Studi/Sondaggi

L’optional preferito per l’auto? L’aiuto al parcheggio

In fase di acquisto di un’auto, assume sempre più importanza la scelta dell’optional. Optional che nel corso degli anni si sono fatti sempre più tecnologici e che in molti casi facilitano la guida o comunque la gestione dell’automobile. Una ricerca del portale DriveK – utilizzato in vari paesi europei in fase di scelta e di configurazione dell’auto nuova – ha portato a scoprire quali siano quelli preferiti dagli automobilisti italiani.

Al primo posto tra gli accessori irrinunciabili ci sono i sistemi di assistenza al parcheggio, che aiutano l’automobilista ad effettuare le manovre, che per alcuni e in certi casi risultano difficili per il poco spazio a disposizione, per ostacoli poco visibili o per imperizia di chi è al volante. Addirittura, il 29% di chi intende comprare l’auto nuova li inserisce nel preventivo.

In 3 mesi, oltre 2mila richieste di preventivi. Ecco i dati

Se il software di assistenza al parcheggio è ritenuto importante da quasi un acquirente su tre, il navigatore integrato lo è da un automobilista su quattro. Questo optional, che in base ai dati di DriveK è richiesto dal 25% degli utenti, si trova infatti al secondo posto nella “top 15” degli accessori auto subito davanti ai sistemi di antifurto, scelti da 1 automobilista su 5.

Se ai primi 3 posti è la tecnologia a fare da padrone, le posizioni successive sono occupate da optional come le vernici metallizzate, il tetto panoramico apribile, i cerchi in lega, i winter pack e gli interni in pelle, pacchetti che comprendono sedili e volante riscaldabili (scopri come le donne scelgono l’auto nuova).

Tornando alla tecnologia, i sistemi di connessione degli smartphone Apple CarPlay e Android sono richiesti dal 13% di coloro che stanno acquistando un’auto nuova; a breve distanza seguono le videocamere posteriori per la retromarcia, il climatizzatore automatico e il cruise control. Quest’ultimo, richiesto nel 10% dei casi, viene spesso abbinato a un safety pack più completo, che comprende anche il controllo del mantenimento della corsia e un sistema anti-collisione con frenata d’emergenza automatica.

“I dati emersi dall’indagine – dichiara Tommaso Carboni, country manager per l’Italia di MotorK, società proprietaria del portale DriveK – mostrano che gli automobilisti cercano auto dove la tecnologia abbia un ruolo preminente. In futuro assisteremo a un incremento della richiesta di tutti quegli optional come i cosiddetti Adas, che garantiscono una combinazione di sicurezza e comfort di guida. Se non è detto che questi optional verranno effettivamente acquistati, perché possono incidere in maniera determinante sul prezzo finale – la scelta degli optional pesa solitamente circa il 15% del costo dell’auto – la tendenza in atto vede le case produttrici assimilare nell’assetto di serie moltissimi di questi accessori, ormai indispensabili per una guida piacevole e sicura”.

A questo link il pacchetto di soluzioni europeo “Europe on the move” per una guida più sicura e sostenibile per l’ambiente.

GLI OPTIONAL PIÙ RICHIESTI
# Optional % di richieste su 2000 preventivi
1 Park assist 29%
2 Navigatore integrato 25%
3 Sistemi di antifurto 21%
4 Vernice metallizzata o premium 17%
5 Tetto panoramico apribile 17%
6 Cerchi in lega 16%
7 Winter Pack 15%
8 Interni e/o accessori in pelle 13%
9 Apple CarPlay o Android 13%
10 Climatizzatore automatico 10%
11 Cruise Control 10%
12 Fari fendinebbia 9%
13 Safety pack 7%
14 Fari LED 6%
15 Sound System di alta gamma 5%

Maserati One of One
Precedente

Il lusso italiano a New York e Shanghai, con Maserati One of One

Reanault
Successivo

Renault rinnova i veicoli commerciali e pone la Cina come priorità