Jaguar I-Pace a guida autonoma, un prototipo testato a Dubai

Una Jaguar I-Pace a guida autonoma ha debuttato sulle strade di Dubai. La notizia sarebbe anche normale se non fosse che al volante non c’era nessuno che intervenisse con pedali di acceleratore e freno, dato che si trattava di un prototipo testato per dimostrare le più recenti ricerche tecnologiche dell’azienda e proporre uno sguardo sulla mobilità futura.

Questa vettura – votata auto dell’anno 2019 (leggi l’articolo in proposito) – è probabilmente l’auto che più di tutte rappresenta non solo l’orizzonte elettrico del gruppo Jaguar Land Rover, ma anche quello verso auto connesse e condivise.

Approfondisci con la percorrenza media di un’auto elettrica. 

Jaguar I-Pace a guida autonoma, test drive

Il prototipo di Jaguar I-Pace a guida autonoma è  stato progettato con l’aggiunta della capacità di rilevare ed evitare i veicoli nel traffico. Questo è possibile grazie a una combinazione di radar e videocamere e del sistema di riconoscimento delle luci semaforiche.

Durante i test drive, la velocità di avanzamento e lo sterzo, dalla partenza alle velocità autostradali, erano a controllo autonomo e si basavano su un sistema che seguiva le rotte indicate da una dettagliata mappa in alta definizione. Quest’ultima, insieme alla posizione, mostrava una veduta aerea degli incroci.

Jaguar I-Pace a guida autonoma: prova superata

L’obiettivo per l’auto elettrica di Jaguar Land Rover è decisamente ambizioso. Recita una nota dell’azienda: “Vogliamo perseguire la strada dell’innovazione consapevole per realizzare la vision Destinazione Zero – un futuro a zero emissioni, zero incidenti, zero ingorghi – in tutti i suoi stabilimenti e con tutti i prodotti e servizi”.

Scopri di più sulla Jaguar elettrica

I test sulle strade di Dubai all’ombra del grattacielo più alto del mondo sono perfettamente riusciti, così come quelli sui più compilcati percorsi cittadini nel Regno Unito. L’obettivo, ora, è di collaborare con le università e l’industria per accelerare l’innovazione e portare realmente su strada “a disposizione di tutti” un’auto a guida autonoma.

«Jaguar Land Rover – ha detto Bruce Robertson, managing director di Jaguar Land Rover Mena – condivide gli obiettivi del governo di Dubai nei riguardi della mobilità e sostenibilità. Vogliamo entrambi che la guida sia più sicura, che si riducano i tempi di viaggio e l’impatto negativo che gli spostamenti hanno sul nostro pianeta».

Leggi di come JLR e BMW fanno squadra nell’elettrico.

Il prototipo Jaguar I-Pace a guida autonoma è stato testato in concomitanza con il World Congress for Self-Driving Transport di Dubai, l’evento tenutosi a metà ottobre che  affronta queste stesse importanti sfide. Il prototipo dimostra i progressi ottenuti globalmente nel campo della guida autonoma e il contributo Jaguar Land Rover alla strategia degli Emirati sulla mobilità.

Jaguar I-Pace: Suv elettrico da 400 CV e autonomia da 470 km

L’I-Pace è il primo Suv elettrico premium ad alte prestazioni presente sui mercati mondiali. Ha la trazione integrale e motori che erogano 400 CV e 696 Nm di coppia, consentendo di raggiungere i 100 km/h partendo da fermo in 4,8 secondi. La batteria agli ioni di litio da 90 kWh permette una autonomia massima di 470 km.

La nuova Jaguar I-Pace punta ad essere tra le protagoniste di un mercato che ha visto 1,9 milioni di veicoli completamente elettrici (BEV) immatricolati nel solo 2017 a livello globale, raggiungendo i 3 milioni di unità, con l’Italia che ha una quota di mercato dei veicoli elettrici pari allo 0,25%.

Leggi del prossimo Salone di Ginevra.

Jaguar I-Pace a guida autonoma

La Jaguar I-Pace, auto totalmente elettrica

supertassa sull'auto aziendale
Precedente

Supertassa sull’auto aziendale, due milioni di lavoratori colpiti

tassa sull'auto aziendale 2020
Successivo

Riformulata la tassa sull’auto aziendale 2020