AccomodationMissiOnews

Mama Shelter Roma: il trend degli hotel lifestyle nel business travel

  

L’hotel Mama Shelter Roma apre domani, 1° luglio. E segna l’arrivo sul mercato italiano della prima struttura di questo gruppo francese. Come si posiziona la struttura, a 200 metri dalla fermata “Cipro” della metropolitana e a 600 metri dalle mura del Vaticano? Ne parliamo con il general manager, Bruno Cavasini.

Mama Shelter sbarca a Roma: ci dice di più sulla strategia?

«E’ il primo hotel Mama Shelter ad aprire in Italia: il brand si stabilisce solo in luoghi e città amati dai Trigano (fondatori del brand e co-fondatori di Club Med). La famiglia ha sempre desiderato stabilirsi in Italia, essendo molto affezionata al bacino del Mediterraneo e alla sua cultura, per via delle sue origini. Inoltre, il Dna peculiare del marchio è perfetto per il Belpaese».

Ci conferma che seguiranno Milano e Torino?

«L’azienda ha intenzione di crescere. Dopo Roma, Mama Shelter aprirà una proprietà a Lisbona e un terzo indirizzo a Parigi. Punta anche al mercato del Medio Oriente con due proprietà, a Dubai e nel Bahrein. Il tutto nei prossimi mesi. Inoltre, la catena è molto attenta a ciò che succede in Italia e osserva da vicino, in particolare, Milano e Torino. Tuttavia, non si tratta ancora di progetti concreti».

Qual è la vostra offerta per la clientela d’affari?

«L’esperienza ci dice che i viaggiatori d’affari e corporate amano soggiornare e tornare nelle proprietà Mama Shelter. Se amano l’atmosfera che si respira negli hotel del brand e il loro stile, diventano davvero clienti affezionati. Mama Roma offre tariffe preferenziali ai viaggiatori corporate in base al numero di pernottamenti garantiti all’anno. Inoltre, offriamo condizioni speciali ai gruppi, che variano a seconda della disponibilità e della stagionalità».

Cosa trova di diverso un cliente business nelle vostre strutture?

«Un’esperienza completa: sono luoghi vivaci, un po’ irriverenti e inclusivi. Ossia l’opposto degli alberghi anonimi, dove ci si ferma solo per dormire e fare colazione, per poi scappare via, senza percepire nessun senso del posto e nessuna atmosfera».

E’ vero, vengono per lavoro e sono presi da molti impegni, ma vivono anche con noi e possono personalizzare le loro giornate. Si immergono in spazi dal design colorato e particolare; mangiano, bevono qualcosa e si rilassano nei nostri ristoranti e magnifici rooftop. Infine, si prendono una pausa giocando con i nostri videogame oppure, semplicemente, si godono le nostre camere variopinte, prendendo il meglio della loro trasferta».

Leggi di più sul nuovo hotel a Roma

Quando è stata fondata Mama Shelter e qual è il ruolo di Accor?

«Mama Shelter è stata fondata nel 2008. Da subito l’obiettivo è stato quello di offrire agli ospiti uno spazio d’incontro vivace, un rifugio urbano bello, moderno e animato. Ma anche popolare, friendly e sexy. A distanza di 12 anni, si contano ora 14 hotel Mama Shelter, 2.031 camere, 15 ristoranti e 1.170 dipendenti in 13 città e 8 Paesi. Dopo essere entrata nel capitale di Mama Shelter con un 35% nel 2014, Accor possiede ora l’intero gruppo come parte del segmento lifestyle, all’interno della sua ampia offerta».

Per il Mice, quali servizi?

«Mama Roma ha due Atelier, ossia spazi per riunioni con una capacità massima di 50 persone. Sono illuminati da luce naturale e hanno moderne tecnologie per videoconferenze, schermi Led e altoparlanti Bose, oltre a minibar e macchina per il caffè sempre inclusi. Inoltre, la “Breakroom” è dotata di tavolo da calcetto gigante e di uno spazio esterno per giocare a ping pong e bocce, per ravvivare le pause caffè. Gli Atelier sono concepiti con lo stesso design colorato del resto dell’hotel, per esaltare la creatività, la produttività e offrire – non da ultimo – tanto divertimento».

Visita Mamashelter.com

Mama Shelter

Bruno Cavasini

Luke Air Airbus 330
Precedente

Luke Air e gli Airbus 330 che volano da Varsavia e Praga

missionforum talks 15 luglio
Successivo

MissionForum Talks 15 luglio: duty of care e pandemia, botta e risposta