Land Rover Guardia di Finanza

Land Rover Defender: sono 50 nella flotta della Guardia di Finanza

Sono 50 le Land Rover consegnate alla Guardia di Finanza, frutto di una gara vinta battendo la concorrenza di altre case automobilistiche.

Il Ceo di Jaguar Land Rover Italia, Marco Santucci, ha consegnato le chiavi al Capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Francesco Greco.

Il modello Defender, frutto dell’ordine, entrerà nella flotta della GdF sia con la configurazione destinata all’ordine pubblico sia con quella destinata alle unità di montagna. Ne consegue che gli interventi per adeguarle agli standard del Corpo sono diversi tra loro.

[Leggi di più sul Land Rover Defender]

Le auto, costruite in Slovacchia, hanno viaggiato su bisarche fino in Italia dove Jaguar Land Rover Italia ha affidato a un partner l’allestimento secondo le direttive del Corpo. Allestimento che prevede numerosi interventi volti a garantire una operatività sicura sulle strade e sugli sterrati nel Paese.

La partnership tra il costruttore e questa forza di polizia non è cosa nuova.

Già, perché negli ultimi 20 anni diversi modelli hanno affiancato le operazioni e le missioni della GdF su tutto il territorio nazionale. Anche grazie a questi mezzi, il Corpo è intervenuto in varie circostanze tra qui il terremoto dell’Aquila del 2009.

[Approfondisci sulla Casa: la sostenibilità per Jaguar Land Rover]

Land Rover e Guardia di Finanza, insieme fin dal 1994

I veicoli Land Rover, e nella fattispecie la Defender, storicamente sono sempre stati mezzi al servizio della collettività. Questo grazie alle collaborazioni con le varie forze dell’ordine.

Senza dimenticare la recente partnership con l’Ingv, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Questa si va ad aggiungere ad altre collaborazioni di tipo scientifico e di Csr (corporate social responsibility).

La collaborazione fra Land Rover e Guardia di Finanza, tra le prime amministrazioni pubbliche ad acquistare veicoli attraverso un bando di gara europeo, è iniziata ufficialmente nel 1994.  Allora, quando il costruttore non era ancora parte del gruppo Tata Motors, il Corpo ricevette alcune tra Defender, Discovery e Freelander.

In realtà, già dal 1992, la GdF decise di utilizzare alcune Defender, con funzioni di ricognizione e anti-speronamento.

[La Land Rover Defender conquista le donne: migliore auto del 2021]