AccomodationMissiOnews

Da Bwh Hotel Group Italia le novità per il business travel e la strategia 2021

Bwh Hotel Group Italia punta alle Pmi con una nuova piattaforma. Quanto messo in campo dal gruppo alberghiero è My Bwh, la Client Suite sviluppata per i partner commerciali che consente di gestire le prenotazioni degli alberghi italiani.

«Il progetto si inserisce in una più ampia valutazione delle nuove esigenze delle aziende. La digitalizzazione e l’integrazione dell’architettura informatica, infatti, giocano sempre di più un ruolo chiave sia in hotel sia nelle fasi precedenti e successive al soggiorno». Così spiega Sara Digiesi, chief marketing officer di Bwh Hotel Group Italia. «Questo progetto è la sintesi di personalizzazioni, di tariffe riservate e della storia dei partner commerciali a cui è dedicata».

My Bwh consente di gestire in autonomia i servizi legati alle trasferte aziendali e di accedere alle tariffe negoziate. E’ una soluzione per chi si occupa della prenotazione di hotel per dipendenti e collaboratori e che collega le diverse fasi: prenotazione e soggiorno, più la reportistica e lo storico.

Chi prenota tiene traccia delle preferenze indicate dai colleghi e può selezionare strutture e servizi allineati con la travel policy

Leggi della crescita di Best Western Italia nel 2020

Bwh Hotel Group Italia cresce e rende noto il piano strategico 2021

Intanto, nelle ultime settimane, Bwh Hotel Group ha incluso nuovi franchisor in alcune città italiane.

A Roma l’hotel Raffaello: 41 camere nel rione Monti, a breve distanza dal Colosseo e da Piazza Venezia.

Precedentemente era stata la volta di 3 strutture sulla penisola sorrentina, tutte a Vico Equense. Si tratta del BW Signature Collection Hotel Le Ancore, boutique hotel da 8 camere con vista sul golfo di Napoli. Il secondo e il terzo formano un unico complesso da 70 camere e spiaggia privata. Sono il BW Signature Collection Le Axidie e il residence Le Axidie Sure Collection by Best Western.

Inoltre, il presidente del gruppo, Walter Marcheselli, e la Ceo, Giovanna Manzi, hanno reso note le strategie per il 2021. Obiettivo: il rilancio dell’organizzazione e il potenziamento delle attività strategiche per gli alberghi affiliati.

Il punto di inizio per la ripartenza? La crescita della solidità finanziaria attrverso un aumento di capitale sociale. A seguito della delibera dell’assemblea straordinaria di fine ottobre 2020, che aveva approvato l’operazione, Bwh Hotel Group Italia ha annunciato che la sottoscrizione è stata interamente versata.

Scopri i protocolli di sanificazione degli hotel Best Western

Il potenziamento dei servizi strategici

Quanto detto coglie l’opportunità messa in campo dal decreto “Rilancio”. Il provvedimento prevede, infatti, benefici fiscali per le aziende che si ricapitalizzano e per i loro soci.

«Questo progetto è nato durante l’estate 2020 insieme al nostro Cfo Gianmarco Ricci, a seguito dell’uscita del decreto», chiarisceWalter Marcheselli. «È un’opportunità cruciale sia per il nostro gruppo sia per il nostro settore. È una manovra strategica che ci permetterà di affrontare più forti il 2021».

La seconda priorità riguarda l’integrazione e il potenziamento dei servizi strategici per i soci. La direzione ha riallocato le risorse nelle aree capaci di generare un concreto vantaggio competitivo agli affiliati. Ossia sales, marketing, revenue e digital.

Con la novità importante del gruppo di acquisto SI Supply, che dopo un’esperienza da società autonoma, tornerà sotto il controllo di Bwh.

«La priorità per questa divisione sono le relazioni con le aziende partner: nodali per assicurare vantaggi agli hotel», aggiunge Giovanna Manzi. «Siamo in piena fase di rivalutazione degli accordi con i fornitori. Con l’obiettivo di creare reciproco valore, personalizzando l’approccio e diversificando la gamma di soluzioni di collaborazione proposte».

Il lancio del brand WorldHotels Crafted

A completare la strategia per il 2021, l’attività di sviluppo del network, costituito oggi da 190 hotel nel Belpaese e proiettato verso un’ulteriore crescita.

«In questi mesi, gli hotel indipendenti italiani hanno sofferto più di quelli a brand. Per questo meritano supporto dedicato», sottolinea Manzi. L’azienda ha cercato di agevolare le affiliazioni riducendo le fee, con un impegno contrattuale da parte della struttura limitato a 5 anni. E consentendo agli albergatori flessibilità nelle valutazioni.

Ulteriore novità è rappresentata dall’offerta Worldhotels con il brand Worldhotels Crafted.

È una formula d’insegna per imprenditori alberghieri che credono nella creatività e nell’arte. In Italia, il primo a scegliere questo marchio è ODSweet Duomo Milano, un 4 stelle nella piazza della cattedrale in angolo con via Mazzini, con rooftop.

Bwh Hotel Group Italia

L’hotel Raffaello di Roma

 

B&B Hotels 4 Mini Hotel
Precedente

B&B Hotels acquisisce 4 Mini Hotel e sale a dieci a Milano

riaprono le lounge Italo
Successivo

Riaprono le lounge Italo a Milano Centrale e Roma Termini