bmw bank alphabet Italia

Bmw Bank e Alphabet Italia: Castronovo e Girelli i nuovi CEO

Giro di poltrone in Bmw Bank e Alphabet Italia: Andrea Castronovo diventa Ceo della società finanziaria del Gruppo e Marco Girelli assume il medesimo incarico di AD della captive di noleggio. Si tratta di avanzamenti di carriera per entrambi i professionisti, in azienda rispettivamente dal 2007 e dal 2013.

Andrea Castronovo è laureato in Economia Politica Internazionale alla Bocconi di Milano ed è stato presidente di Bmw Italia. Dal 2018 ha presieduto Alphabet, che ha compiuto un importante anniversario. Il fornitore di servizi di mobilità aziendale di Bmw ha visto una forte crescita nell’elettrificazione della sua flotta.

Marco Girelli è laureato in Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano, maturando una forte specializzazione nel noleggio fino al ruolo di sales and marketing director di Alphabet. Oggi succede a Castronovo, che a sua volta assume l’incarico dell’uscente Enrico Mascetti.

Bmw Bank e Alphabet Italia: finanza e noleggio per le flotte

Nata nel 1978 con il nome di Bmw Financial Services Italia, la società finanziaria del Gruppo Bmw è diventata una filiale europea della casa madre tedesca (Bmw Bank Gmbh), dal 2013. Eroga finanziamenti per l’acquisto di vetture sia alle aziende direttamente sia attraverso i concessionari.

Questi ultimi sono incentivati dalla nomina di “Ambassador” ogni anno, distinguendosi per la capacità di offrire la migliore esperienza di brand anche in ambito finanziario.

Gli Ambassador 2022 di Bmw Bank sono le concessionarie Rolandi Auto (Alessandria), Birindelli Auto (Vinci – FI) ed Emmeauto di Lecce. Invece, per il mondo moto: Due C. (Piacenza), Bmw Motorrad Roma e Tortora Moto (Salerno).

Il primo semestre dei Servizi Finanziari

Alla fine del secondo trimestre, il segmento Servizi Finanziari del gruppo ha gestito un totale di 5.411.274 contratti di finanziamento e leasing con clienti retail.

Il risultato esprime una flessione nell’ordine del 20%,8% nel semestre, dovuta alla limitata disponibilità di auto nuove e all’intensa concorrenza nel comparto. Tuttavia, il volume di finanziamento per singolo veicolo è aumentato, compensando parzialmente la riduzione dei nuovi contratti.

La percentuale di veicoli nuovi noleggiati o finanziati dal segmento Servizi Finanziari si è attestata al 44,4% alla fine del secondo trimestre.