MissiOnewsTMC

Amex GBT non ferma la corsa alle acquisizioni e investe a Dubai

American Express Global Business Travel si espande in Medio Oriente e riprende a pieno ritmo la corsa alle acquisizioni. Il suo Ceo, Doug Anderson, dichiara alla stampa inglese di avere almeno altre 15 potenziali aziende da acquisire o con le quali realizzare una fusione.

E dopo avere portato nel perimetro di Amex GBT la tedesca Der Business Travel e siglato una collaborazione con la sudafricana Tourvest Travel Services, oggi tocca a Kanoo Travel di Dubai.

Amex GBT ha annunciato di avere acquisito una quota di maggioranza di uno dei network di management delle spese di viaggio aziendali più importanti del Medio Oriente.

American Express Global Business Travel si espande in Medio Oriente, rileva una Tmc con 500 dipendenti

La società che detiene Kanoo Travel si chiama Yba Kanoo Group e cede il 65% all’americana Amex GBT. Con probabilità l’accordo verrà chiuso nell’ultimo trimestre del 2019 oppure nel ‘primo quarto’ del 2020.

Kanoo Travel ha 539 dipendenti, è stata partner per anni della Tmc americana e gestisce clienti in tutta la regione. Il suo portafoglio clienti va dagli Emirati Arabi all’Arabia Saudita, si estende a Qatar, Bahrain e Oman.

Con l’ingresso di Amex GBT, la società emiratina trarrà svariati vantaggi dalla condivisione. Anzitutto del know how tecnologico e delle piattaforme proprietarie, sia di prenotazione sia di rendicontazione delle spese di viaggio. Da parte della travel management company globale i benefici deriveranno dell’ottima reputation di Kanoo nei Paesi dove è radicata.

Ha commentato il presidente Nabeel Kanoo: “Inoltre, i nostri dipendenti sono entusiasti delle possibilità che derivano dall’essere parte del marchio di viaggi d’affari più riconoscibile al mondo”.

Amex GBT e il nuovo focus sulle PMI

Nelle intenzioni di Amex GBT c’è di tornare a ri-focalizzare sulle Pmi. “Crediamo da molto tempo ormai di potere sfruttare ulteriormente le nostre risorse a vantaggio del segmento di mercato di medio livello” dichiara nell’intervista esclusiva a BBT, Buying Business Travel.

“Abbiamo i nostri consulenti di viaggio, la tecnologia KDS, relazioni con i fornitori che non sono seconde a nessuno”, osserva il Ceo.

“Tutte queste risorse ci danno l’opportunità di diventare un attore più significativo nel segmento di mercato delle Pmi. Stiamo lavorando duramente per creare valore in un segmento che le tradizionali Tmc globali con il proprio modello di business non hanno attratto con successo in passato”, conclude.

La società si aspetta che la metà delle vendite di nuovi affari nel 2019 provenga proprio dal middle market degli Stati Uniti.

Approfondisci sull’acquisizione di HRG in Italia a questo link.

Qui delle acquisizioni di BCD Travel, in uno scenario di TMC sempre più aggregate e globali.

rotte aeree miliardarie
Precedente

Rotte aeree miliardarie, protette a tutti i costi: scopriamole

proteste a hong kong
Successivo

Gli effetti sul business travel delle proteste a Hong Kong