MissiOnewsTech & WebTMC

Cwt in Cina crea l’app dedicata al business travel

Cwt in Cina lancia la piattaforma ad hoc per il mercato della Republica Popolare. La misura ha come obiettivo rendere semplifice la gestione del business travel per le aziende e i loro dipendenti. L’operazione rende Cwt il primo travel management provider globale a implementare una soluzione omnicanale realizzata su misura per il mercato cinese e le sue esigenze.

«Il nostro obiettivo su scala mondiale è offrire la migliore esperienza professionale nei viaggi d’affari», ha detto Kurt Ekert, presidente e Ceo di Cwt. «Per questo motivo abbiamo fatto investimenti sulla nostra piattaforma myCWT. Visto lo stile di vita cinese, decisamente high tech e orientato all’uso dei dispositivi mobili, abbiamo investito in questa direzione».

Leggi le previsioni di crescita 2020 della meeting industry secondo Cwt

Cwt in Cina collabora con partner locali

In collaborazione con partner cinesi specializzati nel travel, nella tecnologia e nell’e-commerce, Cwt ha adattato myCwt all’impiego nel Paese asiatico. La piattaforma valuta le esigenze di questo mercato – dai contenuti, ai pagamenti e alle capacità di integrazione – mantenendo al contempo l’esperienza dell’utente coerente con l’offerta globale di Cwt. La piattaforma consente l’integrazione con applicazioni di terze parti e con i sistemi interni dei clienti, ampliando la selezione di prodotti, servizi e contenuti.

«Cwt in Cina, ha lavorato affinché myCwt aderisse alla realtà locale, tenendo conto delle priorità dei clienti», ha affermato Albert Zhong, general manager China dell’azienda.

«Dal 1996, China Air Service (Cas) e Cwt hanno lavorato insieme per introdurre nel Paese il concetto di managed corporate travel», ha aggiunto Qu Li, board chairman Cas, partner della joint venture Cwt in Cina.

La tecnologia piace a 7 business traveler su 10. Parola di Cwt

Le caratteristiche salienti del nuovo myCwt per la Cina

Primo punto: un’esperienza realmente omnichannel. In Cina, viaggiatori d’affari e travel manager potranno connettersi con Cwt attraverso diversi canali. Tra questi un sito, un’app mobile, un servizio di messaggistica, e-mail e chiamate telefoniche. Le prenotazioni saranno possibili attraverso tutti i touchpoints. Ricordiamo che secondo la definizione degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, il significato di omnichannel è la gestione sinergica dei vari punti di contatto (o touchpoint) e dei canali di interazione tra azienda e consumatore per ottimizzare l’esperienza di acquisto.

Ecco che da qualsiasi canale, gli utenti saranno in grado gestire tutti gli aspetti del loro viaggio. Dunque fare nuove prenotazioni, modificare o cancellare un viaggio o ottenere rimborsi. Ma anche fare il check in online, scegliere i posti su treni e voli o scegliere le camere d’albergo, accedere a servizi di consultazione visti o richiedere assistenza.

Secondo punto: più scelta per i viaggiatori. La piattaforma offrirà contenuti nazionali e internazionali su voli, treni, hotel e trasporti via terra. Oltre a utilizzare i global distribution systems (Gds) quali Travelsky, incorporerà contenuti di altre fonti, offrendo così ai viaggiatori una scelta più ampia di quanto possibile in precedenza.

I business traveller potranno prenotare anche vettori lo cost, ride hailing come Didi e persino servizi come il security fast tracking e l’accesso alle lounge negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie.

Tramite RoomIt, divisione Cwt per gli hotel, avranno accesso a oltre 800.000 soluzioni in 73.000 località nel mondo adatte a chi viaggia per affari. Tra questi indirizzi, 100.000 sono in Cina.

L’accordo bilaterale triplica i voli tra Italia e Cina

Terzo: semplicità quando si cerca, prenota, approva o paga un viaggio. La rete dell’alta velocità cinese, in rapida espansione, sta diventando un’opzione per i business traveller. MyCwt consentirà loro di confrontare le offerte di aerei e treni per i viaggi nazionali in un’unica schermata con costi e tempi di percorrenza.

Le approvazioni, requisito di prassi nelle aziende in Cina, possono essere richieste via e-mail, Sms, app per dispositivi mobili o tramite l’integrazione Api con i sistemi interni all’azienda.

Cwt in Cina integra i sistemi di pagamento

I metodi di pagamento? Da Wechat Pay ad Alipay, che da soli rappresentano oltre il 90% delle transazioni mobili sul mercato. A questi si aggiungono le carte di credito e le carte lodge Uatp.

Quarto: integrazione con i sistemi aziendali interni. MyCwt può essere integrato, in modo automatico, con i  sistemi di gestione interni delle aziende.

Al momento, Cwt in Cina sta verificando myCwt con alcuni clienti (conosci qui il team della Tmc nella Repubblica Popolare). Il lancio definitivo inizierà nel secondo trimestre 2020, per andare a sostituire progressivamente Cwt Online. Quest’ultimo è l’attuale strumento di prenotazione online e l’app mobile che i clienti Cwt nel Paese asiatico utilizzano dal 2012.

Indagine Cwt: quali sono le preferenze dei viaggiatori d’affari

Cwt in Cina

Da sinstra: Albert Zhong, Kurt Ekert e Qu Li

Gruppo Uvet acquisisce il Centro Studi Promotor ed Econometrica
Precedente

Ancora shopping per il Gruppo Uvet che spazia nell’automotive

Successivo

L’Ndc Krisconnect di Singapore Airlines da settembre in Italia