MissiOnewsTech & WebTrasporti

Con British Airways, a Londra il servizio di check in all’Heathrow Express

C’è un nuovo servizio di check in per i passeggeri che volano con British Airways. La compagnia aerea britannica ha siglato un accordo con AirPortr che permette di ottenere la carta di imbarco e consegnare il bagaglio già alla stazione del treno Heathrow Express. Nel cuore di Londra.

Attivo dalle 5 alle 10 di mattina, il servizio di check in permette di arrivare al terminal senza bagaglio e dirigersi ai controlli di sicurezza. Già con la carta di imbarco.

Ma c’è di più: con un supplemento di una ventina di euro, la compagnia prevede anche il ritiro del bagaglio al proprio indirizzo di casa, in modo che chi parte non debba più occuparsene fino all’arrivo a destinazione. Tramite smartphone, inoltre, si può sapere in qualunque momento dove si trovi la propria valigia.

Tom Stevens, direttore customer experience di British Airway,s ha sottolineato l’importanza dell’accordo. «Abbiamo passato tanto tempo a pensare a come facilitare la vita di chi deve partire. Questo accordo con AirPortr permette prima di tutto di evitare le code al check in, di conseguenza di raggiungere l’aeroporto di Heathrow senza bagaglio».

Il servizio di check in di British Airways anche la sera prima

Oltre a questo servizio di check in, British Airways dà la possibilità ai passeggeri in partenza dal Terminal 5 di Heathrow, di consegnare il proprio bagaglio la sera prima. In questo caso, l’orario è dalle 16 alle 21.

Inoltre, il vettore britannico sta continuando a cercare nuove strade per integrare altre tecnologie al fine di snellire ancora di più le procedure di imbarco. Un esempio? Il lancio di app che aiutano il passeggero a verificare i requisiti di ingresso nel Paese di destinazione. Naturalmente prima di arrivare in aeroporto.

Già oggi chi ha un biglietto BA può utilizzare Veryfly per tutti i voli da o per Stati uniti, Canada o Francia. Si tratta di un’app che fa sì che ogni tampone effettuato da chi viaggia sia automaticamente caricato nel sistema IT del vettore in modo da procedere con il check in online. Dimostrando di essere negativi al Covid-19, dunque viaggiare senza restrizioni.

Si può anche prenotare la coda al check in

Tra gli strumenti similari offerti da BA c’è Travel Pass di Iata, che ha funzioni simili e sta per entrare in funzione sui voli tra Londra Heathrow, Ginevra e Zurigo. Ma non solo: i passeggeri British Airways in partenza per Cipro, Germania, Grecia, Italia, Spagna e Portogallo possono caricare il loro certificato di negatività al Coronavirus. Dove? Direttamente sul portale Ba.com, in modo che l’esito del tampone siaverificato prima del decollo.

Infine, la compagnia sta testando una tecnologia di Qmatic (scopri di più cliccando qui). Di che si tratta? Di un sistema che permette ai clienti di prenotare da remoto il proprio posto nella coda al check in. Quasi come alla posta o in banca: se qui il “numerino” si prende in loco, in aeroporto lo si riceve in anticipo sul proprio smartphone.

Servizio di check in

GBTA business travel politiche
Precedente

GBTA poll: il business travel riprende, solo viaggi nazionali ed essenziali

aeroporto madrid barajas
Successivo

L'aeroporto Madrid-Barajas pienamente operativo: terminal 2 e 3 riaperti