MissiOnewsTrasporti

United Airlines estende la flessibilità tariffaria al 2022

  

La flessibilità tariffaria di United viene ampliata, tutelando le loro prenotazioni e i loro biglietti non utilizzati a causa delle limitazioni imposte dal Coronavirus.

La compagnia aerea americana, infatti, ha reso noto che i biglietti interamente inutilizzati, emessi originariamente dal 1° maggio 2019 al 31 dicembre 2021, sono validi fino al 31 dicembre 2022. Con effetto immediato. I ticket interamente inutilizzati, emessi a partire dal 1 gennaio 2022 saranno validi 12 mesi dalla loro emissione.

Tutti i sistemi di prenotazioni e i Gds saranno aggiornati con la nuova validità estesa.

La flessibilità tariffaria di United riguarda anche i biglietti in Basic Economy emessi dal 1° maggio al 31 dicembre 2021. Invece, quelli con partenze comprese tra l’11 agosto ed il 31 dicembre 2021 potranno essere modificati senza l’applicazione di penali per il cambio fino al 31 dicembre 2021.

Leggi dei voli Covid-test United tra Italia e Usa

Flessibilità tariffaria United per cambio o rimborso biglietto

La flessibilità tariffaria United riguarda sia il rimborso sia il cambio del biglietto. Nel primo caso, il titolo di viaggio viene rimborsato tramite i Gds o gli altri stumenti di prenotazione in uso nelle Tmc o nelle agenzie di viaggio.

Le richieste per i biglietti con validità fino al 31 dicembre 2022 devono essere fatte prima di quest’ultima data. La compagnia suggerisce di fare richiesta di rimborso entro 18 mesi dalla data di emissione.

Le richieste di rimborso di titoli di viaggio emessi nel 2022 dovranno essere presentate entro 12 mesi dalla data di emissione.

Procedure diverse in caso si voglia il cambio della partenza, come spiegato di seguito:

  • Biglietto completamente inutilizzato. I passeggeri possono cambiarlo con un uno uguale con un’altra data o altra destinazione. Il tagliando sarà però soggetto a nuove tariffe.
    • Biglietti emessi tra il 1° maggio 2019 e il 31 dicembre 2021: il viaggio deve iniziare entro il 31 dicembre 2022.
    • Ticket emessi dopo il 1° gennaio 2022: il viaggio deve iniziare entro un anno dalla data di emissione del biglietto originale.
  • Biglietto parzialmente utilizzato. Il viaggio deve essere completato entro 12 mesi dalla data del viaggio di andata.

Con United Airlines, i risultati dei tamponi Covid-19 sullo smartphone

La compagnia area americana ha novità anche in tema di misure anti Covid.

Novità che riguardano non solo la possibilità di effettuare il tampone in oltre 3.000 desk negli Stati Uniti, ma anche di prenotarli tramite il sito web o l’app di United.

La vera innovazione riguarda però la modalità di consegna dei risultati. Questi, infatti, arrivano entro 48 ore direttamente sul portale del vettore e sullo smartphone del passeggero.

Tramite lo United Travel Ready Center (una sezione del sito web della compagnia, non presene in lingua italiana), i passeggeri possono vedere dove eseguire i tamponi. E scegliere quello più comodo.

Una volta che il risultato del test è caricato sul portale, il titolare degli biglietto vedrà che il proprio status è “travel ready“. Solo a questo punto si può ricevere la carta d’imbarco se il check in è fatto online.

United Airlines è al lavoro per ampliare l’offerta in tal senso, estendendo ad altri Paesi la possibilità di effettuare i test.

Leggi di più sullo United Travel Ready Center

Flessibilità tariffaria United

Sostenibilità del business travel
Precedente

La sostenibilità del business travel è obbligo di legge per le grandi aziende

ITA decolla il 15 ottobre
Successivo

ITA decolla il 15 ottobre e le agenzie del business travel con lei