Eventi in presenza oggi: le migliori prassi di Firenze, Bologna e Torino

Gli eventi in presenza oggi diventano business critical per i territori e prova ne sono le iniziative di tre destinazioni italiane. Bologna, Firenze e Torino puntano sul Mice e lo fanno migliorando e ampliando la propria offerta. Come? Mettendo in campo incentivi e nuovi spazi per eventi e congressi, non in ultimo rafforzando il braccio operativo destinato al Mice.

Da Firenze il piano per rilanciare il congressuale

Azioni per migliorare la performance e acquisire nuovi eventi internazionali: è questo l’obiettivo principale del piano strategico di Firenze Convention Bureau. Punto di partenza del progetto di rilancio per aggiudicarsi eventi in presenza oggi è Florence Re:Start.

Si tratta dello studio condotto da Firenze Convention Bureau per identificare il posizionamento competitivo della città come destinazione congressuale sul mercato europeo. La ricerca è stata realizzata grazie al contributo della Camera di Commercio, in partnership con il Comune di Firenze e con il supporto dell’agenzia di consulenza Gaining Edge.

Eventi in presenza oggi

Foto di Heidi Kaden su Unsplash

Firenze leader in Europa

Secondo lo studio, Firenze è fra le prime 40 città congressuali in Europa. Si classifica al quarto posto nella sua categoria che comprende città come Ginevra, Glasgow, Lione, Valencia, Goteborg, Amburgo e Rotterdam.

I punti di forza di Firenze sono l’attrattività della destinazione e l’ampia offerta ricettiva.

Per accrescere la competitività del capoluogo toscano, il Convention Bureau ha predisposto un piano strategico di ripartenza per l’acquisizione di congressi associativi internazionali dal 2023 in poi.

Stimolare l’attrazione dei congressi internazionali

«Stiamo lavorando su 30 candidature in via prioritaria nell’immediato futuro, per stimolare l’arrivo di nuovi congressi internazionali nei prossimi 3-5 anni», spiega Carlotta Ferrari, direttrice del Firenze CCB, sottolineando che i congressi a cui si punta «sono eventi che implicano un forte coinvolgimento del mondo accademico e ospedaliero locale, per cui Firenze ha tutte le carte in regola per acquisirli.

Eventi in presenza oggi

Carlotta Ferrari, direttrice del Firenze Convention Bureau

«Il ruolo del Convention Bureau è fondamentale -continua Ferrari – perché è l‘unico soggetto in grado di aggregare e coordinare l’offerta, farla dialogare con le istituzioni, interloquire con le grandi associazioni internazionali promotrici di congressi».

Tariffe competitive hotel e voli

Nel piano strategico c’è anche una parte dedicata agli incentivi per l’acquisizione di congressi.

I vari componenti della filiera, in modo particolare gli alberghi, metteranno a disposizione tariffe e servizi competitivi dedicati a questo segmento. Spazio, dunque, a pricing vantaggioso per i pernottamenti e sconti su voli e treni. Fino a servizi aggiuntivi all’interno del polo di Firenze Fiera.

Eventi in presenza oggi: a Bologna la nuova exhibition hall

Gli eventi in presenza oggi a Bologna possono contare su un nuovo spazio e il piano di rilancio. Bologna Congressi, il braccio Mice di Bologna Fiere, lancia infatti la nuova exhibition hall.

Eventi in presenza oggi

Il rendering della nuova exhibition hall di 3.000 metri quadrati

Situata all’interno del Volvo Congress Center, è direttamente collegata al Palazzo dei Congressi e all’Ex-Gam ed è arricchita da due giardini esterni. L’exhibition hall si estende su oltre 3.000 metri quadrati di area espositiva modulabile e ospita eventi fino a 2.000 persone. È cablata, climatizzata e dotata di sistemi di domotica.

Per quanto riguarda il piano di rilancio, si chiama Re-Start e prevede incentivi e un supporto completo agli operatori del settore per sostenere la ripartenza degli eventi.

Bologna investe quindi doppiamente sul Mice, come spiega Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere.

«Il triennio di ristrutturazione, cominciato nel 2017, si conclude con l’inaugurazione di questa nuova exhibition hall che amplia l’offerta del polo congressuale e ne aumenta considerevolmente la superficie, che raggiunge così i 10.000 metri quadrati totali».

Torino e il network degli operatori congressuali con Gattinoni

Eventi in presenza oggi

Foto di Samuele Giglio su Unsplash

Torino rafforza il club di prodotto per la promozione Mice della destinazione. Il gruppo Gattinoni si è infatti iscritto al Registro operatori congressuali e al Registro operatori incoming di Turismo Torino e Provincia, la Dmc pubblica del territorio.

Con la new entry di Gattinoni diventano 52 le imprese iscritte nel Roc dell’ente di promozione.

«Questa operazione arriva in un momento importante per noi sulla piazza di Torino, dove stiamo ultimando i lavori per nuovi uffici che avranno all’interno il reparto Mice e business travel, un’agenzia di viaggi e spazi per eventi», commenta Franco Gattinoni, presidente dell’omonimo gruppo. «Questo ci permetterà di ampliare e sviluppare nuove attività con le aziende piemontesi. Tutto ciò si concretizzerà con l’inaugurazione del nuovo hub nel cuore pulsante della città. L’evento è previsto per il prossimo dicembre».

Approfondisci qui il documento che tutela gli organizzatori di eventi dal rischio di contagio Covid19.

 

dpcm del 18 ottobre vieta congressi e convegni
Precedente

Il Dpcm del 18 ottobre vieta congressi e convegni, equiparati a sagre e fiere di Paese

L’impatto del Cororonavirus sugli eventi
Successivo

L’impatto del Coronavirus sugli eventi: i numeri della crisi