Ecco Costa Smeralda, la prima smart city itinerante

È entrata ufficialmente in servizio a Savona lo scorso venerdì Costa Smeralda, la nuova ammiraglia della flotta Costa (scoprila qui) progettata e realizzata per essere una vera smart city itinerante. Costa Smeralda è infatti la prima nave della compagnia di crociere alimentata a gas naturale liquefatto (LNG).

Si tratta del combustibile fossile più “pulito” al mondo (riduce del 20% le emissioni di C02) nel quale il Gruppo Costa ha creduto e investito per primo, confermando così l’impegno a ridurre del 40% le emissioni di C02 entro il 2020, 10 anni in anticipo rispetto all’obiettivo stabilito dall’International Maritime Organization.

Ma non è solo l’utilizzo del gas naturale liquefatto a fare di Costa Smeralda una smart city. Un sistema di efficientamento energetico intelligente, la produzione del fabbisogno totale di acqua direttamente dal mare e il 100% della raccolta differenziata sono esempi concreti dell’impegno per rendere l’ammiraglia che batte bandiera italiana un esempio di nave da crociera sostenibile.

Scopri qui le destinazioni per eventi più sostenibili del mondo.

La grande bellezza italiana di Costa Smeralda

“Mai come in questa nave si parla di Italia, nel design e nei materiali utilizzati. Non solo: Costa Smeralda è il più fulgido esempio di innovazione responsabile perché simboleggia la scelta di Costa di considerare l’impatto che le navi hanno non solo sul mare, ma sulle destinazioni”, commenta Massimo Brancaleoni, senior vice president worldwide sales di Costa.

Per far vivere in un’unica location il meglio dell’Italia, l’arredamento, l’illuminazione, i tessuti e gli accessori, di serie e disegnati appositamente per la nuova ammiraglia portano la firma di 15 firme del design italiano: Cappellini, Cassina, Dedar, Driade, Emu, Flos, FontanArte, Kartell, Molteni & C, Moroso, Paola Lenti, Poltrona Frau, Rosa, Rubelli, Alessi.

Costa Smeralda

Il museo del design a bordo

Al design italiano è inoltre dedicato il CoDe – Costa Design Museum, il primo museo realizzato su una nave da crociera. Lo spazio si sviluppa su 400 metri quadrati ed è pensato per cogliere lo spirito del “gusto italiano” attraverso una selezione di oltre 470 pezzi.

Costa Smeralda: l’itinerario

La prima crociera di Costa Smeralda è partita il 21 dicembre da Savona. L’itinerario prevede una settimana nel Mediterraneo occidentale con scali a Savona (sabato), Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Civitavecchia (giovedì) e La Spezia (venerdì). Nel corso dell’estate 2020 l’itinerario, sempre di una settimana, sarà Savona (sabato), Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Cagliari (giovedì) e Civitavecchia (venerdì). Durante l’inverno 2020/21 Palermo sostituirà Cagliari.

Beach Club

Il Beach Club

I numeri di Costa Smeralda e il lato MICE

Totale cabine passeggeri: 2.612
Totale passeggeri: 6.554
Bar: 19, tra cui i bar tematici in collaborazione con  partner italiani, come il primo illy Caffè sul mare, il Campari Bar, l’Aperol Spritz Bar e il Ferrari Spazio Bollicine
Ristoranti e aree dedicate alla gastronomia: 16
Totale equipaggio: 1.678
Lunghezza totale (ca.): 337 m

Il “cuore” della nuova ammiraglia è il Colosseo, uno spazio a centro nave dislocato su 3 ponti. Gli schermi luminosi, posizionati sia sulle pareti sia sulla cupola, offrono la possibilità di creare una storia diversa in ogni porto di scalo e in ogni momento del giorno, dall’alba al tramonto. Intorno alla piazza si affacciano alcuni dei principali lounge bar a tema. Piazza di Spagna è invece una grande scalinata affacciata a poppa, su 3 ponti: il luogo ideale per i momenti di intrattenimento con una balconata all’aperto sull’ultimo ponte, il cui pavimento di cristallo fa vivere l’emozione di volare sul mare.

Piazza Trastevere, a prua della nave, è il punto di incontro di 3 diverse esperienze a bordo: shopping, degustazione e intrattenimento caratterizzato da acrobati e animatori, artisti di strada e musicisti. Un altro punto suggestivo e panoramico è la Passeggiata Volare, che raggiunge il punto più alto della nave a 65 metri d‘altezza.

I numeri di Costa Smeralda, la sua vocazione alla sostenibilità e la ricchezza di spazi la candidano a essere una nave per incentive. «Nei prossimi mesi, dopo aver valutato come vive la nave con gli ospiti a bordo, siamo intenzionati a sviluppare l’offerta incentive», dice il direttore commerciale Italia Daniel Caprile. «Dobbiamo prima valutare in maniera scrupolosa come garantire sempre l’eccellenza che noi promettiamo».

 

Convention Bureau di Abu Dhabi
Precedente

Abu Dhabi siede nel CDA di ICCA

Channukah
Successivo

Channukah, la festa della luce a Gerusalemme