MissiOnewsTrasporti

Nella flotta Avis 22mila auto Fca connesse a internet

Avis e Fca si sono accordate per connettere a internet 22mila automobili Fiat nella flotta del noleggiatore. Questi mezzi forniranno importanti dati in tempo reale: informazioni utilissime a migliorare la gestione dei noleggi esattamente come accade con la telematica per i parchi auto aziendali. Fiat, Jeep, Alfa Romeo, Lancia e Fiat Professional Lcv saranno aggiunti entro la fine di luglio 2020, con almeno 8.000 di essi entro la fine di marzo.

Fca sta provvedendo a fornire soluzioni telematiche ready to use che evitano ad Avis la complessità dell’implementazione autonoma di soluzioni aftermarket.

«Alla fine del 2019 abbiamo superato la soglia di 200.000 veicoli connessi. Questa partnership con il gruppo Fca rappresenta un ulteriore passo avanti – ha affermato Valerie Chenivesse, VP of fleet services International di Avis Budget Group – . La connettività ci consente di offrire un’esperienza on demand e semplificata per i nostri clienti, contribuendo ad aumentare la nostra produttività».

I dati che vengono forniti riguardano il chilometraggio, il livello di carburante e gli aggiornamenti sulle condizioni meccaniche dell’auto.

Avis e Fca, i vantaggi per il noleggiatore e per i driver

Ad esempio, la connettività consentirà di rimettere le auto in strada in modo più veloce. Inoltre aumenterà la disponibilità dei veicoli per il noleggio. Infatti i fleet manager di Avis Budget Group potranno elaborare più rapidamente le informazioni necessarie.

Dalla parte del driver, cioè il cliente business traveller che noleggia, si verificheranno ulteriori vantaggi.

«Potrà gestire l’intera esperienza attraverso l’Avis mobile app, scegliendo dallo smartphone l’auto che desidera, selezionando l’upgrade ed estendendo la durata del noleggio – spiega una nota-. Anche la restituzione è automatizzata».

Le auto connesse utilizzano la tecnologia lock and unlock, fornendo ai clienti un’opzione self service di accesso al veicolo.

Tra le recenti novità del Gruppo Avis c’è anche un nuovo brand chiamato Smile Rent. Si tratta di un servizio rivolto al consumatore finale “pay per km” e al 100% self service. E’ stato inglobato nell’offerta del marchio Maggiore e si rivolge principalmente ad un target di consumatori attento al budget e digital. E’ disponibile negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

Approfondisci qui sul progetto con Ford per 14mila unità connesse del costruttore americano.

sostenibilità viaggia in treno
Precedente

La sostenibilità viaggia in treno, l’outlook di Airplus sui viaggi d’affari

Paola Baggi
Successivo

Paola Baggi è la nuova direttrice commerciale di Hrs Italia