Valencia design

Valencia è la capitale mondiale del design 2022: 100 eventi per il Mice

È Valencia la capitale mondiale del design per il 2022. Una motivazione in più, lunga 365 giorni, per organizzare eventi e incentive nella città spagnola sempre vivace, ma che lo sarà ancora di più il prossimo anno.

Infatti, il programma di eventi comprende oltre 100 tra congressi, workshop e mostre che copriranno tutte le discipline del design attorno a 6 assi strategici. E cioè: salute e benessere, didattica del design, economia e innovazione, patrimonio e identità, sostenibilità ambientale ed equità, inclusione e diversità.

Il calendario coinvolge il 95% delle principali sedi espositive della città. Tra queste Fiera di Valencia e Valencia Conference Center.

Valencia è stata nominata da parte della World Design Organisation, l’associazione internazionale che promuove il disegno industriale.

La nomina è biennale e celebra le città che applicano il design al miglioramento della vita economica, sociale e culturale.

Guarda il qui il video di presentazione di Valencia, capitale mondiale del design per il 2022

Destinazione smart per green meeting

Valencia è meta ideale anche per eventi green.

Infatti, è prima città al mondo a verificare e certificare l’impronta di carbonio e di acqua di tutta la sua attività turistica. La strategia del turismo sostenibile punta a raggiungere un turismo a zero emissioni entro il 2025.

Obiettivo? Affermarsi come prima destinazione turistica al mondo a impatto ambientale zero.

Scopri le 10 destinazioni più sostenibili per eventi secondo il GDS Index.

giardino-del-turia
Valencia dispone di 160 chilometri di piste ciclabili

Grazie alle diverse iniziative di mobilità sostenibile e riduzione dei rifiuti, i viaggiatori possono visitare la città con il minor impatto possibile, sfruttando i 160 chilometri di piste ciclabili e il 75% delle strade in cui vige un limite di velocità di 30 chilometri orari.

Valencia si aggiudica i Gay Games

Vivace, green e inclusiva. È così Valencia. E proprio la sua natura di città aperta è stato uno degli elementi determinanti per aggiudicarsi i Gay Games nel 2026. La destinazione ha gareggiato nella fase finale con Monaco di Baviera e Guadalajara in Messico.

immagine promo gay games

La federazione internazionale ha scelto la destinazione spagnola anche tenendo conto della sua capacità di accogliere un evento delle dimensioni dei Gay Games.

Questo significa che la commissione ha ritenuto adeguata la qualità delle sue infrastrutture e degli impianti sportivi.

L’evento da 120 milioni di impatto economico

I Gay Games 2026 si svolgeranno tra maggio e giugno. L’evento durerà poco più di una settimana. Ospiterà le competizioni di più di 30 discipline sportive e varie attività culturali.

La manifestazione attirerà 15.000 atleti e circa 100.000 visitatori.

L’impatto economico per la città sarà di oltre di 120 milioni di euro.

Appuntamento sportivo e culturale dal 1982, il festival ha come principi fondamentali la partecipazione, l’inclusione e la diversità. La prossima edizione, in programma nel 2022, si terrà a Hong Kong.

Le nuove aperture alberghiere

Valencia dispone di 17.000 posti letto complessivamente, ma il numero è in continuo aumento.

A settembre ha aperto Only You Valencia, primo hotel 5 stelle della catena alberghiera di Palladium Hotel Group in città.

Ingresso Hotel-Only-You

Situato nel cuore del centro storico, è firmato dall‘interior designer Lázaro Rosa-Violán. Oltre a 191 camere, offre 3 ristoranti, un negozio di fiori, una sartoria. Sul fronte Mice, ci sono 9 sale meeting, la maggiore di 300 metri quadrati.

Tra le altre aperture recenti nell’hotelelrie figura il moderno Palacio Santa Clara, situato nel centro storico e il boutique hotel 4 stelle Helen Berger nel quartiere Seu. Infine l’hotel SH Suite Palace.

Nel 2022 riaprirà il 4 stelle Mélia Valencia. Situato accanto al Palazzo dei Congressi, ideale per i viaggiatori d’affari.