AutoGreenServiziSguardo sul futuro

Il marchio DS cresce in Italia: intervista al direttore del brand Francesco Calcara

Il marchio DS cresce in Italia e in sei mesi immatricola 2.200 auto (+4%). Un risultato che rende orgoglioso Francesco Calcara, direttore del brand premium di Groupe Psa. Il marchio più giovane dell’auto e anche l’unico upscale in Francia è nato nel 2014 per esprimere il lusso alla francese, per non dire del tutto parigino, dalle personalizzazioni mai viste prima nel mondo delle quattro ruote e lavorazioni dei materiali che riprendono riprendono la tradizione dell’alta orologeria francese. «Amiamo definirci un lusso hi-tech: la tecnologia è un qualcosa che dobbiamo avere, ma vogliamo sia la più alta, a pari segmento, degli altri», argomenta il direttore di DS in Italia.

Continua: «Vorrei sottolineare che le nostre automobili hanno tanta tecnologia per sicurezza e comfort. Alla base rimane un occhio puntato al futuro della transizione energetica. Il cuore della strategia è l’elettrificazione. Nel 2025 non avremo modelli con sole motorizzazioni termiche. Produrremo solo auto ibride o full electric».

Così DS Automobiles si fa strada nel mercato italiano, nel solco dell’esclusività. Posizionandosi gradualmente nelle flotte aziendali, sotto lo sguardo attento dei competitor che cominciano ad avvertire le insidie del marchio chic di Psa. E che è attualmente composta da due modelli.

Dall’anno scorso, il Belpaese è secondo alla Francia per vendite, sviluppo della rete e customer satisfaction.

Calcara: «Avevo davanti a me un brand da costruire e far crescere, nel 2017 quando sono arrivato. C’erano 4 showroom, mentre quest’anno chiuderemo a 50, come da programma, coinvolgendo i migliori imprenditori nel nostro territorio».

DS 3 Crossback e DS 7 E-Tense 4X4

Il marchio DS cresce in Italia con i DS Store

La rete dei concessionari è dedicata anche alle company cars, i cui fleet manager accedono ai servizi come fosse un cliente privato. A cominciare dalla richiesta di un test drive “a domicilio”, con l’auto accompagnata da un DS valet.

«Stiamo costruendo una rete completamente dedicata: i Ds Store si occupano di vendita e service; ai cinquanta se ne affiancheranno altri 20 entro 2021, per solo assistenza e manutenzione, al fine di dare quella capillarità molto utile al segmento b2b», anticipa Calcara a Missionline.it.

La concentrazione dei punti vendita segue il mercato premium: più accentuata dalla Toscana al Nord Italia, con una presenza in ogni capoluogo di provincia.

Per il noleggio a lungo termine risponde la società captive, Free 2 Move.

«Serviamo direttamente le flotte di grandi aziende e dei noleggiatori, mentre le Pmi sono gestite dai dealer che prediligono le soluzioni di noleggio di Free 2 Move ma possono spaziare in altre formule, oltre che naturalmente con i finanziamenti di Banca Psa».

Il noleggiatore del Gruppo Psa è nato due anni fa. Nel 2019 è il 6° in Europa. Per le auto E-Tense plug in hybrid offre la formula di cambio gratuito dopo un anno di noleggio se l’azienda constata che non è il modello più giusto per le sue esigenze. Vale per contratti di 36 mesi.

DS Valet per le flotte: il test drive in azienda

Only You è il nome della customer experience DS Automobiles che comprende DS Valet a disposizione delle flotte.

«Il servizio vale sia per un nuovo acquisto sia per le riparazioni, così come per i test drive richiesti dai fleet manager. Alle flotte, l’auto viene lasciata dalle 48 alle 72 ore. Quindi senza andare necessariamente in concessionaria a ritirarla. Siamo un marchio giovane e snello, servizi come questo rappresentano un elemento distintivo apprezzato dal mercato», argomenta il direttore.

In Italia la DS 9 solo ibrido plug in

Dal prossimo anno, due nuovi modelli affiancheranno gli attuali DS3 Crossback e DS 7 Crossback.

Il primo è stato presentato virtualmente al 90° Salone di Ginevra, come noto mai disputato. E’ DS 9, berlina raffinata e tecnologica che verrà commercializzata in Italia solo nella versione E-Tense plug in hybrid e declinata con diverse potenze.

Il marchio vuole distinguersi per le più basse emissioni di CO2 del mercato automotive, ecco che in Europa nel primo semestre 2020 ha raggiunto un consumo medio di 79,9 grammi per km.

«Siamo l’unico brand premium ad avere raggiunto questo obiettivo». In Italia, delle 2.200 auto immatricolate da gennaio a giugno 2020, oltre il 20% ha motorizzazioni E-Tense. L’avere puntato su tecnologie nuove è la mossa vincente, secondo il manager.

«Siamo i campioni del mondo in carica della Formula E, sia della categoria costruttori sia di quella piloti. Un brand che nasce nel 21esimo secolo deve pensare all’ambiente e a un futuro di decarbonizzazione per i nostri figli. Credo che questi valori siano ricercati dai clienti di DS».

DS 7 Crossback arriva anche plug in hybrid E-Tense

Nel mercato italiano la “regina” è Ds 7 Crossback. Un Suv di medie dimensioni di categoria C, ma anche un po’ D. Da quest’anno si rende disponibile plug in hybrid con la tecnologia E-Tense. «Sicuramente l’arrivo di questo 4X4 da 300 CV con 2 motori elettrici e 58 km di autonomia apre alle flotte uno scenario di rilievo», aggiunge Calcara.

Più avanti arriverà anche un’altra motorizzazione plug in hybrid 4X2 per ampliare il bacino delle flotte auto aziendali, con una potenza di 225 CV che la renderà più accessibile. A livello internazionale l’annuncio è già pubblico, per quanto riguarda i singoli mercati sono attese ulteriori comunicazioni.

marchio DS cresce in Italia

DS 3 Crossback anche full electric

DS 3 Crossback è il Suv cittadino con ampi spazi di miglioramento per il mondo delle flotte.

«Ha un allestimento business come tutte le nostre vetture dalla nascita. La chiave di volta è che rappresenta l’unico full electric sul mercato Suv B premium, percorre 320 km con una batteria da 50 kWh. Si ricarica in 30 minuti all’80%. In molte realtà aziendali può essere l’auto cittadina più corretta e performante che c’è».

Sia DS 7 Crossback sia DS 3 Crossback montano motori Blue HDi 130 CV e rientrano negli standard dell’ecobonus 2020. Allo stesso modo i motori Pure Tech 100 CV e Blue HDi 100 CV della DS 3 Crossback.

Approfondisci su Psa ed Enel X e le colonnine di ricarica in Italia.

Ecobonus Seat
Precedente

Ecobonus Seat, 6 modelli con sconto fino a 3.500 euro

furgone elettrico Peugeot
Successivo

Peugeot e-Expert è il primo furgone elettrico della casa del Leone