AutoGalleryGreen

Toyota Proace elettrico per l’ultimo miglio a zero emissioni

Con il Proace elettrico, Toyota Professional fa un passo avanti nella strategia del Gruppo di offrire alle flotte la più ampia gamma possibile di motorizzazioni. Oggi anche negli Lcv. «Presentato un anno fa, insieme al brand totalmente dedicato ai veicoli commerciali leggeri, il nuovo furgone sia per le merci sia nella versione per il trasporto passeggeri è in concessionaria tra questo mese di aprile 2021 e inizio maggio. In concomitanza, è in fieri un programma per gli allestimenti speciali come il trasporto disabili e la predisposizione per le merci refrigerate. Sarà effettivo dal 1° luglio.

Toyota Proace elettrico è stato concepito per soddisfare esigenze lavorative di una giornata senza doversi ricaricare. Ma delle autonomie vi spieghiamo più avanti.

Con gli incentivi, l’offerta di lancio è di 19.900 euro per il modello entry level del “cargo”. Diventano 33mila per Proace Verso elettrico, cioè per il trasporto passeggeri. Per chi preferisce il noleggio, la captive Kinto One di Toyota lo propone a 329 euro senza Iva, al mese, oppure 425 euro (il Van pax).

Toyota Proace elettrico si guida facile facile

Ieri siamo stati a Roma, nella sede del Gruppo Toyota, per provarlo su un percorso tra strade provinciali e ad alto scorrimento.

Primo impatto: anche per le ragazze meno avvezze agli Lcv, è facilissimo da guidare e fa sentire in totale sicurezza con un comfort evoluto e le tecnologie di avviso tra cambi di corsia e avvicinamento di altri veicoli. Senza dimenticare i sensori di parcheggio posteriori. Sarà scontato per chi guida furgoni, ma la maneggevolezza di Toyota Proace elettrico ci ha proprio sorpresi.

Non c’è il cambio, bensì un semplice selettore delle marce.

Comfort e Adas

L’abitacolo di guida ha un sedile del driver molto confortevole e il cockpit dispone dell’ormai irrinunciabile head up display che mostra sul parabrezza le informazioni sui limiti di velocità e della navigazione. In modo che lo sguardo rimanga sempre fisso sulla strada.

Il quadro davanti a noi evidenzia razionalmente i dati essenziali, come velocità e potenza istantanea utilizzata. Nonché il livello di carica della batteria, anche in funzione dell’aria condizionata.

I sedili sono riscaldabili, gli specchietti si ripiegano automaticamente, l’accesso è senza chiavi. C’è il navigatore satellitare, il display touch screen è da 7 pollici, al centro della plancia, e la connettività permette di integrare sia smartphone Android sia Apple.

Ascolta la video intervista a Massimiliano Loconzolo, Fleet e Toyota Professional Senior Manager

Le batterie di Proace elettrico

Sono tre i fattori che hanno portato alla versione EV di Proace.

Li spiega Valerio Pucci, product marketing manager di Toyota: «C’è una innegabile accelerazione all’elettrico nel settore degli Lcv e lo dobbiamo alle restrizioni di accesso nelle città per i mezzi inquinanti, alla diffusione dell’e-commerce e alla sensibilità delle aziende per piani di Csr che comprendano l’impatto ambientale», argomenta.

Di qui la scelta tra 2 pacchi di batterie da trazione, posti sotto il pianale: da 50 e da 75 kWh. Sono garantiti 8 anni e/o 160.000 km.

Rispettivamente, consentono di percorrere distanze fino a 230 e 330 chilometri, misurate nel ciclo di omologazione Wltp.

Spiega Pucci: «Le nostre ricerche ci dicono che generalmente vengono percorsi circa 45 chilometri in una giornata lavorativa, (85 per i mezzi refrigerati, ndr) il che significa che per la maggior parte degli utenti il Proace Electric non richiederà una ricarica giornaliera. La potenza massima per entrambe le batterie è di 136 CV, con una coppia di picco di 260 Nm. La velocità massima è limitata elettronicamente a 130 km/h».

Come ricaricare Toyota Proace elettrico

Nel kit in dotazione ci sono 2 cavi per la ricarica alle colonnine.

Il primo è un cablaggio Schuko per la normale presa domestica e il secondo un “Mennekes” per la wallbox. Per la ricarica veloce viene fornito un altro cavo di tipo Ccs Combo 2 per la ricarica rapida in corrente continua e lenta in corrente alternata.

I tempi di rifornimento?

Per kW fino a 2,3 (una utenza domestica normale): 20 ore per la batteria da 50 kWh e 30 ore per quella più grande. Invece, per chi dispone di fino a 11 kW il Proace si rigenera in 4,45 ore oppure 7. Infine, per le colonnine fast charge fino a 100 kW è sufficiente una mezz’ora oppure 45 minuti.

Lo sportello di ricarica si trova sul passaruota anteriore sinistro e ha una spia che indica lo stato di completamento del rifornimento di energia.

GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

  • TEST DRIVE DI TOYOTA PROACE A ROMA
  • UNA GUIDA A ZERO EMISSIONI
  • SEDILI RISCALDATI
  • TOYOTA MOTOR COMPANY ITALIA

Le tre lunghezze: furgone compatto, medio e grande

Le lunghezze sono tre per ambedue.

Per Proace elettrico adibito al trasporto di merci, il vano di carico è di almeno una tonnellata cui si può aggiungere un gancio traino. E’ disponibile in tre lunghezze: Compact, Medium e Long. Lo spazio nel vano si estende da 4,6 m3 per il Compact, a 5,3 m3 per il Medium e 6,1 m3 per la versione Long.

In caso di Proace elettrico Verso – trasporto passeggeri -, possiamo trasportare 8 oppure 9 persone.

Gli interni sono flessibili, con i sedili della seconda fila reclinabili con schema 60:40 per agevolare l’accesso alla terza fila e aumentare la capacità di carico quando necessario.

Se per la versione cargo gli allestimenti sono due (Active e Comfort), nel Van diventano tre a seconda della lussuosità, degli Adas e degli accessori.

Come sul resto della gamma dei veicoli commerciati Toyota, anche su Proace elettrico la garanzia è di 10 anni e/o 250.000km. Un unicum nel mondo degli Lcv.

In concessionaria per long test drive con prove di carico

I dealer Toyota Professional dedicati offrono una consulenza a tutto campo alle imprese, anche sull’installazione dei punti di ricarica (in collaborazione con Edison). Questi ultimi sono presenti nelle 300 concessionarie tradizionali e con le colonnine fast charge nei 37 punti vendita del brand specializzato sugli Lcv.

I dealer sono pronti a offrire long test drive in modo che le aziende possano sperimentare le prove di carico. Tra i vantaggi del post vendita inclusi c’è un courtesy van per i clienti. E un servizio rapido di tagliando: garantito in un’ora soltanto.

Con Edison, nel caso l’impresa che acquista Toyota Proace elettrico diventi cliente anche per la fornitura di energia, il primo anno di ricariche notturne è incluso. Per una wallbox occorrono 1.400 euro.

Vedi il breve video del nuovo furgone elettrico.

Ricerca Webfleet
Precedente

Ricerca Webfleet, il 61% dei veicoli commerciali si può elettrificare

Verizon Connect
Successivo

Visirun diventa Verizon Connect: si completa l'integrazione