Abu Dhabi riparte da Mice e business travel: apertura dal 24 giugno

  

Abu Dhabi riparte da business travel e Mice: i suoi siti culturali riaprono a partire dal 24 giugno. L’occasione è particolarmente favorevole per dare vita a un ciclo di webinar che illustri la destinazione degli Emirati Arabi Uniti alla community di travel e e event manager delle imprese italiane. In tre tappe su questi canali, le figure aziendali che organizzano viaggi, meeting econvention sono invitate a partecipare agli approfondimenti in video conferenza che la country manager Italy di Abu Dhabi DCT, Dora Paradies, terrà il 2 luglio, il 10 luglio e il 16 settembre. In collegamento con lei ci saranno alcuni rappresentanti delle strutture.

Tre momenti distinti con altrettanti focus: per cominciare una overview sull’Emirato che si distingue per un’offerta di viaggio culturale oltre che di intrattenimento e ha una mission precisa sul Mice. A seguire, una puntata più “verticale” sulle location per riunioni d’affari ed eventi. Infine, in settembre, l’approfondimento sulle idee per organizzare ad Abu Dhabi un evento oppure un incentive, in vista di nuove aperture di location e hotel che stanno seguendo una escalation di novità.

Abu Dhabi riparte, riaprono i siti culturali

Dal 24 giugno Abu Dhabi riapre i musei e le attrazioni. Tra i primi siti che verranno riaperti al pubblico ci sono Louvre Abu Dhabi, Qasr Al Hosn, Cultural foundation e Artists in residence studio. Riapriranno anche le aree all’aperto dell’oasi di Al Ain, Qasr Al Muwaiji, Al Jahili Fort e Al Ain Palace Museum.

In questi luoghi sono state implementate linee guida rigorose in materia di salute e sicurezza e misure precauzionali, per supportare la comunità verso l’uscita dal lockdown degli ultimi mesi.

Per la visita del Qasr Al Hosn e del Louvre Abu Dhabi è richiesta la prenotazione dei biglietti online, con possibilità di ingresso gratuito per i visitatori di età inferiore ai 18 anni.

La maggior parte rispetterà il nuovo orario di apertura, dalle 10 alle 19 (dalle 14 alle 19 il venerdì), con apertura del Louvre Abu Dhabi dalle 10 alle 18.30, tranne il lunedì, il suo giorno di chiusura.

Al Louvre Abu Dhabi l’arte della cavalleria

Al Louvre Abu Dhabi, sarà ancora esposta l’ultima mostra internazionale, Furusiyya: L’arte della cavalleria tra Oriente e Occidente, dal 1° luglio al 18 ottobre 2020.  Invece alla Cultural foundation saranno visitabili le tre mostre: The Red Palace, Common Ground e Step into a Story.

Parallelamente, tutti i luoghi che rimarranno chiusi continueranno ad essere visitabili tramite tour virtuali disponibili online sulle piattaforme dedicate dei siti culturali stessi, Abu Dhabi Culture e Cultur-All.

«L’annuncio della riapertura dei nostri siti culturali è un passo significativo nel favorire il progressivo ritorno alla normalità dei residenti e visitatori ad Abu Dhabi dichiara SE Saood Al Hosani, sottosegretario operativo di DCT Abu Dhabi -. Questa iniziativa contribuirà ad alleviare le tensioni accumulate a seguito del periodo difficile appena trascorso, poiché crediamo che l’arte e la cultura abbiano il potere di aiutare le persone a riunirsi e guarire».

Lo skyline di Abu Dhabi in continua evoluzione

Protocolli sanitari ad Abu Dhabi

Il Dipartimento cultura e turismo (Dct) di Abu Dhabi ha regolamentato la riapertura delle strutture alberghiere dell’emirato.

Ogni dipendente deve sottoporsi a un test Covid-19 prima di poter tornare al lavoro e, successivamente, ogni due settimane. Il controllo della temperatura verrà effettuato regolarmente durante l’orario di lavoro su tutto il personale. Che sarà formato anche in materia di protocolli di risposta alle emergenze. Negli hotel sono obbligatori una stanza per l’isolamento dei casi sospetti di Coronavirus e un team medico.

Le linee guida stabiliscono i ‘requisiti di garanzia dell’idoneità’. Esse riguardano l’adozione di misure generali, regole per il distanziamento sociale e per la gestione dell’affluenza.

Gli esercizi commerciali restano aperti dalle 6 del mattino alle 19. La sterilizzazione dei luoghi avviene su base regolare. La fornitura di igienizzanti per le mani si trova sempre all’ingresso. I punti di entrata e uscita sono distinti e segnalati.

Le telecamere termiche per il rilevamento della temperatura corporea sono integrate nei sistemi National emergency crisis e Disaster management authority.

Approfondisci sulla certificazione igienico-sanitaria che le imprese adottano.

Sicurezza per i viaggiatori ad Abu Dhabi

I visitatori ad Abu Dhabi sono tenuti ad indossare le mascherine in ogni momento. Sono preferite modalità di pagamento ‘smart’ per ridurre i contatti e i contagi. I contrassegni per il mantenimento di un adeguato distanziamento sociale sono sui differenti piani degli edifici e sulle scale mobili. La disposizione dei posti a sedere consente la presenza di quattro persone per tavolo, con 2,5 metri di distanza tra i tavoli.

Attualmente, la capacità di ogni struttura alberghiera viene ridotta al 30% della capienza totale. Ai ristoranti e ai locali viene richiesto di comunicare con apposita segnaletica all’ingresso il numero massimo di clienti consentiti all’interno.

Gli alberghi, alcuni dei quali vere e proprie attrazioni per la loro maestosità e bellezza architettonica, possono essere visitati per un massimo di tre ore.

regioni e congressi
Precedente

Le regioni dove è possibile organizzare eventi e congressi dal 15 giugno

Monaco riapre
Successivo

Monaco riapre: nel Principato hotel e location in tutta sicurezza