Attrezzeria Negroni di Milano: da laboratorio artigiano a spazio per eventi

Riapre a Milano l’Attrezzeria Negroni e lo fa con una destinazione d’uso tutta nuova. Dalla metà del Novecento, l’Attrezzeria Negroni è stata il laboratorio artigianale dove venivano prodotti capolavori miniati a bulino e punzoni e stampi per riprodurre particolari ornamentali e di argenteria.

Oggi, dopo lavori di recupero durati 2 anni, la location si propone sulla scena milanese come un’insolita sede di eventi e un polo per la valorizzazione e la promozione del proprio patrimonio artigianale e della cultura d’impresa (scopri qui la location).

Situata tra Città Studi e il quartiere Ortica, l’Attrezzeria Negroni si ripresenta con una duplice veste: l’Archivio, per portare avanti un programma culturale sui mestieri d’arte, e lo Spazio Negroni, per offrire uno spazio per mostre, convegni e shooting fotografici.

Attrezzeria Negroni con l’open space industriale per gli eventi

Attrezzeria Negroni

Spazio Negroni è ampio 100 metri quadrati

Spazio Negroni è un open space di 100 metri quadrati. Gli impianti di areazione a vista, la pavimentazione in resina e gli ampi infissi in metallo scuro mantengono il linguaggio dello spazio industriale.

L’illuminazione a faretti puntuali su binario, posti a circa 3 metri di altezza, consente versatilità d’uso per allestimenti ed eventi.

Con una disponibilità di 40-60 posti platea, 20-30 posti per workgroup e 60 posti in piedi, lo spazio è adatto a esposizioni e presentazioni. Nonché eventi e meeting aziendali, corsi di formazione e lecture. Infine, è showroom e sala di posa.

Alle spalle dell’open space, dietro l’ampia vetrata, si trova l’Archivio con gli stampi rari, i laminatoi e gli utensili dell’opificio storico.

L’Archivio Negroni: artigiani che hanno fatto la storia

Attrezzeria Negroni

Oggi l’Archivio mette in scena un percorso guidato che racconta un saper fare che rischia di perdersi. Le visite sono l’occasione per approfondire conoscenze tecniche o curiosità di costume.

Per esempio, l’archivio custodisce riferimenti alla storia italiana del Novecento. Ecco le targhette realizzate per i brand dell’automotive tra i quali Iveco e le medaglie sportive realizzate per il Coni.

Se stai cercando location sorte da recuperi industriali guarda, sempre a Milano, Superstudio Maxi, la nuova location per eventi, fiere e convention che sta sorgendo dalla riqualificazione di un’ex industria siderurgica nel quartiere Barona-Famagosta.

Scopri invece a Roma come l’ex Cartiera Salaria è diventata Citylab 971, contenitore per eventi aziendali dal mood industrial.

Uvet Events
Precedente

Uvet Events punta alle emozioni con un sito web 3D

la meeting industry affronta il coronavirus
Successivo

La meeting industry colpita dal Coronavirus