AccomodationMissiOnewsTech & Web

Le prenotazioni di hotel “a ore” di ByHours sbarcano in Italia

Arriva in Italia byhours.com, la piattaforma online dedicata alla vendita di camere d’albergo a multipli di 3 ore (battutari astenersi). L’idea imprenditoriale nasce in Spagna nel 2012, per opera di una serie di giovani col fiuto per la tecnologia applicata al turismo, con l’obiettivo di mettere a reddito gli hotel in un modo alternativo rispetto a quelli tradizionali che prevedono l’utilizzo di una o più notti o di alcune ore durante il giorno, modalità comunemente definita dayuse.

Dopo il lancio della startup, il numero degli hotel affiliati è cresciuto molto rapidamente fino a raggiungere le circa 2.500 unità attuali, passando attraverso i premi ottenuti ncome “Miglior Startup” in occasione degli “Ecommerce awards” 2014 e come miglior websho di viaggi e turismo nell’edizione del 2015.

Anche a detta del fondatore di ByHouse, Guillermo Gaspart, il servizio si adatta perfettamente a un utilizzo da parte dei business traveller: “Il nostro portale è molto utilizzato nei viaggi di lavoro. Il posizionamento di molte strutture (sono circa 2.500 nel mondo di cui 150 in Italia, mentre altre sono in arrivo) vicino ad aeroporti e stazioni permette a businessman di sfruttare i tempi morti per riposarsi, prepararsi per una giornata di lavoro o per riprendersi dal fuso orario. I blocchi di 3 ore sono flessibili, perché non c’è differenza tra giorno e notte e perché si possono già prenotare dal sito, utilizzando servizi come il food & beverage, la SPA o il fitness center. Un’altra modalità molto usata per lavoro è la prenotazione per alcune ore di suite per fare riunioni. Anche in questo caso, molto spesso, in strutture vicino ad aeroporti e stazioni ferroviarie (ma anche nei centri città). Per questo genere di utilizzo, molto apprezzata è la possibilità di prenotare in anticipo il servizio di parcheggio. Il pay per use alberghiero è una risorsa in costante crescita per il business travel perché soddisfa un’esigenza precisa, permette di abbattere i costi di utilizzo della struttura e si prenota online senza vincoli né penali. Daltra parte, gli hotel sono sempre più interessati a questo genere di business travel perché i blocchi di tre ore associabili a servizi permettono di fare revenue addizionali con facilità”.

A tal proposito, fino al 20 novembre ByHours ha lanciato una promozione da 25 euro per 3 ore, prenotabile attraverso il sito o l’app dedicata attiva su smartphone e tablet, utilizzati fino a questo momento da più di 150mila utenti, di cui 60mila nel solo 2016.

Il processo di internazionalizzazione prosegue spedito: dopo Spagna e Germania – mercati su cui l’azienda si è focalizzata inizialmente – ByHours punta su altri paesi di Europa, America e Asia. “La nostra offerta rappresenta un modo nuovo per adeguarsi al mercato, ma che permette, al tempo stesso, di influenzarlo portando i clienti a considerare gli hotel in un modo totalmente diverso da quello abituale. Per questo ci teniamo a sottolineare che la nostra piattaforma va oltre il dayuse. Siamo un’altra cosa e lavoriamo bene con target differenti. Chiediamo la carta si credito per rendere tutto più veloce e facile possibile” ha aggiunto Guillermo Gaspart.

Precedente

I miglior programmi Frequent Flyer secondo Switchfly

Successivo

Avianca accelera sull'Europa con i suoi Dreamliner