Domenico Chianese Fiesta

Ford per le flotte dalla Fiesta ai Suv. La visione di Chianese

E’ naturalmente la settima generazione della Fiesta la regina del Salone di Ginevra per Ford che sul Lago di Lemano ne ha portato di tutte le versioni: dalla  superequipaggiata Titanium, alla Active dall’assetto offroad, dall’elegante Vignale, ottima per le flotte  (con la tipica griglia anteriore a trama esagonale delle Vignale, le finiture in alluminio, i cerchi in lega da 18” e i sedili con impunture a vista) alla sportiva ST. Noi di Missionfleet ne abbiamo parlato con il presidente e amministratore delegato di Ford Italia Domenico Chianese.

Domenico Chianese: un’offerta completa per le flotte 

Per Ford il canale flotte “è quello che cresce di più” come dice a noi di MissionFleet Chianese che aggiunge “e la Fiesta sarà un’altra freccia al nostro arco. La lanceremo la prossima estate, con un piano media da settembre. Al design moderno e agli ottimi motori affianchiamo una dotazione tecnologica che non ha eguali nel segmento B. Con ottime emissioni e consumi”. La nuova Fiesta è la prima auto dell’Ovale Blu ad essere dotata di una versione avanzata del sistema di riconoscimento dei pedoni che può evitare collisioni anche di notte e di un aggiornamento del sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist che frena automaticamente per evitare i piccoli urti durante le manovre. Inoltre può montare un impianto audio B&O Play con la connettività garantita dal SYNC 3 con schermi touchscreen da 4,2, 6,5 o 8″.

Già la Fiesta precedente ha avuto un buon mercato anche nelle flotte con quest’ultima “ad avere un alto valore residuo ma con un canone vicino alla vecchia” commenta Chianese, che spende parole anche per “Focus e Cmax, le nostre auto da flotte e, naturalmente, per le nostre Suv; Kuga la vendiamo molto bene, Ecosport dobbiamo spingerlo mentre Edge tra i Suv premium sta andando alla grande. Il tutto senza vendita ‘spintanee'”, mette l’accento su questa figura retorica, “e km 0. Ne vendiamo ben 4 mila ogni mese”.