AutoGreenSguardo sul futuro

Arriva la Grandland X Plug In Hybrid 4 e Opel è sempre più green

Arriva la trazione integrale elettrica anche per Opel. Grandland X è il primo veicolo ibrido plug in 4×4 del marchio, ossia primo modello ad avere tutte le carte in regola per muoversi nelle Ztl, oltre che sugli sterrati e per le lunghe tratte autostradali limitando consumi ed emissioni.

Una nuova offerta nel mondo fleet per chi cerca flessibilità e comfort come vi avevamo anticipato in questo articolo.

Il sistema ibrido Opel: come funziona

Non è un segreto: la modalità ibrida permette di ottimizzare il consumo di carburante del veicolo. Qui il motore a combustione interna e i motori elettrici funzionano insieme o alternativamente, in base alle condizioni e allo stile di guida del guidatore, cosicché lui stesso possa coglierne i vantaggi secondo i percorsi che fa, in città o fuori. 

Grandland X plug in hybrid 4 monta un’unità turbo benzina 1.6 litri e due motori elettrici che assicurano una potenza di sistema di 221 kW (300 Cv), con una batteria da 13,2 kWh ricaricabile in 2 ore, che consente a chi non ha il piede pesante, di procedere anche solo a zero emissioni.

La potenza del motore elettrico anteriore corrisponde a 81 kW (110 Cv) mentre quella dell’unità posteriore è di 83 kW (113 Cv).

Il motore elettrico davanti trasferisce la potenza alle ruote anteriori attraverso la trasmissione automatica elettrica a otto rapporti. La seconda unità elettrica e il differenziale sono, invece, integrati nell’asse posteriore.

A disposizione, quattro modalità di guida (elettrica, ibrida, trazione integrale e sport).

Con la modalità elettrica si può camminare fino a 59 chilometri (Wltp) ad una velocità massima di 135 km/h.

La trazione viene assicurata dal motore elettrico posteriore, mentre il motore anteriore interviene quando si spinge l’acceleratore. Per assicurare la massima potenza, quando si preme a fondo, si inserisce temporaneamente anche il motore a combustione interna, per assicurare la massima potenza (modalità ibrida).

In “trazione integrale”, Grandland X plug in hybrid 4 ha la trazione sulle ruote anteriori e posteriori. Infine, la modalità “Sport” unisce la potenza del termico e quello dell’elettrico per una potenza di sistema totale di 300 Cv.

Vedila in questo video.

Grandland X Plug In Hybrid 4 risparmia energia quando non serve

Con una potenza totale di 300 Cv e un peso che non scherza (1.875 Kg), Opel ha dovuto attuare dei sistemi per risparmiare energia, così da essere davvero efficace in consumi ed emissioni (dichiarati totali: 76,9 km/l ciclo Wltp; 36 grammi/km C02).

Soluzioni che corrispondono alla frenata rigenerativa, in grado di catturare l’energia cinetica prodotta durante le fasi di decelerazione o di frenata – che altrimenti finirebbe dissipata –, e la funzione e-Save.

In quest’ultimo caso la vettura “ricarica” la batteria a comando, per utilizzarla ad esempio quando si vuole andare a zero emissioni in specifici contesti. Si attiva attraverso il sistema di infotainment, trasformando i motori elettrici in generatori.

Grandland X pronta ad attaccare il Sud America

Grandland X sarà uno dei prodotti fondamentali per l’offensiva delle esportazioni Opel.

Il piano aziendale Pace! di Opel/Vauxhall vuole infatti conseguire profitti in modo sostenibile, raggiungendo il 10% delle vendite al di fuori dei tradizionali mercati europei entro il 2025.

Per arrivare a questo risultato, sta rafforzando la propria presenza sui mercati asiatici, africani e sudamericani collaborando con partner nuovi o già conosciuti.

La Casa arriverà in 20 nuovi Paesi entro il 2022, uno dei quali è la Russia, mercato in cui è rientrato da poco.

«Colombia ed Ecuador sono mercati estremamente interessanti  – ha dichiarato Michael Lohscheller, Ceo di Opel Automobile e membro del consiglio di gestione di Groupe Psa -. Ovviamente essere un marchio tedesco è un vantaggio fondamentale perché l’ingegneria tedesca è sinonimo di qualità anche in Sud America. Possiamo inoltre sfruttare le infrastrutture esistenti di Groupe Psa e l’andamento molto positivo degli altri marchii. Come in ogni Paese, anche in Sud America la nostra priorità è crescere realizzando profitti e raggiungendo un livello elevato di soddisfazione dei clienti».

Mercedes a Ginevra
Precedente

Mercedes a Ginevra con 5 novità. Ecco le auto al salone

Mercato auto Europa
Successivo

Mercato auto Europa, crescono le vendite di vetture ecologiche