AutoGreen

Mazda CX-30 entra nei crossover compatti già conforme Euro 6D

Con Mazda CX-30 la casa giapponese si cimenta in un nuovo segmento, quello dei crossover compatti. Presentata all’89° Salone di Ginevra e reduce dell’anteprima italiana al Salone dell’Auto Parco Valentino a Torino, Mazda Motor Italia ne ha dato il via alle prevendite, con tariffe a partire da 24.750 euro.

Come la Mazda3 si basa sulla tecnologia Skyactiv che, insieme ai più moderni sistemi di assistenza alla guida, garantisce quello che in Mazda viene definito Jinba Ittai, la perfetta armonia tra uomo e macchina.

Mazda CX-30 si posiziona tra il city crossover CX-3 e il SUV CX-5 (il modello della casa di Hiroshima più venduto, ndr), misura 4.395 mm di lunghezza, 1.795 mm di larghezza e ha un bagagliaio di 430 litri. E’ equipaggiata con tre motorizzazioni già conformi alla normativa Euro 6D, obbligatoria a partire da gennaio 2021: il 2.0L a benzina da 180 CV, cui segue la versione da 122 CV e il 1,8L diesel da 116 CV.

“La motorizzazione benzina più potente, 2.0L da 180 CV, è dotata di una tecnologia unica al mondo, ovvero la rivoluzionaria ed esclusiva candela Spark Plug Controlled Compression Ignition (SPCCI) di Mazda, che la rende la prima unità a benzina prodotta in serie a combinare il funzionamento del motore a benzina con l’accensione a compressione di un diesel, ottenendo risultati straordinari in termini di efficienza nei consumi e prestazioni”, spiega una nota.

I dati di emissioni di CO2 la danno ad appena 105 g/km di CO2 (ma i valori tecnici finali sono in attesa di omologazione), che troviamo attualmente solo sulle più piccole auto da città di segmento B. Allo stesso tempo, i 180 CV garantiscono performance ai vertici della categoria, come l’accelerazione 0-100 km/h in soli 8,5 secondi.

Mazda CX-30, esente da bollo e parcheggi free

Entrambe le unità benzina Skyactiv-X e Skyactiv-G sono inoltre dotate di tecnologia Mazda M Hybrid, il sistema mild hybrid con batteria agli ioni di litio da 24V che garantisce elevate prestazioni migliorando il piacere di guida ai bassi regimi. Grazie ad essa, la CX-30 sia con Skyactiv-X che con Skyactiv-G è omologata come veicolo ibrido, ottenendo così tutti i vantaggi previsti per tale tipologia di auto.

Ad esempio è esente dal pagamento del bollo auto, ha il parcheggio gratuito o l’accesso nelle aree ZTL in base a quanto previsto dalle singole amministrazioni locali.

Quattro gli allestimenti disponibili, tutti caratterizzati dalla presenza di serie dei più moderni sistemi di assistenza alla guida i-Activsense.

Tra essi, la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni e dei cicli, il sistema di mantenimento della carreggiata, i fari anteriori full LED con controllo automatico degli abbaglianti, il sistema di monitoraggio posteriore del veicolo con frenata automatica in uscita dal parcheggio, il riconoscimento della stanchezza del guidatore.

Leggi qui quanto varrà il mercato degli ADAS nel 2025.

Mazda CX-30 è l’unico crossover del segmento ad avere l’head-up display, che proietta sul parabrezza le principali informazioni di guida, comprensivo anche del sistema di riconoscimento dei segnali stradali.

Di serie anche il cruise control adattivo che, non solo mantiene automaticamente la distanza dall’auto che precede, ma offre anche la possibilità al guidatore di impostare automaticamente la velocità di crociera in base ai limiti di velocità presenti sul tragitto (Intelligent Speed Assist).

mazda cx-30

Mazda CX-30, 4 allestimenti

Evolve, Executive, Exceed ed Exclusive sono le 4 versioni. Alcune caratteristiche: la versione di base ha navigatore e impianto audio con 8 altoparlanti.

La più ricca Executive aggiunge i cerchi in lega da 18” e i fari anteriori a matrice di LED con 20 blocchi indipendenti, i vetri posteriori scuri, i sensori di parcheggio anche anteriori, la Smart Key e il portellone ad apertura elettrica. La successiva versione Exceed comprende i sistemi di assistenza alla guida ancora più evoluti.

Infine, Exclusive rappresenta il top di gamma della CX-30 con i rivestimenti in pelle nera, il sedile di guida regolabile elettricamente e dotato di memoria, e l’esclusivo impianto audio Bose® da 12 altoparlanti e amplificatore digitale.

Solo per le versioni con motore Skyactiv-X, le versioni Exclusive avranno di serie anche il tetto in cristallo apribile elettricamente, i cerchi in lega da 18” con inedita colorazione Bright Silver e, a richiesta senza sovrapprezzo, i rivestimenti interni in pelle bianca in alternativa a quelli neri.

A partire dal 3 luglio è iniziata la prevendita della CX-30 e tutti i clienti che acquisteranno la vettura entro il 30 settembre 2019 riceveranno in omaggio l’esclusivo celebration pack, che offre una gamma di servizi del valore di oltre 2.000 euro.

Approfondisci sulle vendite di auto in Italia, con i motori a benzina e diesel che si equivalgono.

In questo video il racconto di come la tradizionale bambola giapponese in legno, Karakuri, ha ispirato i sedili intelligenti nella Mazda5, creando nuovi standard di versatilità. “Karakuri è la filosofia della sorpresa. I nostri sedili fanno qualcosa che non ti saresti mai aspettato”, spiega Hideki Matsuoka, responsabile del programma Mazda in Giappone.

Mobilità elettrica Italia
Precedente

Mobilità elettrica in Italia, aspettando That's Mobility a settembre

Flotte di veicoli elettrici
Successivo

Flotte di veicoli elettrici condivisi, Goodyear si allea con Envoy