AutoGreenSguardo sul futuro

Bmw Serie 3 Touring, la 6a generazione dà più spazio alla tecnologia

A 32 anni dalla prima versione arriva la Bmw Serie 3 Touring, ultima generazione di un gioiello made in Germany che fino a oggi è stata venduta in 1,7 milioni di unità e che in Italia ha avuto il lancio ufficiale nella giornata di sabato 28 settembre. E alcune versioni sono già arrivate dai concessionari.

Quando il costruttore bavarese presenta un nuovo modello, prima gli addetti ai lavori poi gli utenti iniziano a domandarsi come sarà. Noi di Mission eravamo in prima fila a testare, guardare e provare la vettura sulle colline bolognesi, dunque vi sveliamo i tratti salienti.

Punto primo: il design resta dinamico. Secondo: il motore è degno delle auto che in certi casi sono in dotazione alla polizia tedesca. Terzo: il comfort di bordo e la tecnologia sono importanti, ma non invadenti.

Bmw Serie 3 Touring: design dinamico e luci al laser fino a 530 m

A un osservatore più attento non sfugge che, rispetto alla versione numero 5, la nuova Bmw Serie 3 Touring è più lunga di 76 mm, più larga di 16 e più alta di 8. E con un passo di 41 mm in più a vantaggio della stabilità.

«Con il 10% delle vendite totali, l’Italia è il terzo mercato al mondo per la Serie 3 Touring dopo Germania (33%) e Regno Unito (13%)», ha detto Alessandro Toffanin, responsabile prodotto Bmw Italia.

«Nella Penisola sono paticolarmente apprezate visto che rappresentano il 75% del totale della Serie 3, contro il 66% in Germania e il 25% nel mondo. Ci aspettiamo di continuare su questa linea grazie a quanto messo in campo anche con la nuova Serie 3 berlina, presentata 6 mesi fa. Le motorizazioni preferite sono quelle col motore Diesel», aggiunge.

E giusto di fronte al motore, sono stati montati di serie i fari Full-Led, mentre sono disponibili come opzioni i fari a Led con contenuti estesi, i fari adattivi a Led con Bmw Laserlight con antiabbagliamento con un raggio di circa 530 metri, infine i fendinebbia anteriori a Led.

Interni: spicca il vano porta oggetti con ricarica wi fi per smartphone

Sedili e spazi interni della nuova Bmw Serie 3 Touring ricalcano le novità della versione berlina. Dei sei allestimenti totali, 2 sono riservati alle flotte auto aziendali: il Business Advantage e il Business Advantage Automatico.

Da segnalare il nuovo Control Display e il quadro strumenti e i comandi concentrati in un numero ridotto di pannell, i sedili di ultima generazione, il bagagliaio più ampio e un vano di carico più ampio chiuso da un portellone con apertura e chiusura automatica.  Sempre il bagagliaio è dotato di guide anti-scivolo opzionali integrate, che non compaiono in nessuna delle concorrenti della Bmw Serie 3 Touring. I binari si estendono automaticamente quando il portellone è chiuso e impediscono al carico di scivolare durante il viaggio.

Sei motorizzazioni: 3 diesel e 3 a benzina. E in futuro l’ibrido plug-in

Tre motori a benzina e tre diesel saranno disponibili dal lancio della nuova BMW Serie 3 Touring. La più muscolosa BMW M340i xDrive Touring ha un propulsore a benzina 6 cilindri in linea da 374 CV. Le altre 2 hanno dei 4 cilindri con 184 CV (320i Touring) e 258 CV (330i).

Per le versioni a gasolio, ecco un motore diesel 6 cilindri in linea da 265 CV (330d xDrive Touring) e due a 4 cilindri con 150 CV (318d Touring) con 190 CV (320d Touring).

A partire da luglio 2020,  per la prima volta verrà aggiunto alla gamma un modello Touring con sistema di trazione ibrida plug-in, in grado di viaggiare in modalità esclusivamente “emissioni zero” per 63 chilometri.

