MissiOnewsSenza categoriaTrasporti

Vietnam Airlines introduce una nuova policy bagaglio

Nuova policy bagaglio per Vietnam Airlines. Rappresentata in Italia dal global sales agent Mst gsa, la compagnia aerea vietnamita introduce nuove regole dal 1° agosto.

Il piano va a sostituire la policy precedente basata sul peso in chilogrammi, si chiama “Piece concept policy” ed è valido su tutti i voli operati dal vettore tra l’Europa e il Vietnam.

Ecco lo schema per i passeggeri:

–  Business Class due colli in cabina (per un totale di 18 Kg, con peso massimo di 10 Kg per il bagaglio più pesante) e due colli in stiva (per un totale di 32 Kg);

–  Premium economy, due colli in cabina (per un totale di 18 Kg, con peso massimo di 10 Kg per il bagaglio più pesante) e due colli in stiva (per un totale di 23 Kg);

–  Economy, un collo in cabina (per un totale di 12 Kg, suddivisi tra un bagaglio di peso massimo di 10 Kg e un accessorio di 2 Kg) e un collo in stiva (per un totale di 23 Kg).

Con l’entrata in vigore della policy bagaglio per Vietnam Airlines è possibile imbarcare gratuitamente in stiva una valigia aggiuntiva del peso massimo di 23 kg con un biglietto di classe economica nel periodo di viaggio compreso dal 1° agosto al 31 dicembre 2019.

Policy bagaglio per Vietnam Airlines sui i voli dall’Europa

Premiata per il quarto anno consecutivo con il riconoscimento 4-Star Airline di Skytrax, Vietnam Airlines sta operando 26 collegamenti settimanali tra l’Europa alla volta di Hanoi e Ho Chi Minh City (ex Saigon). Serve, quindi, 10 voli da Parigi CDG, 10 da Francoforte e 6 da Londra Heathrow fino al 26 ottobre, quando termina l’orario estivo Iata.

In particolare, dall’hub parigino di Charles de Gaulle vola sette volte su Hanoi e tre su Ho Chi Minh, mentre da Francoforte opera sei volte su Hanoi e quattro sulla ex Saigon, infine da Londra effettua tre servizi alla settimana su Hanoi e tre su ho Chi Minh.

Grazie agli accordi di avvicinamento con Air France, Alitalia, British Airways e Lufthansa, gli aeroporti di partenza dall’Italia per raggiungere i tre hub europei sono Milano, Roma, Venezia, Bologna, Torino, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Catania, Bari e Pisa.

Ottimi risultati economici

Il vettore, rientrato nel Bsp italiano a fine 2017, attraversa un periodo di ottimi risultati economici, avendo raggiunto il profitto più alto della sua storia nel 2018, a 120 milioni di dollari. Fanno parte del gruppo la low cost Jetstar Pacific e la regionale Vasco.

“I risultati straordinari raggiunti nel 2018 dalla compagnia e dal Gruppo dimostrano la validità della direzione intrapresa in vari campi – ha commentato Duong Tri Thanh, presidente e Ceo -. I progressi significativi che abbiamo realizzato sono il rinnovamento della flotta, il network delle destinazioni servite e il miglioramento della puntualità”.

Trenitalia Milano rogoredo
Precedente

Linate è chiuso e Trenitalia ferma più Frecce a Milano Rogoredo

studio GBTA
Successivo

Nuovo studio GBTA, ecco le priorità dei business traveller in fatto di hotel