Cancellata Imex Francoforte: il Coronavirus ferma la fiera del MICE

La pandemia Coronavirus colpisce anche Imex 2020. La fiera della meeting industry che si sarebbe dovuta svolgere a Francoforte dal 12 al 14 maggio è stata cancellata. Una decisione che era nell’aria da giorni, ma che colpisce anche a livello emotivo un settore messo a dura prova dall’emergenza Coronavirus. Ormai conclamata pandemia secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Approfondisci qui come la meeting industry è colpita dal Coronavirus.

Le motivazioni della scelta arrivano direttamente dalla nota congiunta di Ray Bloom e Carina Bauer, rispettivamente presidente e amministratore delegato del Gruppo Imex.

Imex

Ray Bloom e Carina Bauer, presidente e amministratore delegato del Gruppo Imex

«È con profonda tristezza che annunciamo la cancellazione di questa edizione di Imex. Sappiamo che ciò rappresenterà un’enorme delusione, non solo per gli espositori, i buyer e i professionisti del settore che avrebbero dovuto partecipare alla fiera ma anche per la community globale dell’industria degli eventi. Questa non è una decisione che abbiamo preso alla leggera e ci sono 2 preoccupazioni prioritarie che ci hanno portato a prenderla in questo momento», spiegano.

Imex 2020, la Germania dice stop agli eventi

Continuano: «La prima è l’incertezza dovuta al fatto che il ministro tedesco della sanità ha recentemente chiesto di vietare gli eventi con oltre 1.000 persone, provvedimento che stati federali della Germania hanno già approvato, incluso lo stato dell’Assia dove si trova Francoforte. Avremmo rischiato di annullare la fiera all’ultimo minuto per cause di forza maggiore al di fuori del nostro controllo».

Non c’è fiera senza buyer di qualità

«La seconda, ma la nostra principale preoccupazione, è il senso di responsabilità nei confronti dei nostri espositori e partner che investono nella fiera non solo acquistando gli spazi, ma anche compiendo notevoli investimenti aggiuntivi come quelli per realizzare gli stand e ospitare gli eventi dei buyer».

Fino a poco tempo fa, c’era ottimismo sul fatto che il mese di maggio fosse abbastanza lontano per procedere con fiducia mantenendo le date previste di Imex 2020.

«Oggi come oggi non possiamo garantire l’unica cosa che i nostri espositori si aspettano da noi, e cioè un ricco parterre di buyer di alta qualità. In un mondo ideale aspetteremmo e vedremmo. Ma siamo nel mondo reale e non possiamo, in buona coscienza, chiedere ai nostri espositori di continuare a investire denaro per il quale potrebbero non avere un ritorno. Entrambi questi fattori – l’incertezza sul fatto che Imex sarà autorizzata a procedere, nonché i dubbi sul numero di buyer che saranno in grado di partecipare – ci hanno portato alla conclusione che ora non abbiamo altra scelta se non quella di annullare Imex Francoforte», è l’amara conclusione.

Leggi l’intervista a Patrizia Semprebene Buongiorno, VP di Aim Group International, su come il Coronavirus sta impattando sulla Mice industry.

Imex 2021 dal 25 al 27 maggio

Il team di Imex, però, non si ferma. È al lavoro per la decima edizione di Imex America, la fiera della meeting & event industry che si svolgerà dal 15 al 17 settembre a Las Vegas (leggi qui i dettagli). E Imex tornerà a Francoforte dal 25 al 27 maggio 2021.

Sempre in tema di eventi cancellati, Federcongressi & eventi censisce gli eventi annullati e riprogrammati per Coronavirus.

evento gourmet
Precedente

Identità Golose per eventi aziendali gourmet a Milano

webinar
Successivo

In tempi di Coronavirus, 10 webinar e corsi online per aggiornarsi in smart working