MissiOnewsPolitica & EconomiaTMC

Gbta acquisisce Acte e duemila contatti in più nel business travel

Gbta acquisisce Acte, prosegue nell’aggregazione dell’industria del business travel e nel “traghettamento” fuori dalla palude dell’emergenza Covid19.

Entusiasta il commento di Bhart Sarin, presidente dell’associazione internazionale dei viaggi d’affari. «Con questa transazione creiamo una casa comune per quelle migliaia di professionisti del settore, che presto riporteranno il turismo d’affari più in alto di prima. E più forte di prima».

L’acquisizione dell’associazione dei corporate travel manager comporta anche l’acquisizione del grande database Acte. In secondo luogo, permetterà agli ex associati di quest’ultima di usufruire del programma formativo, di networking, di ricerca e di mutua collaborazione di Gbta. Lo spiega bene Dave Hilfman, direttore esecutivo ad interim. «Puntiamo a combinare i migliori attributi di entrambe le organizzazioni, con l’obiettivo di portare il business travel a un completo recupero».

In una intervista a una testata americana, Hilfman ha toccato il tema delle limitazioni ai viaggi. «La nostra maggior preoccupazione è legata alle policy sulla quarantena e sulla chiusura dei confini. Dobbiamo trovare il modo di risolvere questi problemi, senza perdere di vista la sicurezza dei nostri clienti in viaggio».

Scopri i contenuti del seminario Gbta Italia sul cambiamento

Gbta acquisisce Acte: il travel manager di Tesla nel board

Gbta acquisisce Acte e accoglie tra il suo management anche due ex membri del board dell’associazione incorporata, fallita nell’estate scorsa. Si tratta di Alison Taylor, chief customer officer di American Airlines, e di Steve Sitto, senior manager, global travel and events di Tesla. L’inserimento di entrambi sarà ufficializzato in occasione della convention di Gbta, che si terrà a luglio 2021, ad Orlando, in Florida.

In aggiunta, un comitato guidato dal presidente di Gbta, Christle Johnson, e dall’ex direttore esecutivo Greeley Koch, lavorerà con lo staff dell’associazione e con altri professionisti del settore del business travel per identificare il vero valore aggiunto della fusione delle due entità. L’obiettivo è sempre quello di dare contenuti interessanti ai suoi soci.

«Questo anno davvero difficile ci ha comunque dato delle opportunità che arrivano una solta volta nella vita» ha detto Bhart Sarin. «Tra esse quella di creare la migliore associazione al mondo dei professionsiti delle trasferte aziendali in termini di formazione, network e capacità di crescita».

Gbta e Acte: il profilo delle 2 associazioni

La Global business travel association è la prima organizzazione al mondo nel settore dei viaggi d’affari e del Mice. Ha sede principale nello Stato di Washington ed è attiva in tutto il mondo. I suoi oltre 9.000 membri gestiscono un volume di più di 345 miliardi di dollari di spese in viaggi d’affari e meeting. Ogni anno.

Tra i suoi obiettivi c’è quello di erogare formazione ed eventi. Si occupa di ricerca e di patrocini – tra cui quello con Italian Mission Awards 2021 – attraverso un network di più di 28.000 professionisti del business travel. Ha una delegazione italiana, di cui vi scriviamo qui.

Per saperne di più, visita Gbta.org.

L’associazione Acte rappresentava l’industria globale dei travel manager aziendali offerndo networking, programmi di formazione e sondaggi. I membri erano circa 2.000 professionisti senior executive di 82 Paesi.

Leggi di più sulla chiusura di Acte

Il business travel fa i conti con il Covid19
Precedente

Il business travel fa i conti con il Covid19 e la remunerazione delle TMC

DPCM Natale 2020
Successivo

Il Dpcm Natale 2020 è stato pubblicato: si può viaggiare?