MissiOnewsTech & Web

La nuova mobilità aziendale tra sostenibilità e rischio nel viaggio d’affari

Viaggiare significa oggi più che mai tenere in considerazione il contesto storico, politico ed economico del Paese di destinazione. «Questo è vero sempre e in misura maggiore nell’ambito del viaggio d’affari, che interessa in primis l’azienda e in particolare la figura del travel security manager spiega Valentina Ubaldi, product manager ZTravel e ZCarFleet Zucchetti -: è responsabilità di questi, infatti, garantire la sicurezza e la salute del dipendente coinvolto nel business travel».

Nella particolare contingenza che vede l’argomento ‘green’ tra i maggiori protagonisti del dibattito pubblico, diventa importante per le aziende tenere a mente anche questo aspetto nell’ambito delle trasferte, ma non solo.

Il tema dovrebbe essere esteso in maniera più ampia alla gestione delle flotte aziendali nonché agli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti «per un approccio d’impresa che possa definirsi veramente green e sostenibile», osserva la manager intervenendo a Missionforum.it.

La nuova mobilità aziendale è sostenibile

In questo ambito, il principale interlocutore diventa il mobility manager, figura che sempre più dovrà operare scelte per una mobilità ecologica all’interno delle aziende.

Con il proposito di mettere i propri clienti nella condizione di efficientare sempre e al massimo le proprie attività, il Gruppo Zucchetti ha allargato l’offerta. Dunque mette a disposizione delle aziende una soluzione per garantire una gestione del viaggio d’affari in completa sicurezza nonché un modulo per gestire in maniera innovativa e soprattutto green gli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti aziendali.

Dalla fase che precede a quella che segue il viaggio d’affari, oggi ZTravel di Zucchetti fornisce al travel manager l’accesso a tutte le informazioni necessarie per organizzare la trasferta in sicurezza. Inoltre, mette a disposizione del dipendente gli strumenti per affrontare in sicurezza la trasferta di lavoro.

Spiega Ubaldi: «Informazioni reali e aggiornate sul livello di rischio del paese di destinazione, processi di valutazione e autorizzazione al viaggio, analisi delle coperture assicurative e dei documenti di viaggio del dipendente e molto altro». Tutto questo controllato e integrato all’interno di un’app per trasfertisti che, agganciata al software ZTravel, permette all’azienda di comunicare in tempo reale con il viaggiatore garantendo a entrambi i soggetti il pieno controllo di ogni aspetto relativo alla trasferta in generale e alla sicurezza in particolare.

La mobilità leggera nel welfare aziendale

«E se ZTravel ci permette di rispondere davvero a ogni esigenza delle aziende nella gestione del viaggio d’affari, la nuova soluzione ZGreen Fleet ci mette invece nelle condizioni di sostenere i nostri clienti in quella che dovrà essere, a tendere, una transizione ecologica a tutti gli effetti», continua la professionista.

La volontà è quella di integrare la cosiddetta mobilità leggera all’interno di un sistema di welfare dei dipendenti.

«Così che al concetto di gratificazione possa cominciare ad associarsi anche quello di sostenibilità: con ZGreen Fleet ci facciamo portavoce di un’idea di micromobilità nella gestione della flotta aziendale che possa presentarsi come sostituta al trasporto pubblico locale senza danneggiare l’ambiente».

Approfondisci sul software di gestione della flotta aziendale.

nexi travel account compie un anno
Precedente

Un anno di Nexi Travel Account: il business travel va alle banche italiane

Successivo

Dpcm 2 marzo e business travel: cosa c’è da sapere