MissiOnewsTrasporti

Emirates incentiva le piccole e medie imprese con Business Rewards

Emirates incentiva le piccole e medie imprese con un bonus di 10mila punti nel programma Business Rewards. Per le piccole e medie imprese è sufficiente iscriversi dal 27 giugno al 27 luglio 2021 per ottenere l’equivalente di un biglietto di andata e ritorno in classe economica, verso alcune destinazioni in Europa.

Attualmente sono 20mila le società iscritte.

Come cambia il business travel con la pandemia?

Emirates incentiva le piccole e medie imprese

Emirates Business Rewards offre guadagni e rimborsi facilitati, maggiore flessibilità nella raccolta e nell’utilizzo dei punti e opportunità di upgrade, anche in caso di prenotazioni all’ultimo momento.

Dall’inizio della pandemia, i membri del programma hanno beneficiato dell’estensione della validità dei punti, se i piani di viaggio dovevano essere modificati.

Con queste rassicurazioni hanno potuto viaggiare (per lavoro è sempre consentito, ndr) verso Londra, Manila, Parigi, Il Cairo, Milano e Beirut, durante i lockdown.

La compagnia aerea di Dubai sostiene le piccole e medie imprese con un piano specifico che si chiama “Dubai SME”. Nel 2020 è stata al primo posto tra le organizzazioni semi governative, con investimenti verso le Pmi per 18 milioni di euro in contratti di appalto.

Da oggi scatta la Gds fede per i biglietti EK.

Iata Travel Pass su 10 rotte Emirates

Dallo scorso aprile, il vettore sperimenta lo Iata Travel Pass e oggi lo offre su 10 destinazioni di viaggio. Inoltre, prevede di implementarlo verso altre direttrici nelle prossime settimane.

Le mete coinvolte da Dubai sono Londra, Barcellona, Madrid, Istanbul, New York Jfk, Mosca, Francoforte, Parigi (Charles De Gaulle) e Amsterdam.

L’applicazione digitale dà l’accesso aggiornato alle ultime informazioni di viaggio relative alle norme Covid-19, compresa la posizione dei laboratori per i test Pcr.

I passeggeri gestiscono tutta la documentazione di viaggio tra cui la vaccinazione e gli ultimi risultati dei tamponi. Quando sono prenotati su questi voli ricevono un Sms e una e-mail con un codice di attivazione e le istruzioni per scaricare l’applicazione.

Da luglio, la compagnia aerea integrerà nelle tecnologie di check in Alhosn, l’applicazione ufficiale degli Emirati Arabi Uniti per la tracciabilità dei contatti.

Ciò consentirà a chi viaggia a Dubai un rapido accesso digitale e verifica delle cartelle cliniche, indipendentemente da dove negli Emirati Arabi eseguono la vaccinazione oppure i tamponi.

Per chi arriva dall’Italia, sono tuttora consentiti solo i viaggi di lavoro, salute e studio oltre che il rientro dei residenti.

aeroporti di roma e milano
Precedente

I nuovi progetti degli aeroporti di Roma e Milano a Fiumicino e Linate

nuovo boeing 787 qatar airways
Successivo

Nuovo Boeing 787 di Qatar Airways con la business class Suite