AutoServizi

Con le chiavi digitali per il car sharing e le flotte aziendali si gestisce la carica delle batterie

Geotab lancia una piattaforma che integra le chiavi digitali per il car sharing o per la gestione delle flotte auto. Ecco Geotab Keyless, una soluzione high tech che consente ai gestori delle flotte pubbliche – aziendali, a noleggio o istituzionali – di analizzare, condividere e utilizzare i propri veicoli  in modo più razionale.

«Accedere ai veicoli in modalità keyless è fondamentale non solo per i fleet manager, ma anche per gli utenti. I primi possono così ottimizzare i costi e migliorare le strutture operative. I secondi, che si stanno allontanando dal concetto di veicolo di proprietà, possono utilizzare veicoli condivisi». ha detto Christopher Mendes, VP electric vehicles della società di IoT nella mobilità.

Del resto gli utilizatori del car sharing sono in aumento. Secondo i risultati di una ricerca di Berg Insights condotta nel 2019, le iscrizioni a questo servizio hanno raggiunto i 50,4 milioni nel 2018, con i numeri più alti registrati in Germania, Italia, Stati Uniti e Corea del Sud.

Inoltre, complice la rapida espansione del mercato dell’America Latina, si stima di raggiungere i 227 milioni entro la fine del 2023.

Leggi lo studio Geotab sul risparmio di CO² adottando un’auto elettrica

Chiavi digitali e dati telematici

Lo studio ha poi evidenziato come numerose case auto, società di leasing e di noleggio stiano introducendo il car sharing per clienti aziendali. Con due obiettivi: primo, abbassare i costi della mobilità attraverso la riduzione della dimensione delle flotte. Secondo: utilizzare taxi e auto a noleggio, abilitando al contempo la prenotazione fai da te e l’accesso keyless. In tale contesto, la telematica e gli smartphone avranno un ruolo decisivo.

«La soluzione Geotab Keyless è progettata per migliorare il car sharing in ogni settore, inclusi i servizi di in-car delivery del futuro», aggiunge Mendes. «È una soluzione particolarmente vantaggiosa per le flotte di veicoli elettrici in car sharing, poiché è in grado di gestire lo stato di carica della batteria e la portata restante. Una caratteristica che nessun altro competitor possiede».

Geotab Keyless supporta veicoli di qualsiasi marchio, modello e anno che dispongano di chiavi digitali. In aggiunta, fornisce accesso ai dati telematici più dettagliati del mercato. Ha poi funzioni specifiche tra cui la contabilità degli investimenti, l’analisi di idoneità per il car sharing aziendale e l’automazione nella gestione. Con la gestione remota dei veicoli, gli utenti hanno accesso a dati come il livello di carburante, la pressione degli pneumatici, i chilometri percorsi e le notifiche di incidente.

I fleet manager interessati a introdurre Geotab Keyless nel proprio programma di gestione delle flotte possono scegliere di associarla a un sistema di prenotazione dei veicoli di un partner di loro scelta. Gli attuali software partner di Geotab Keyless? Sono Wunder Mobility, Ridecell, fleetster, Eccocar e Moove Connected Mobility.

In alternativa, è possibile creare il proprio software di prenotazione utilizzando le Api di Geotab Keyless.

Come funziona il sistema di Geotab

Come funziona quanto messo in campo da Geotab? Dopo aver integrato la chiave elettronica nell’hardware, gli automobilisti possono aprire l’app di terze parti sullo smartphone, individuare il tasto relativo all’Oem (il costruttore) sullo schermo e utilizzare le funzionalità di blocco, sblocco e avvio del veicolo. Oltre che dalle app, la funzione keyless può essere abilitata anche dai tag Nfc (dei minuscoli chip che permettono la comunicazione di prossimità) e direttamente sul cellulare.

In futuro, la soluzione si svilupperà fino a includere altre applicazioni e chiavi digitali di terze parti. Oltre alle Api telematiche degli Oem.

«Il car sharing rappresenta un punto di svolta nella definizione del futuro della mobilità e nell’evoluzione dei tradizionali modelli di proprietà», spiega Stefano Peduzzi, Vice president technology solutions & operations Europe di Geotab. «In Europa stiamo assistendo a una grande richiesta di servizi di trasporto sostenibili. Con il lancio della nuova soluzione, intendiamo contribuire a fare di questa prospettiva una realtà».

Geotab serve oltre 2,1 milioni di veicoli di più di 40.000 clienti in oltre 130 paesi.

Fra i punti forti c’è la possibilità di personalizzare la propria soluzione. Ogni giorno, l’azienda gestisce più di 40 miliardi di data points. I dispositivi vengono venduti tramite una rete globale di rivenditori autorizzati.

Geotab e Ford più integrati nella telematica

Panda Hybrid City Cross
Precedente

La nuova Panda Hybrid City Cross è anche a metano

nuova Hyundai i20
Successivo

Nuova Hyundai i20 ibrida, la piccola scattante anche nel prezzo