AutoServiziSocietà Nlt

Avis e Ford insieme per un fleet management sull’intero parco

Avis e Ford collaborano per connettere 14mila veicoli all’applicazione digitale del noleggiatore. «Dopo il recente annuncio relativo agli oltre 35mila veicoli Ford connessi all’interno della nostra flotta statunitense, l’estensione in Europa sottolinea la nostra relazione con Ford Commercial Solutions e rappresenta una tappa fondamentale nell’ambito del nostro impegno di avere una flotta globale completamente connessa», commenta Valerie Chenivesse, Fleet services director international di Avis.

Quella della connettività delle flotte è una sfida in piena espansione nell’automotive e rappresenta per tutte le aziende l’occasione di gestire più efficientemente il parco auto.

[Approfondisci in questi articoli sulla telematica]

Avis e Ford, collaborazione su 14mila veicoli

La divisione Commercial Solutions di Ford fornirà una soluzione telematica integrata che metterà a disposizione di Avis Budget Group uno strumento semplice per connettere i veicoli. In tal modo ridurrà i costi e la complessità tipici dell’attuazione delle soluzioni post vendita.

Oltre quattromila auto Ford della flotta Avis saranno connesse entro la fine del 2019 e altre 10mila entro la fine dell’estate del 2020.

L’Avis App permette ai driver di gestire l’intera esperienza di noleggio, dalla scelta del tipo di veicolo all’aggiornamento e l’estensione della durata. Infine, anche per la restituzione dell’auto sarà sufficiente un semplice tocco sullo smartphone. [Leggi qui la della presentazione dell’app digital b2c]

Telematica al servizio dell’autonoleggio

Come per le flotte auto aziendali, i veicoli connessi Ford forniranno preziosi dati in tempo reale. Ad esempio, il chilometraggio, il livello di carburante e aggiornamenti sulle condizioni del mezzo. «In questo modo i gestori delle flotte di Avis potranno elaborare le informazioni di cui hanno bisogno più rapidamente», spiega il noleggiatore.

Per connettere la sua soluzione telematica integrata, Ford utilizza il Transportation Mobility Cloud (Tmc) di Autonomic. Si tratte di una open platform che gestisce in modo sicuro il flusso di informazioni da e verso i modem incorporati nei veicoli.

Attraverso questa piattaforma, l’ufficio di Ford che si occupa di data services sfrutta la connettività integrata dei veicoli Ford e trasferisce i dati direttamente al Tmc. In tal modo evita i tempi di inattività per la gestione o l’installazione di hardware di terze parti.

Dati direttamente al fleet management

Quindi le informazioni vengono trasmesse facilmente al sistema IT interno. Oppure al servizio telematico del proprietario della flotta attraverso l’open platform. Le aziende ne ottengono dati per migliorare le operazioni e l’esperienza complessiva dei driver.

Ford Commercial Solutions è una unità di Ford Smart Mobility e si pone come obiettivo di aiutare le flotte a migliorare la loro efficacia operativa offrendo dati verificati dagli ingegneri Ford. Siano essi avvisi sull’utilizzo del carburante e sulla salute del veicolo.

Un italiano su tre guida un’auto connessa, approfondisci qui.

bmw i3
Precedente

BMW i3 gratuita agli ospiti di Alpine Green Experience

Q8 Pay
Successivo

Ecco Q8 Pay, la soluzione di pagamento digitale diventa elemento di fleet management