AutoGreen

Opel Vivaro e Opel Life elettrici: il futuro degli LCV è a zero emissioni

I furgoni elettrici stanno arrivando sul mercato con un ritmo incalzante. La gara delle basse emissioni è ormai ampiamente aperta e da qui al 2025 l’arena dove si disputa si annuncia 10 volte più grande. Vede protagoniste sia vetture che veicoli commerciali leggeri, questi ultimi sempre più performanti. Opel, al lavoro già da tempo, promette di mettere in strada la prima gamma completa di van elettrici entro il 2021. Opel Vivaro-e e Zafira-e Life sono i primi modelli ad essere disponibili. Vediamone le caratteristiche.

I primi veicoli commerciali Opel a zero emissioni

Promettono comfort e motore potente al contempo, per 100 kW/136 cv di potenza sotto al cofano e 260 Nm di coppia massima. Velocità massima? 130 km/h, ossia quanto permesso sulle nostre autostrade. Le caratteristiche tecniche dei modelli green, costruiti tutti sulla stessa piattaforma (Emp2), non cambiano rispetto alla loro versione termica. La capacità di carico rimane invariata fino a 6,6 metri cubi. Sono allo stesso modo disponibili tre lunghezze con volume di carico crescente tra cui scegliere: il carico utile arriva fino a 1275 kg, la capacità di traino fino a 1000 kg.

Obiettivo: soddisfare la clientela dei professionisti.

«Come primo veicolo commerciale leggero completamente elettrico ad entrare nel segmento di mercato Van-D dei furgoni di medie dimensioni, il nuovo Opel Vivaro-e fissa gli standard per la facilità di uso, affidabilità e professionalità – ha dichiarato il Ceo di Opel, Michael Lohscheller -. Come sapete il trasporto di beni e servizi diventerà sempre più importante in molte aree urbane. Noi di Opel possiamo fornirlo a zero emissioni: sarà disponibile nell’autunno di quest’anno».

Vedilo in questo video

Furgoni elettrici Opel: autonomia di 230 oppure 330 km

Secondo Opel, l’83% di questi clienti guida in media meno di 200 km al giorno. Il 44% non guida mai più di 300 km. Sia per Vivaro-e che per Zafira e-Life, dunque, sono disponibili due tipologie di batterie: per un’autonomia fino a 230 km, oppure fino a 330 km. Coperte da una garanzia di otto anni/160.000 km.

Un compromesso riuscito grazie anche al sofisticato sistema di frenata rigenerativa che recupera l’energia prodotta in frenata o in fase di decelerazione.

Quando è il momento di fare il pieno, inoltre, Opel Vivaro-e e Opel Zafira-e Life ad una stazione di ricarica di 100kW di potenza in corrente continua (CC) necessitano solo di circa 30 minuti affinché la batteria da 50kWh raggiunga l’80% dello stato di carica (circa 45 minuti per la batteria da 75kWh).

Il futuro degli LCV: alle colonnine con un’app

Per rendere l’utilizzo dell’elettrico ancora più pratico, Opel propone l’uso dell’app “Free2Move Services”, del gruppo Psa.

Si può accedere a oltre 140.000 punti di ricarica in tutta Europa, includendo il pagamento digitale. Effettuare una selezione in base alla distanza, alla velocità di ricarica, al prezzo per le opzioni di ricarica pubblica. I clienti, infine, possono utilizzare il proprio smartphone per controllare lo stato di carica o programmare i tempi di ricarica dall’app “OpelConnect”, utile anche per le chiamate d’emergenza o per monitorare il veicolo.

Approfondisci qui sull’evoluzione di Opel Zafira in Life.

gamma E-Tech hybrid Renault
Precedente

La gamma E-Tech hybrid Renault porta l'efficienza della Formula 1 alle flotte

Mobilità a idrogeno
Successivo

Mobilità a idrogeno anche sui treni con Snam e Alstom