Starhotels green con la filosofia del giardino e il no alla plastica

Starhotels rafforza la propria policy green e mette al bando i prodotti in plastica monouso adottando materiali riciclati al 100% e biodegradabili. Il percorso con il quale il gruppo alberghiero (scoprilo qui) scende in campo e dà il proprio contributo alla salvaguardia dell’ambiente è ormai consolidato.

Grazie all’iniziativa “Plastic free” nel biennio 2017-18 negli Starhotels Premium oltre 2 milioni di flaconi in plastica monouso contenenti articoli da toeletta sono stati infatti sostituiti con dispenser realizzati in materiale riciclato e riciclabile con al loro interno prodotti ecologici privi di parabeni e siliconi certificati Ecolabel ed Ecocert.

Ma si può fare di più. E Starhotels lo fa. Una nuova linea di prodotti per la toeletta sostituirà quelle attualmente presenti in camera – in particolare il packaging delle saponette, il vanity set, le cuffie doccia e i sacchetti per lavanderia e cestini- rispettando così i requisiti di eco-sostenibilità. Non solo: i bicchieri in plastica, le cannucce e i contenitori monoporzione per finger-food saranno sostituiti con prodotti biodegradabili o 100% riciclati. Entro fine anno, poi, le bottiglie d’acqua in plastica saranno eliminate da tutti gli uffici e i frigo bar.

A fare da apripista la sede di Firenze dove per gli oltre 130 dipendenti sono già stati installati impianti d’acqua microfiltrata proveniente dalla rete idrica pubblica. Una scelta eco che permette di dire stop a 600mila bottiglie di plastica all’anno.

Starhotels green, la filosofia del giardino

Starhotels green

Elisabetta Fabri, presidente di Starhotels

A guidare le scelte di Starhotels è una filosofia, come spiega Elisabetta Fabri, la presidente di Starhotels che pochi giorni fa ha ricevuto l’insegna di Cavaliere del Lavoro dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Operiamo nella convinzione che la responsabilità sociale dell’impresa corrisponda al contributo volontario che questa può dare al miglioramento della società e dell’ambiente, agendo in stretta connessione tra tematiche sociali, economiche e ambientali. Per questo ci ispiriamo alla ‘filosofia del giardino’, metafora etica ed estetica della relazione tra uomo e natura, che oggi va ripensata. Questa filosofia ci insegna che il rispetto per il nostro pianeta si riflette su noi stessi e, di conseguenza, ci spinge ad adottare comportamenti ecologicamente consapevoli mirati a preservare e valorizzare il nostro comune, prezioso capitale ambientale”.

Scopri qui tutte le iniziative green del settore dell’hospitality.

Le pratiche buone e sostenibili

Nel percorso Starhotels green, la tutela dell’ambiente non si limita, però, alla messa al bando della plastica. Il gruppo, infatti, nelle sue strutture adotta generatori a basso impatto per ridurre le emissioni di CO2 e i consumi energetici, illuminazione LED a basso consumo e climatizzatori ad alta efficienza.

Hotel sicuramente all’avanguardia dal punto di vista delle buone pratiche ambientali sarà Starhotels E.c.ho. Bologna, il 4 stelle che nel 2020 aprirà all’interno di FICO Eataly World, il grande parco tematico dedicato alle eccellenze agroalimentari italiane che dal 9 al 17 novembre festeggia 2 anni dall’apertura con un ricco calendario di eventi.

Leggi qui come le catene alberghiere pianificano la sostenibilità. 

Qui invece scopri le destinazioni per eventi più sostenibili.

Bilancio in crescita per la catena italiana

Con 29 alberghi in Italia e nel mondo, Starhotels è l’unico gruppo alberghiero italiano con hotel di proprietà all’estero. Lo scorso anno il bilancio consolidato di Starhotels è cresciuto del 5,4% sull’anno precedente raggiungendo i 208,5 milioni con un Ebitda di 55,7 milioni (+11,7%) e un utile netto pari a 12,3 milioni (+31,4%). Nei primi 8 mesi del 2019 i ricavi sono cresciuti del 4%.

Terme di Saturnia entra in Starhotels

Terme di Saturnia Natural SPA & Golf Resort

A partire dal 2020 Starhotels inizierà la collaborazione a carattere commerciale con il resort 5 stelle Terme di Saturnia Natural SPA & Golf Resort. L’accordo prevede uno sviluppo congiunto del business per il resort facendo leva sulla notorietà, la forza commerciale e il know-how in ambito di marketing e revenue management di Starhotels.

I termini della collaborazione comprendono l’inserimento di Terme di Saturnia nell’offerta del brand Starhotels Collezione, il supporto nella promozione e vendita da parte della rete commerciale di Starhotels in Italia e all’estero, nelle attività di marketing e comunicazione e nella definizione delle politiche di revenue management della struttura, oltre all’integrazione dei sistemi di prenotazione e l’inserimento nel loyalty program Starhotels.

Terme di Saturnia manterrà la sua autonomia gestionale e operativa nel rispetto degli standard Starhotels Collezione.

 

Rossoevolution per Tim e Jeep
Precedente

Tim e Jeep negli eventi stanno con Rossoevolution

Giappone
Successivo

Choice Hotels cresce in Giappone con più di 30 nuovi hotel