AutoGallery

Dacia Duster GPL con motore turbo sfodera lo spirito anticrisi

La Dacia Duster Gpl con motore turbo viene presentata in diretta (rigorosamente online) dal porto di Traiano: un piacevole coup de théâtre che il direttore della comunicazione del Gruppo Renault regala ai giornalisti, che dalle video conferenze stampa desiderano rapidamente tornare al volante per i test drive delle tante novità in arrivo in concessionaria durante la fase 2 del Coronavirus. L’area archeologica di Civitavecchia, costruita dall’imperatore romano che conquistò la Dacia (oggi tra Romania e Moldavia) intorno all’anno 100, Traiano appunto, fa da scenario al Suv che ha democratizzato il genere tanto apprezzato dal mercato.

Il brand economico del gruppo Renault festeggia i 15 anni con 6,4 milioni di auto vendute dal 2005 e oltre 500mila in Italia.

«In questo contesto vi propongo un viaggio nell’ottimismo nello spirito anticrisi di Dacia, come sempre caratterizzata dal miglior rapporto prestazioni, qualità e prezzo sul mercato – esordisce Francesco Fontana Giusti -. Il legame con l’impero romano è quello della solidità e della visione strategica, dello spirito di conquista».

Dacia Duster Gpl con motore più piccolo

Ecco che Duster diventa 100% turbo, introducendo l’alimentazione Gpl su un motore turbo benzina da 100 Cv.

Si tratta di un notevole ridimensionamento rispetto al precedente 1.6. Ma senza compromettere le prestazioni, anzi premiando la potenza. La trazione è anteriore e per il momento non si prevede il 4X4. La trasmissione è manuale, a 5 rapporti.

«Il turbo Gpl è quello su cui puntiamo nella ripartenza, un gioiello tecnologico – dicono dalla Casa -: un turbo con una reattività più precisa rispetto al 1.6 aspirato. I pistoni sono rivestiti in grafite e resistono meglio alle alte temperature. C’è un nuovo attacco del turbocompressore, con il collettore di scarico incorporato nella testa. Le emissioni di C02 calano del 20% così come i consumi, con 100 km in più di autonomia a gas. Come dicevamo, la cilindrata passa da 1.6 a 1, ma la reattività del motore è prestante con una coppia di 24 Nm in più nel funzionamento a Gpl. L’affidabilità è dei motori Renault, quindi non c’è bisogno di rassicurare i clienti seppure si tratti un propulsore più piccolo».

Vedila in questo video

Dacia Duster: serbatoi, bagagliaio e impianto GPL in fabbrica

Un dettaglio sui serbatoi: la capacità complessiva tra benzina e Gpl è di 83,6 litri. Con il pieno si percorrono fino a 1400 chilometri. Dunque 275 in più rispetto al vecchio modello di dacia Duster 1.6 Gpl.

L’impianto Gpl è di Landi Renzo ed è realizzato in fabbrica, dunque di primo montaggio. Ciò significa avere un unico interlocutore per garanzia e manutenzione con tecnici specializzati sulla tecnologia.

Spiegano da Renault: «Fin dalla sua concezione, il motore a benzina è progettato per funzionare a Gpl, con il serbatoio supplementare di Gpl in acciaio ad alta resistenza montato sulla ruota di scorta, il che significa che il volume del bagagliaio è lo stesso di tutte le altre versioni, beneficiando allo stesso tempo di una maggiore autonomia grazie alla combinazione dei due serbatoi. Una valvola di non ritorno, un limitatore di riempimento all’80%, un limitatore di flusso, un’elettrovalvola e una valvola di sicurezza completano il sistema tecnico».

Dacia Duster GPL

Dacia Duster mette il turbo al Gpl e va alle flotte

Suv per “guerrieri metropolitani” che vogliono spendere bene i loro soldi (infatti il 50% sceglie l’allestimento più upscaled), Dacia Duster Gpl punterà ad innalzare il 15% dei clienti delle flotte aziendali che già gli appartiene. In particolare le Pmi che cercano un’offerta value for money ideale. «Su Dacia i servizi associati alle aziende sono gli stessi di Renault», sottolinea il management.

Bene sapere il motore a Gpl fa risparmiare 300 euro all’anno rispetto a uno diesel e 700 euro sul benzina. «Quando arriva un nuovo Gpl il mercato risponde, dunque ha un effetto propulsivo delle vendite. E’ vero anche che, in passato, gli incentivi lo hanno spinto in maniera forte. Prevediamo rimarrà una tecnologia ben presente».

Il prezzo parte da 14.150 euro nell’allestimento Essential: uno di cinque tra i quali non manca l’edizione del 15° anniversario in “blu iron” e personalizzazioni. Per spronare ad andare in concessionaria entro il mese di maggio, una formula di finanziamento speciale propone di pagare fino a sei rate a un euro, prezzo simbolico che Renault donerà alla Protezione Civile.

Il successo di Dacia Duster in italia

Dacia Duster supera le 206.000 unità vendute dal lancio a fine 2019, anno record in cui si consacra il modello estero più commercializzato nel Belpaese. Supera anche la Renault Clio. Detiene il primato anche nelle vendite nel mercato Gpl, occupando un 54% di share con oltre 23.000 unità.

Approfondisci su Renault che in Dacia ripone i suoi successi commerciali.

filiera dell'auto
Precedente

Filiera dell'auto in crisi, Aniasa avverte di segnali positivi dal governo

Successivo

Riduzione dei costi Renault per 2 miliardi in 3 anni