AutoGreen

Psa Italia ed Enel X, mai più ansia per la ricarica delle auto elettriche

Un accordo tra Psa Italia ed Enel X punta a rendere accessibile e vantaggiosa per tutti la mobilità a emissioni zero. L’obiettivo è di fare in modo che chi sceglie un’auto elettrica o ibrida possa usufruire di ricariche personalizzate in base alle proprie esigenze.

Enel X, business line del Gruppo Enel, diventa quindi un partner strategico del  gruppo Psa Italia. E lo fa mettendo a disposizione il suo know how tecnologico per sfruttare al meglio i vantaggi che le vetture elettrificate di nuova generazione targate Peugeot, Citroen, Ds Automobiles e Opel.

Soddisfatto è Gaetano Thorel, direttore generale del Gruppo Psa Italia: «Grazie alla collaborazione con Enel X, i clienti hanno piani di ricarica che rendono più facile abbracciare la mobilità a zero emissioni. Ancora una volta, il Gruppo Psa si conferma leader nella declinazione di una mobilità elettrificata, sostenibile e accessibile».

Gli ha fatto eco Alessio Torelli, responsabile di Enel X Italia: «La mobilità elettrica sta entrando in una fase di grande diffusione. Già oggi rappresenta l’unica alternativa per muoversi nel pieno rispetto dell’ambiente. Grazie alla partnership con Psa proponiamo, a chi scelga di guidare elettrico, soluzioni su misura per la ricarica in ambito domestico e pubblico».

Leggi di Enel X che misura il Co2 risparmiato dalle auto elettriche

Psa Italia ed Enel X: 3 tipi di ricarica per casa e su strada

Con Enel X sono state studiate 3 soluzioni di ricarica personalizzate. Il pacchetto Home in ambito privato, quello Street in ambito pubblico e il Full Recharge comprensivo di tutte e due i servizi.

Nel primo caso, il cliente postrà installare nel proprio garage una JuiceBox di Enel X da 3,7 kW o da 7,4 kW per ricaricare durante la notte. Con il pacchetto Street si potrà acquistare un bonus per l’utilizzo delle infrastrutture di ricarica della rete di Enel X. Infine, il Full Recharge integra le soluzioni domestiche e pubbliche.

L’accordo tra Psa Italia ed Enel X prevede inoltre l’installazione di 800 punti di ricarica presso la rete dei dealer del Gruppo Psa Italia. Che diventa pertanto la prima in Europa a essere interamente elettrificata. La partnership prevede anche l’integrazione del servizio Free2Move del Gruppo Psa all’interno del network e-Mobility di Enel X. Tale sinergia è stata resa possibile grazie all’abilitazione tecnologica fornita dalla piattaforma Hubject, che consentirà ai clienti di accedere alle colonnine di ricarica pubblica di Enel X attraverso l’app di Free2Move.

Colonine di ricarica: 9300 di Enel X in Italia

La diffusione delle auto elettriche e delle ibride plug in del Gruppo Psa è legata al numero di punti di ricarica disponibili. Ad oggi sono circa 9.300 quelli pubblici installati da Enel X in tutta Italia. Numero destinato a crescere grazie al piano di investimenti per realizzare infrastrutture capillari e moderne.

Di fatto, l’ansia da autonomia sembra avere origini psicologiche, poiché il 59% degli spostamenti giornalieri risulta mediamente inferiore ai 50 chilometri. Distanza che i nuovi modelli elettrici del Gruppo Psa coprono senza difficoltà, grazie a una autonomia di oltre 300 km certificata dal severo standard Wltp. Si tratta quindi, di una copertura in grado di soddisfare oltre il 95% degli spostamenti tipici.

Fra le auto ibride plug in del gruppo francese ci sono la Ds 7 Crossback E-Tense 4×4 e la Opel Grandland X Hybrid 4×4. Ma anche la Citroen C5 Aircross Hybrid plug-in e le Peugeot 3008 Hybrid 4×4, 508 Fastback Hybrid e 508 SW Hybrid.

Le auto elettriche del gruppo Psa? La DS 3 Crossback E-Tense, Opel Corsa-e, Peugeot e-2008 oppure Peugeot e-208 fresca vincitrice del Premio “Auto dell’anno 2020” (leggi l’articolo).

Psa Italia ed Enel X

Una colonnina di ricarica Enel X

gestione flotte in smart working
Precedente

Gestione flotte in smart working, si può con Avrios

Audi A3 Sportback
Successivo

Audi A3 Sportback, aperti gli ordini della nuova premium compatta tedesca