Leggi di come Bmw e Jaguar facciano squadra nell’elettrico

Le varianti Advantage, Sport Line, Luxury Line e M Sport della nuova Bmw Serie 3 Touring consentono una personalizzazione del design. Sono poi disponibili alcune opzioni di miglioramento del comfort come volanti di nuovo design e listelli interni, rivestimento in vernice “Vernasca” e rivestimento in pelle, cruscotto Sensatec e una plancia rivestita in pelle. Nella lista degli optional anche il tetto panoramico in vetro, climatizzatore automatico a 3 zone, riscaldamento ausiliario, l’Harman Kardon Surround Sound System, illuminazione d’ambiente e ricarica wireless per smarphone. Il vetro acustico è di serie per il parabrezza ed è disponibile come optional per le portiere. Ed è anche questo ultimo optional che rende la Touring molto silenziosa durante la marcia anche ad alti regimi.

BMW Serie 3 Touring, tecnologica anzitutto

Parlando di Touring non si può dimenticare la tecnologia, con sistemi di assistenza a bordo che rappresentano gli ultimi passi verso la guida automatizzata di livello 2. «Ossia quello che permette la marcia senza mani sul volante e senza piedi sui pedali. Ma solo a certe condizioni», sottolinea Alessandro Toffanin.

La Serie 3 Touring fa della tecnologia un fulcro. Le funzioni standard includono il sistema Speed Limit Info con display No Passing Info, Lane Departure Warning, Collision and Pedestrian Warning con funzionalità City Braking, che rileva anche i ciclisti. Le opzioni includono controllo attivo della velocità con funzione Stop & Go e Driving Assistant con Lane Change Warning, avvertimento collisione posteriore e avviso traffico in prossimità di incroci.

In auto con il co-pilota

«Inoltre, è offerto il Driving Assistant Professional, per il comfort e la sicurezza: una delle sue caratteristiche è l’assistente al volante e al controllo della corsia, che collabora con il conducente per mantenere il veicolo nella carreggiata rilevata, anche attraverso strade strette, includendo la protezione anticollisione laterale attiva e l’Evasion Assistant. Infine, il BMW Head-Up display di nuova generazione offre una superficie di proiezione più ampia, una nuova grafica e contenuti di visualizzazione aggiuntivi».

Tecnologia anche con la telecamera di retromarcia e con il Parking Assistant, sistema che prende il controllo dello sterzo, dell’accelerazione, della frenata e dei cambi di marcia tramite la trasmissione Steptronic, quando si entra o esce da un parcheggio.

La gamma di funzioni include, inoltre, l’assistente di retromarcia. Quest’ultimo permette di percorrere distanze fino a 50 metri conducendo il veicolo esattamente lungo lo stesso tragitto percorso in avanti.

Un altro elemento è il Bmw Intelligent Personal Assistant, un assistente digitale intelligente che risponde al saluto “Hey Bmw “.

Lo scopo? Spiegare i tipi di funzioni diverse (“Come funziona l’High Beam Assistant?”), fornire informazioni sullo stato della vettura (“Il livello dell’olio è a posto?”) e aiutare a rispondere alle domande (“Ci sono notifiche?”). In pratica è un co-pilota utile durante la guida di tutti i giorni, rispondendo a comandi vocali per aiutare il conducente a svolgere numerose attività. Il tutto con un sistema aggiornabile su uno smartphone o in auto tramite l’update del software remoto.

I prezzi della nuova station wagon della casa bavarese partono da 41.600 euro per la 318d e arrivano a 71.500 per la 340i xDrive MSport.

Mobilità a idrogeno
Precedente

Venezia, Eni e Toyota alla firma per la mobilità a idrogeno

forum automotive 2019
Successivo

Sicurezza stradale al centro del Forum Automotive 2019 a Milano