavirus. Ciò vale anche per i passeggeri in transito dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol. Invece, i cittadini e le merci statunitensi possono viaggiare. Questa misura entrerà in vigore sabato 14 marzo alle 04:59 (orario del centro Europa: Cet) ed è annunciata per 30 giorni».

I voli da e per gli Usa di oggi, 13 marzo, sono stati regolari per entrambi i vettori.

Il mercato dell’aviazione comemrciale tra gli Stati Uniti e i paesi Schengen vale 20,6 miliardi di dollari. Ed è seriamente compromesso. «I Governi si devono preparare a supportare le ingenti perdite del trasporto aereo», ha fatto sapere Iata.

Vi scriviamo della drammatica analisi nelle prossime notizie di aggiornamento sul Coronavirus. Approfondendo sul fatto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità continua a sconsigliare l’applicazione di restrizioni di viaggio o commerciali ai paesi in cui si verificano epidemie di Covid-19.

In aggiornamento_Coronavirus 26 marzo

Per quanto riguarda la stagione Summer Iata 2020, siamo in grado di fornirvi qualche anticipazione. Al momento Air France conta di servire New York e Los Angeles. Invece, Klm prevede 7 frequenze settimanali sulla Grande Mela, su Atlanta e Los Angeles volerà 3 volte, mentre su Chicago con 2 servizi ogni sette giorni. Qui altri aggiornamenti sulla stagione estiva del gruppo franco-olandese.

viaggi d'affari self service
Precedente

MyCwt introduce la prenotazione aerea web based

stop ai voli per Coronavirus
Successivo

Stop ai voli per Coronavirus: effetto boomerang. Perché l'OMS sconsiglia le restrizioni ai viaggi?