Business travel dati AirPlus

Business travel in netta ripresa secondo i dati AirPlus

Il mondo del business travel è in netta ripresa, secondo i più recenti dati dell’Airplus Business Travel index. Grazie all’analisi aggiornata a questa estate, con milioni di transazioni di viaggio effettuate, si evidenzia l’importante aumento del volume di biglietti aerei.

Più viaggi di lavoro, trasferte più lunghe, nuove destinazioni e maggiore pianificazione. Rispetto al periodo pre-pandemico, si stanno anche consolidando tendenze nuove.

Business travel: i dati di AirPlus

Il report di Airplus evidenzia che le transazioni per l’acquisto dei biglietti aerei sono notevolmente aumentate e non solo rispetto al 2021.

Un segno del business travel in ripresa è che a giugno 2022 il volume italiano ha superato dell’1% quello dello stesso periodo in tempi pre pandemici, ovvero il 2019. Le trasferte di lavoro nel primo semestre sono state anche più lunghe e hanno registrato una durata superiore: con media di 7,2 giorni rispetto ai 6,1.

Tornano i viaggi d’affari all’estero

Soprattutto per le trasferte estere, i viaggiatori d’affari italiani hanno soggiornato lontano da casa in media 16 giorni (nel 2019 12,7 giorni).

I viaggi di un giorno, che hanno rappresentato il 12,1% nel 2019, sono scesi al 6,8%. Altro dato interessante è che se nel 2019 la percentuale di viaggi nazionali ed europei era quasi equivalente, intorno al 42%, quest’anno i voli per trasferte europee superano quelli per i viaggi nazionali: 45,7% contro 39,3%.

Classi di volo: il 95% viaggia in economica

Per quanto riguarda le classi di prenotazione non ci sono stati cambiamenti significativi.

Circa il 5% di biglietti sono in business class e il 95% in economy. Mutano però le mete, con il permanere dei requisiti d’ingresso in alcuni Paesi per via di conflitto in Ucraina e Covid-19.

Cina e Russia rappresentavano fino al 2019 la seconda e la terza destinazione di viaggio, per le aziende italiane e al di fuori dell’Europa.

Quest’anno sono state sostituite dall’India e dalle Filippine. Gli Stati Uniti restano la prima destinazione extra-europea. A livello europeo, invece, il Regno Unito passa dal quarto al quinto posto, sostituito dalla Turchia.

I primi tre Paesi rimangono Germania, Francia e Spagna.

Finestra di prenotazione a 17 giorni

L’analisi del business travel 2022 dell’operatore di carte di pagamento mostra una maggiore pianificazione delle trasferte.

Le aziende hanno prenotato i biglietti aerei in media 17,3 giorni prima dell’inizio del viaggio, mentre l’anno scorso erano 12,6. Le trasferte restano un’area a predominanza maschile. Un divario aumentato durante la pandemia: l’anno scorso, l’89,4% degli italiani erano uomini. Ora la quota è intorno all’83,9%.

Previsioni Business travel in ripresa

«Il comparto sta vivendo una ripresa importante e la tendenza verso trasferte più lunghe ci dice che le aziende hanno ripreso a viaggiare, ma cercano di farlo in maniera più efficiente, unendo più incontri o meeting», spiega Daniele Aulari, country manager di Airplus Italia.

Continua: «Questo permette di adottare comportamenti aziendali più rispettosi dell’ambiente e di introdurre maggiore sostenibilità, riducendo il numero delle singole trasferte brevi. Nel complesso, osserviamo il forte bisogno e la volontà di tornare ad incontrarsi e a fare business di persona. I dati delle prenotazioni per i prossimi mesi indicano che la ripresa continuerà».

Apple Pay per clienti di Airplus Corporate Card

Tra le novità del 2022 di Airplus International, la disponibilità di Apple Pay.

Il metodo di pagamento non rende più necessario consegnare le proprie carte ad altre persone, toccare Pos o contanti, e si avvale della capacità di Apple per proteggere le transazioni.

I titolari di Airplus Corporate Card dovranno semplicemente avvicinare il proprio iPhone o Apple Watch al lettore. Tutti gli acquisti Apple Pay sono sicuri perché autorizzati tramite Face ID, Touch ID o codice del dispositivo, oltre a un codice di sicurezza unico e dinamico.

È anche possibile usare Apple Pay su iPhone, iPad e Mac per effettuare acquisti più veloci e pratici nelle app o sul web, senza creare account o digitare più volte le informazioni di spedizione e fatturazione.

[Approfondisci sulle carte corporate di Airplus, lanciate anche in Italia]