gruppo MSC Lufthansa ITA Airways

Il Gruppo MSC e Lufthansa chiedono la maggioranza di ITA Airways

Il Gruppo Msc e Lufthansa* insieme hanno formulato oggi la manifestazione d’interesse per la maggioranza di Ita Airways. Le due società esprimono il desiderio che il Governo italiano mantenga una quota di minoranza nella società. Durante la due diligence, il gruppo di shipping fondato da Gianluigi Aponte negli Anni Settanta, basato a Ginevra, e la compagnia aerea tedesca definiranno i termini della partnership.

I tempi di discussione per l’esclusiva della trattativa sono di 90 giorni.

  • Aggiornamento: Successivamente alla pubblicazione di questo articolo che si basa su una nota di stampa di Ita Airways, dalle pagine de Il Sole-24 Ore la compagnia aerea Lufthansa fa sapere di essere interessata ad una partnerrship industriale e commerciale, ma non ad acquisire una quota azionaria nel vettore italiano. Affermazione che l’agenzia di stampa finanziaria Bloomberg ritratta nuovamente, asserendo che Lufthansa considererebbe anche una quota di partecipazione nel deal. Per la fonte, l’affare vale tra 1,2-1,5 miliardi di euro.

Msc, Lufthansa e Ita Airways: si esamina l’interesse

Mentre il Cda del vettore italiano al 100% di proprietà del Mef (Ministero dell’economia e delle finanze) fa sapere di esaminare la richiesta nei prossimi giorni, la Commissione europea accende il semaforo verde sull’acquisizione di una quota di Ita Airways da parte di Lufthansa.

Il Governo di Berlino toglie, dunque il divieto sulle acquisizioni al vettore tedesco poiché quest’ultimo ha rimborsato il 75% degli aiuti di Stato.

Anche le limitazioni sulle remunerazioni del management, bonus inlcusi, vengono revocate.

Lo ha fatto sapere oggi una portavoce della Commissione europea.

Il Governo tedesco ha ricapitalizzato il gruppo Lufthansa con 6 miliardi di euro e il 25 giugno 2020 Bruxelles ha approvato il piano. Tra i vincoli ha imposto il divieto di dividendi e il riacquisto di azioni, nonché di acquisizioni. Oggi Lufthansa rimane vincolata alla maggior parte degli impegni fino al completo rimborso dei “prestiti”.

Indiscrezioni di stampa dei giorni scorsi danno Lufthansa possibilmente interessata al 40% di Ita.

Un pretendente ricco

Certamente, una compagnia di trasporto merci è una gallina dalle uova d’oro. Nel 2021, si stima che a livello globale sia stato l’anno dei record con 150 miliardi di profitti per tutto il settore.

Ed è la prima volta che si raggiunge un risultato così elevato in un solo anno.

Mediterranean Shipping Group (Msc Group) è la seconda al mondo, la prima è la danese AP Moller-Maersk, nota semplicemente come Maersk.

Il momento aureo dello shipping va di pari passo con le disgrazie che il Covid-19 ha distribuito copiosamente nel settore dei viaggi e degli eventi. Infatti, l’anno scorso, la tariffa per spedire un container da 40 piedi (76 metri cubi di volume circa, ndr) è salita fino a 20mila dollari in alcuni casi. Nel 2019 costava 2mila dollari.